Vellutate | Il Pranzo di Babette

Vellutata di topinambur

February 1st, 2012

vellutata di topinambur

Questo post potrebbe essere intitolato anche “Ode al topinambur”. Sono in fase di crescente apprezzamento per questa radice soprattutto grazie al produttore Nicolas Thierard di cui vi parlavo a proposito della Ruche qui dit Oui. Quando qualcosa mi piace nel mio entusiasmo tendo ad essere evangelizzante e a spargere il verbo, in questo caso decantandone la versatilita`, la resistenza se ben conservato in frigorifero, la poesia. Inserisco poi la nota storico-etimologica rubacchiata su wikipedia: il nome topinambur risulta dalla francesizzazione del nome di una tribu` brasiliana, i Topinamboux (Tupinambas) di cui numerosi membri furono portati come curiosita` (!) a Parigi nel 1613 esattamente nello stesso periodo in cui veniva introdotta la pianta del topinambur in Francia. La coincidenza provoco` la diffusione di una diceria secondo la quale anche la pianta del topinambur era brasiliana.
A questo punto i piu`, con le palpebre a mezz’asta* mi chiedono di descriverne il sapore. Ed eccomi in difficolta`. Read the rest of this entry »

Zuppa di mais

September 29th, 2010

Può sembrare incredibile ma io non avevo mai cucinato del mais fresco. Non so perchè. Eppure le pannocchie mi avevano sempre attirato nella loro gaia giallezza. Non sapevo bene come prepararle forse, ma soprattutto io spesso ho bisogno di rimuginare sulle cose, di pensarci e tenermele lì nella mia testa. Fosse anche solo il fatto di cucinare un ingrediente. A volte ci metto anni, perchè poi la stagione passa e io sono ancora lì a pensarci. Ma forse avevate colto questa mia caratteristica. Insomma la settimana scorsa è finalmente venuto il momento di comprare delle pannocchie e ho deciso di farci una zuppa, molto semplice e gustosa. Read the rest of this entry »

Vellutata di cavolo rapa e arancia

October 13th, 2009

cavolo_rapa

Potrei chiamarla la settimana della smaltimento scorte. Anche questa ricetta è nata dalla necessità di smaltire cibo accumulato in precedenza. Mi sono infatti trovata della pancetta affumicata in frigorifero. Non è esattamente il tipo di cosa che consumo abitualmente ma si sa che il Natale lascia sempre un mucchio di avanzi. ;) Read the rest of this entry »

Zuppa di patate e cicoria

April 23rd, 2009

zuppa_cicoria

È una settimana di verdura, il che non guasta visto che a volte non faccio altro che proporvi dolci, dolci e ancora dolci.
Quando ero in Italia mia nonna ha ricevuto in regalo un cavagn, un cesto come si dice in dialetto comasco, di cicoria. Con quel forte sapore di “verde” e la consistenza coriacea e` uno di quei tipi di verdura che cruda no, mi spiace ma no. Anche se è assolutamente biologica, anche se è stata colta da un’ora, anche se venisse dal giardino del re, o visti i tempi dall’orto di Michelle Obama, cruda non la potrei mangiare. E allora, per cominciare, è finita in una zuppa di patate, cui ha conferito un sapore particolare, un pochino amarognolo, sicuramente schietto. Read the rest of this entry »

Zuppa di cavolo rapa con coriandolo e prosciutto

March 16th, 2009

zuppa_di_patate

Partiamo dalle dolenti note: mi scuso con i lettori per la mia decisione di aver spostato il watermark in mezzo alle immagini ma sono stufa di trovarle usate su agende, riviste e giornali senza che io abbia dato il consenso all’uso. Per le ricette, che spesso sono mie creazioni, purtroppo non posso fare molto, solo affidarmi alla correttezza dei redattori delle suddette agende, riviste e giornali e a quella delle autrici di libri di cucina, ma almeno la foto voglio cercare di proteggerla un pochino di più, spero che voi possiate capire. Read the rest of this entry »

Gordon Ramsay, il dress code e la zuppa di broccoli e pera

January 16th, 2009

zuppa

Broccolo verde e pera abbinati insieme danno vita ad un connubio favoloso. L’idea non a caso viene dallo chef stellato Gordon Ramsay, la cui cucina squisita ho avuto il piacere di assaggiare in uno dei suoi ristoranti a New York. Prenotare per un giovedì a pranzo aveva richiesto un numero imprecisato di mail ma alla fine ce l’avevo fatta. Unico punto dolente: il dress code.

Please note that for Restaurant Gordon Ramsay, our dress code is smart with a jacket preferred for gentlemen. We would ask guests not to wear jeans, sneakers or any form of sportswear.

Read the rest of this entry »

Zuppa di cavolfiore, latte di cocco e garam masala

November 4th, 2008

Di questa zuppa di cavolfiore mi piace in primo luogo il color crema, che solo a guardarlo nel bicchierino trasparente mi fa venire voglia di affondarci il cucchiaino. Read the rest of this entry »

Gazpacho di anguria

July 31st, 2008

L’anno scorso ho scoperto di amare il gazpacho, questa zuppa fredda di origine andalusa perfetta per iniziare un pasto magari accompagnata da dei finger food. La ricetta si presta ad essere reinterpretata aggiungendo della frutta come le fragole e sospetto i lamponi, anche se non ho mai provato. Read the rest of this entry »

Sapori liguri

July 17th, 2008

In Liguria ho trascorso delle bellissime giornate al mare ma anche facendo spesso visita a Franco, un contadino che vende frutta e verdura di sua produzione. Franco è un anziano signore con la pelle bruciata dal sole e un velo di malinconia negli occhi e quando entro nella casupola fresca in cui si trovano i cesti di verdura e frutta, mi accoglie con un sorriso.
I pomodori hanno il sapore dimenticato di quelli mangiati durante l’infanzia, quando sgattaiolavo nell’orto dietro casa della nonna e ne staccavo uno dalla pianta: polposi, saporiti, profumati. E poi le prugnette gialle, i peperoni corno di bue dalla tipica forma allungata, le melanzane appena staccate dalla pianta, con le spine acuminate ancora in bella vista. Le zucchine trombetta invece sono la vera chicca per quanto mi riguarda, un po’ per la loro forma che spesso ricorda proprio quello strumento musicale e poi per la polpa soda e zuccherina che le rende ideali per qualunque preparazione inclusi i dolci. Dei fichi, stupendamente viola, nell’ultima settimana ho fatto una cura di quelle che regala il buonumore. Il basilico per il pesto e un mazzo di odori sono l’ omaggio spontaneo con cui il contadino si congeda da ogni visita. Read the rest of this entry »

Zuppa di carote e quinoa

April 1st, 2008


Se il tema di settimana scorsa erano gli asparagi, vi annuncio che questa sarà all’insegna della carota.
Le carotine più piccole con il bel ciuffo verde attaccato, che si fa quasi fatica a sbucciare, io uso il pelapatate per pulirle, mi catapultano inevitabilmente indietro nel tempo. Da bambina le usavo per sfamare i conigli dei nonni. Stringevo il ciuffo verde delle carotine, che essendo troppo piccole non erano destinate alla vendita al mercato, e cautamente le allungavo verso quei musetti teneri ma voracissimi. Mi risuonano ancora nelle orecchie le raccomandazioni della mamma e della nonna ” i conigli mordano:fai molta attenzione alle tue dita!” Poi sarà che io era attentissima e che mentre li sfamavo gli impartivo pure dei discorsetti sul fatto che sarebbe stato proprio cattivo da parte loro mordermi mentre io stavo lì a sfamarli inginocchiata sulla ghiaia ma nessun coniglio mi hai mai morso. Mi ha morso successivamente un cane, ma questa è un’ altra storia.
Oggi vi lascio la ricetta della zuppa di carote resa consistente dalla quinoa, e con un sapore dolce e piccante al tempo stesso scaturito dall’aggiunta di senape e miele, invece per i muffin di carota e mandorle dovrete aspettare domani ;)
Ah, buon inizio di aprile a tutti! È il mio mese preferito :)

Zuppa di carote e quinoa

per 2 persone o per 4 in aperitivo

carote 400g peso netto
acqua 7 dl
sale
semi di senape 1 cucchiaio
miele 1 cucchiaio
quinoa 50 g

Tagliate grossolanamente le carote, ponetele in una pentola, unite l’acqua, coprite con il coperchio e fatele cuocere fino a quando sono tenere, occorreranno 25 minuti circa. Lavate ripetutamente la quinoa e fatela bollire per 10 minuti, scolatela e tenete da parte l’acqua di cottura. Regolate di sale le carote, unite la senape e il miele e frullate fino ad ottenere una crema liscia, se necessario unite un po’ di acqua di cottura della quinoa. Aggiungete la quinoa, mescolate e servite, eventualmente con dei muffin speziati alle carote e mandorle.