Torte | Il Pranzo di Babette

Pudding al cioccolato

December 1st, 2011

Quando qualche tempo fa Caffarel mi ha contattato chiedendomi di partecipare al suo Calendario dell’Avvento non ho avuto esitazione. Ne ho sempre avuto uno da bambina e l’idea che una mia ricetta fosse protagonista di una delle caselline mi ha piacevolmente divertito. Quello che non mi aspettavo era di ricevere una scatola con un blocco da 2,5 kg di cioccolato fondente e varie mini stelline rosse e dorate a fargli compagnia. Viaggiare in compagnia del resto e` molto piu` interessante ;)
La scatola conteneva anche un’altra informazione importantissima che fino a quel momento non conoscevo, ovvero la data che mi era stata riservata sul calendario.

Ma questo direi che ormai e` piuttosto chiaro ;)

Read the rest of this entry »

Torta di mele al cardamomo

February 15th, 2011

Domenica, complice la presenza di ospiti in visita a Parigi, sono tornata al mercato delle pulci di St. Ouen. La quantita` di oggetti particolari che vi si possono trovare mi lascia sempre senza fiato: dal carapace di una tartaruga, alla dentatura di uno squalo, ai fari da riprese cinematrografiche anni ’50, agli animali impagliati o i pezzi di aerei o ancora un’ intera scala a chiocciola in ferro battuto, posata sul fianco come se giusto un momento prima un bambino dall’enorme taglia ci stesse giocando. Naturalmente oltre a questo ci sono libri, bambole,tappeti, tessuti, poster e oggetti da cucina, piu` o meno antichi, sempre piuttosto vissuti. Raro tuttavia che acquisti qualcosa. Trovo i prezzi favolosi tanto quanto le merci proposte e talvolta decisamente di piu`, soprattutto se si fa un confronto con i prezzi dei vide greniers. Read the rest of this entry »

Posted in Torte | 29 Comments »

La Galette des Rois au matcha

January 6th, 2011

 

 

E` stata Francesca a propormi di partecipare al contest di Genny sul tema dell’amicizia tra blogger, e mi e` subito sembrato naturale accettare. Non sapevamo cosa proporre ma la certezza era che saremmo arrivate un po’ allo scoccare della mezzanotte, complici le festivita` e il viaggio in India di Francesca. Poi pochi giorni fa, abbiamo avuto la stessa intuizione: una Galette des Rois, dolce che in questo periodo impazza nelle panetterie e pasticcerie di tutte le citta` francesi per celebrare l’arrivo dei Re Magi. La nostra sfoglia, per omaggiare le origini asiatiche dei tre nobili viaggiatori, racchiude pero` un aroma speciale. La tradizionale crema frangipane e` infatti profumata (e colorata) con il matcha, il te` verde giapponese in polvere, il cibo-ingrediente che forse piu` di altri si e` intrufolato nei fili del nostro rapporto. Read the rest of this entry »

Torta di mandarini all’olio

February 25th, 2010

Se questa tortina fosse una persona avrebbe tre passaporti: brasiliano, francese e italiano. Brasiliano per due motivi, innanzitutto la presenza della cachaça, l’acquavite di canna da zucchero protagonista della caipirinha, il mio cocktail preferito; e poi per la forma, l’ho infatti cotta in uno stanpo che avevo comprato in Brasile e che lì si usa principalmente per delle torte di mais, o bolo de milho verde che in compenso non ho mai fatto. Read the rest of this entry »

Posted in Torte | 17 Comments »

Tarte au citron (III blogversario)

February 23rd, 2009

tarte_citron

In realtà il blog è arrivato al suo terzo anno di vita già due giorni fa, e complice il fatto che mi trovavo in un luogo in cui i tulipani sono letteralmente regalati, ne ho acquistati un centinaio per festeggiare. Read the rest of this entry »

Torta di semi di papavero

January 26th, 2009

torta_papavero2

Appena ricevuto in regalo, per festeggiare un’occasione speciale, un libro di cucina ebraica la ricetta che ho subito notato è stata quella della torta di semi di papavero di Sophie. Una torta che pare abbia attraversato molti luoghi e nazioni diverse, passando di famiglia in famiglia, prima che la signora Sophie la rivelasse a Clarissa Hyman, che l’ha immortalata nel suo libro intitolato semplicemente La cucina ebraica - storie e racconti da tutto il mondo. Read the rest of this entry »

Posted in Torte | 29 Comments »

Tortina di prugne speziate

October 15th, 2008

Qualche tempo fa una mia cara amica mi ha regalato dei piccoli stampi da dolce, alcuni per dei mini - cake, altri per fare delle tortine. E la mia scelta è caduta su questi ultimi quando si è trattato di infornare questo dolce in cui ho provato un nuovo accostamento di ingredienti: prugna e banana. Read the rest of this entry »

Posted in Torte | 17 Comments »

Torta di fragole e dulce de leche

May 21st, 2008

Qualche mese fa ho visto un film che mi ha folgorato, si tratta di Across the universe, che consiglio vivamente. Da allora la colonna sonora, costituita da canzoni dei Beatles interpretate dagli attori stessi, ha spodestato tutte le infatuazioni musicali più recenti e persino qualche passione storica, ma è tipico mio, vado molto a fasi in certe ambiti. Tornando al film c’ è questa scena in cui le fragole, mature, rosse e micidiali sono le assolute protagoniste. Cadono dal cielo e invadono lo spazio tingendo tutto di rosso. La scena allude ad una situazione drammatica e lo fa con grande intensità, però poi rielaborandola, mentre ascoltavo Strawberry Fields Forever naturalmente, non ho potuto fare a meno di fantasticare di trovarmi sotto una pioggia di fragoline mature. La mia immaginazione spicca il volo, ma voi ormai lo sapete.
Venendo alla torta, l’abbinamento fragole + dulce de leche, nato per caso, è davvero speciale. Le fragole infatti correggono con il loro sapore acidulo e fresco la ricchezza del dulce de leche. La ricetta partecipa alla raccolta di Francesca.

Torta di fragole e dulce de leche

fragole 300 g
burro morbido 50 g
zucchero 50 g
philadelphia 80 g
mascarpone 50 g
uova 2
dulce de leche 120 g + 3 cucchiai per rifinire
farina 280 g
lievito 4 cucchiaini

Lavate e asciugate le fragole. Tagliatele in pezzetti. Preriscladate il forno a 180 gradi. Montate il burro con lo zucchero, unite, il mascarpone, i tuorli, e il dulce de leche e sbattete con fruste fino ad avere un composto omogeneo e spumoso. Setacciate la farina con il lievito, e unitela poco per volta e mescolando al composto di formaggio. Unite 2/3 delle fragole e mescolate. Montate gli albumi a neve e incorporateli compiendo un movimento dal basso verso l’alto. Versate il composto in uno stampo a cerniera foderato di carta da forno, livellatelo e spargete sopra le fragole rimanenti. Cuocete per 50 minuti. Quando il dolce è tiepido mettete 2 cucchiai di dulce de leche in un sacchettino per alimenti, tagliate un angolino e usandolo come una tasca da pasticcere fate dei decori sulla torta.

Ricette con le fragole
Insalata di riso venere con tonno e fragole
Gazpacho i fragole e pomodori
Composta di fragole
Fragole con cioccolato e sesamo
Macedonia di fragole, té verde e basilico

Posted in Torte | 21 Comments »

Brownie al cioccolato

May 15th, 2008


Il Brownie, o la brownie, che dir si voglia, è un dolce che mi piace tantissimo fare, ma che di fatto avrò assaggiato una volta in vita mia. Sono pochi i dolci al cioccolato che apprezzo davvero, tendenzialmente sono al cucchiaio e comunque arricchiti con della frutta che ne bilanci il sapore. Ma fare un brownie, soprattutto per 12-14 persone è un vero piacere dei sensi: tagliando il cioccolato al coltello si svelano delle venature chiare di burro di cacao e si produce un suono secco, inconfondibile. Il profumo di cioccolato comincia a diffondersi, timidamente. Poi sciogliendo dolcemente il burro e le scagliette di cioccolato la cucina si inonda letteralmente del profumo di cioccolato e lì sì che devo davvero resistere alla tentazione di rubarne un mestolino dove intingere un fragola matura :)

Brownies allo zucchero di canna
per 12-14 persone

cioccolato fondente spezzettato 700 g
burro 500 g
uova 6
zucchero di canna 500 g
farina 120 g
lievito per dolci in polvere 2 cucchiaini
sale 1/ 2 cucchiaino

Fateli sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato. Sbattete le uova e lo zucchero con le fruste elettriche finché otterrete un composto chiaro e spumoso: incorporatevi il mix di cioccolato tiepido, e la farina setacciata con il lievito per dolci e il sale. Versate quindi il composto ottenuto in una teglia foderata con carta da forno e cuocete in forno già caldo a 180 per 40 minuti: sfornate il dolce, lasciatelo riposare per mezz’ora, e tagliatelo in quadrotti. Cospargete di zucchero a velo prima di servire.

Crostata di fichi e sesamo con panna al cardamomo e arance

November 14th, 2007

Questa crostata desideravo farla dal primo momento in cui sono salita sull’areo per New York. Strano? No, per niente. Appena preso posto sul mio sedile avevo iniziato a sfogliare il numero corrente di Gourmet (acquistato in Italia per 9 euro quando negli Stati Uniti costa 5 $, ma fa niente) e in uno splendido servizio sulla cucina marocchina avevo addocchiato questa ricetta. Poi per un motivo o per l’altro (tra cui il buon senso di capire che le arance a luglio non sono un’ottima idea) ho sempre rimandato. Sono infine riuscita a fare questa crostata una domenica soleggiata di un paio di settimane fa. Mi sono svegliata con il pensiero fisso di iniziare, un po’ perplessa da questa pasta il cui procedimento mi pareva strambo. Per non parlare delle imprecisioni nel testo: ingredienti presenti nella lista e che si sono poi rivelati essere assenti nel procedimento. Poi un pizzico di fortuna e il già citato buon senso mi hanno permesso di realizzare questa crostata, profumata di fichi e cannella, e resa ancora più golosa dalla panna al cardamomo e dalle arance. Inutile aggiungere che il tè alla menta la magnifica. Io l’ho fatto in maniera improvvisata ma si potrebbe chiedere ad Acilia il modo più indicato per preparlo. Ho utilizzato la teiera laccata di blu che vedete nella foto. Ce ne sono due uguali in casa, le ha portate mio padre da un viaggio fatto in Algeria poco più di una dozzina di anni fa. Ricordo di averle amate sin dal primo momento, mentre le svolgevo dalla carta giallognola che le imballava e cominciavo ad intravederne il colore. Per anni le ho ammirate, poste dov’erano su un mobile in cucina ma chissà perchè ho dovuto attendere di sentire il profumo di questa crostata per decidere di prendere il tè con una di queste piccole teiere blu.

Crostata di fichi e sesamo con panna al cardamomo e arance

Per la pasta
farina 375 g
zucchero 125 g
sale 1/4 di cucchiaino
burro 90 g
tuorli 4
panna 2-3 cucchiai
sesamo 1 cucchiaino

Per il ripieno
fichi secchi 250 g
acqua 125 g
zucchero 3 cucchiai
cannella 3/4 di cucchiaino
sesamo 3 cucchiai
acqua di fiori di arancio 1 cucchiaio

Per la decorazione
panna 1 cucchiaio
tuorlo 1
sesamo 1 cucchiaino

Per la panna
cardamomo 4 bacche
panna fresca 4 dl
zucchero
arance 6-8

Frullate insieme farina, sale e zucchero, unite il burro ancora freddo di frigorifero e frullate fino a quando il composto ha una consistenza farinosa. Unite i tuorli e frullate per 2-3 minuti, quindi unite la panna poco alla volta in modo da ottenere una pasta soda ma lavorabile. Tirate due dischi di pasta usando rispettivamente 1/3 e 2/3 di pasta, copriteli con la pellicola e poneteli in frigorifero per un’ora.
Tritate i fichi e cuoceteli con l’acqua, lo zucchero e la cannella per 3 minuti, il composto deve essere umido ma denso. Unite i semi di sesamo e continuate la cottura per 1 minuto. Levate dal fuoco e aromatizzate con l’acqua di fiori di arancio, mescolate e fate raffreddare.
Preriscaldate il forno a 180 gradi. Tirate fuori dal frigorifero i dischi di pasta. Foderate la piastra del forno con la carta da forno. Stendete il disco di pasta più grande piuttosto sottile, quindi fatelo aderire al cerchio da pasticceria (24-26 cm) posato sulla teglia foderata di carta da forno, se non l’avete usate uno stampo da crostata. Farcite con il ripieno, freddo, quindi coprite con l’altro disco. Eliminate l’eccesso di pasta. Sbattete il tuorlo e la panna con una forchetta, spennellate la torta e raffreddate la torta in frigorifero per 3 minuti circa, il tuorlo si deve un pochino seccare. Ripetete l’operazione. Decorate la torta disegnando un semplice motivo con un coltello affilato, spolverate con i semi di sesamo. Infornate la torta per 30-35 minuti, deve essere ben dorata. Sfornatela e fatela raffreddare su una gratella per dolci.
Aromatizzate la panna per almeno 2 ore con i semi di cardamomo pestati. Al momento di servire filtrate e montate la panna con zucchero a piacere. Pelate le arance al vivo e tagliatele a pezzetti.
Servite la torta con la panna, le arance e magari un tè alla menta.

Posted in Torte | 15 Comments »