Insalate | Il Pranzo di Babette

L’insalata della Ruche qui dit Oui!

January 26th, 2012

insalata_ruche

Questa insalata e` un pretesto bello e buono. In tutti sensi. I rapanelli, il topinambur e le mele che vedete provengono tutti dalla mia Ruche (si legge rush ). Ma cominciamo dall’inizio. Qualche mese fa tramite twitter ho scoperto un sito che sia chiama La Ruche qui dit oui, il cui nome significa letteralmente “l’alveare che dice si”. Il principio e` semplice: il sito facilita l’aggregazione di persone che abitano nella stessa citta` e che hanno voglia di comprare locale, biologico e soprattutto rivolgendosi direttamente al produttore. Read the rest of this entry »

Grano saraceno con crema di noci e pomodori

May 2nd, 2011

insalata di grano saraceno con salsa di noci e pomodori

Vi avevo lasciato con la suspence di sapere cosa avrei fatto con la crema di noci e timo. Immagino che abbiate passato il week-end interrogandovi a proposito ;) In ogni caso niente di complicato all’orizzonte se non un’insalata fredda di grano saraceno arricchita con pomodorini, rucola selvatica e parmigiano reggiano stagionato solo 12 mesi e quindi piuttosto tenero come consistenza. La cosa interessante e` che l’insalata potete prepararla anche la sera prima e conservarla in frigorifero, i sapori si amalgameranno anche meglio. Infatti questa e` una delle ricette che sto seriamente valutando per il pic nic di festeggiamento del mio compleanno e di quello di Leo. Read the rest of this entry »

Insalata di pomodori

July 9th, 2010

Questa ricetta rischiava di andare persa nei meandri del mio archivio! Certo è solo un’insalata di pomodori direte voi, ma quella sera di fine primavera l’avevo trovata talmente gustosa che sarebbe un peccato non rifarla. Avevo preparato dei pomodori per una pasta fredda, poi i piani per la pasta erano cambiati totalmente e io mi ero trovata con questi bei pomodori sbollentati, privati dei semi e tagliati a filetti. Read the rest of this entry »

Insalata di asparagi bianchi, fragole e avocado

May 24th, 2010

 


Ho battuto un record di assenza dal blog, più di un mese. E adesso tornare a scriverci mi fa capire quanto mi sia mancato. Del resto le cose da fare sono state tante, rese più stuzzicanti da un vera e propria caccia al tesoro al fico d’India, di cui vi racconterò un’altra volta, perchè merita un post dedicato. Sonoramente i punti fermi sono stati il rumore dei lavori, perchè sì, hanno deciso di rifare integralmente il palazzo a fianco e ormai io e il tizio che risponde al telefono del cantiere ci odiamo cordialmente e nei rari momenti di pace i Musica Nuda, e se non li conoscete correte ad ascoltarli, magari live, perchè vi resteranno dentro. Climaticamente invece questo mese a Parigi, ma forse un po’ ovunque, abbiamo assistito a sbalzi climatici da film apocalittico con l’alternarsi di un clima invernale-estivo-autunnale-primaverile e ora direi di nuovo pienamente estivo. Read the rest of this entry »

Insalata di patate

March 22nd, 2010

 

 

Io le patate semplicemente le adoro. Non si può dire altro. Le trovo il cibo rassicurante per eccellenza. Una cosa che adoro è spezzare in due una patata appena cotta e mangiarmela così scottandomi pure la bocca a volte. Ma mi piacciono troppo. E quando sono un po’ giù so che niente come un piatto di patate bollite e condite con olio aceto e prezzemolo potrà farmi sentire bene.
Ma questo forse ve l’avevo già detto. Venendo all’insalata l’ho fatta una volta per una festa tra amici e ricordo che era piaciuta tanto, ma poi è caduta a lungo nel dimenticatoio. Due mesi fa circa mi è tornata in mente e ho cominciato a riproporla in varie occasioni, ma resta per me l’insalata di patate per le feste, un piatto che si prepara in 20 minuti, e che riscuote successo un po’ con tutti: dall’amica che non mangia carne al più incallito dei consumatori di salame. Read the rest of this entry »

Insalata di faraona, melagrana e verza

October 7th, 2009

faraona_verza

Scusate l’assenza, sono stata travolta dalla frenesia natalizia. Si perchè nelle ultime due settimane ho fotografato e creato delle ricette per Natale. Ero talmente calata nel periodo che giovedì sera mi sono trovata in mano una conserva che scadeva il 1 dicembre e mi sono detta “è oggi!Bisogna mangiarla subito!” Solo che giovedì era il primo ottobre. E la conserva non era nemmeno cosi` buona. Read the rest of this entry »

Insalata di cavolo rapa e tataki di manzo

February 16th, 2009

manzo

Mia madre è tornata qualche tempo fa dal mercato con qualche esemplare di questa sorta di rapa verde chiaro e liscia liscia. Ci ho messo un po’ a realizzare che non si trattava esattamente di una rapa ma piuttosto di un cavolo rapa, anche perchè a lei l’ avevano venduto con il simpatico nome di truzzello, che mi sembra tanto il nome di un folletto della foresta. Read the rest of this entry »

Insalata di spinaci e finocchi con dressing al caffè

December 23rd, 2008

Ecco uno dei contorni che proporrò durante il pranzo di Natale. Avevo letto di un dressing a base di caffè qualche tempo fa e la cosa mi aveva incuriosito ma solo recentemente ho creato questo connubio di frutta e verdura da abbinarvi. Dato che non saprei farmi un caffè buono, nel senso potrei anche fare dei tentativi ma sicuramente non conosco tutti i segreti e gli accorgimenti dei consumatori appassionati; sono andata al bar sotto casa con un vasetto di vetro e mi sono fatta fare un espresso. Read the rest of this entry »

Insalata di pollo

April 13th, 2008

Un pranzo improvvisato con quello che avevo nel frigorifero ma che ho trovato delizioso: i resti di un pollo arrosto, di quelli allevati a terra, acquistato in una macelleria in rue montorgueil, tre patate bollite, si sa che io le adoro e tendo sempre a cuocerne più di quanto la mia stessa golosita` mi permetta di mangiarne, degli spinacini e qualche foglia di basilico riuniti a creare un’ insalata di pollo.

Insalata di pollo

1/ 2 pollo arrosto
olio 2 cucchiai
succo di limone 1 cucchiaio
patate bollite 3
spinaci 100 g
basilico 5-6 foglie
sale
pepe
un pomodoro cuor di bue

Ho tritato il pollo e l’ho condito con un’emulsione di olio, limone, fior di sale, e pepe nero. Ho tagliato grossolanamente le patate bollite, e le ho aggiunte al pollo insieme a una manciata abbondante di spinacini scottati in acqua bollente e tritati. Alla fine ho tagliuzzato sopra del basilico e ho mescolato bene. Mentre lasciavo il tempo ai vari sapori di amalgamarsi almeno un pochino, ho lavato e affettato sottilmente un pomodoro cuor di bue. Ho preso i piatti e con l’aiuto di un coppapasta gli ho dato una forma circolare, poi dato che sentivo un’esigenza di verticalizzazione ho fatto delle quenelle e le ho disposte sopra. Ho aggiunto le fette di pomodoro intorno e un attimo prima che Leo imbracciasse la forchetta ho fatto questo scatto frettoloso ;)

Insalata di gamberi e mango verde

March 18th, 2008

Quest’insalata di gamberi e mango verde è nata per caso, ma sono certa che allieterà diversi pasti quando il clima sarà pià caldo. Risulta infatti freschissima e saporita.
Ho fatto un giretto nel quartiere indiano e così mi sono trovata un po’ di ingredienti esotici a disposizione: la goyava, le deliziose mini-melanzane, dei mini-peperoni e manghi verdi. E proprio dai manghi verdi ho cominciato. Con la loro polpa soda e il gusto acidulo sarebbero l’ideale per fare il chutney o un pickle, ma al ricordo della lunga preparazione mi sono un po’ scoraggiata. Inoltre avevo voglia di qualcosa di fresco. Allora ho ripescato l’idea della nage e ho scottato dei gamberi, che sprigionano un sapore incredibile con questo metodo cottura, e li ho mescolati con il mango verde tagliato a fettine sottili. Il coriandolo non sarebbe stato la mia prima scelta ma avevo solo quello in casa, vorrei riprovare con la menta, che richiama l’eco balsamico del pepe di Sichuan presente nella nage.

Insalata di gamberi e mango verde
per 2 persone

Gamberi grigi 8
mango verde 1
olio di oliva 1 cucchiaio
aceto di riso 1 cucchiaino
salsa di soya 1 cucchiaino
coriandolo fresco una manciata

Per la nage
1 limone
pepe nero un cucchiaino
pepe di Sichuan* un cucchiaino
aceto di mele 1 dl
sel de Guèrande una manciata

Sbucciate il mango e tagliatelo sottile con il pelapatate oppure grattugiatelo con una grattugia a fori larghi. Ponetelo in un’insalatiera e conservate in frigorifero.
Preparate la nage: ponete 1,5 l di acqua in una pentola e unite tutti gli aromi indicati, il limone deve essere spremuto direttamente nella pentola e quindi aggiunto. Portate a ebollizione e fate sobbollire per 10 minuti. Sgusciate i gamberi lasciando attaccate le code e le teste. Cuocete i gamberi per 45 secondi nella nage, quindi prelevateli delicatamente con una schiumarola e lasciateli scolare. Separate le teste dai corpi sopra ad una ciotolina per non perdere i succhi, sgusciateli e schiacciate le teste con una forchetta per estrarli completamente.
Emulsionate i succhi del gamberi con l’ olio, l’aceto di riso, e la salsa di soya. Mescolate i gamberi e il mango e conditeli con il dressing. Fate riposare l’insalata un paio di ore in frigorifero per far amalgamare i sapori. Rifinite con il coriandolo tagliuzzato prima di servire.


in ordine sparso:mini-melanzane verdi e viola,
manghi verdi, goyava, peperoni africani