Financier cioccolato al latte e caffe | Il Pranzo di Babette

Financier cioccolato al latte e caffè

Rientro nel mio blog con la stessa sensazione di chi rientra in una piccola casa di campagna che si è lasciata vuota a lungo. Si aprono le finestre, si lascia entrare dell’aria fresca. E si prepara subito un tè. Il rumore dell’acqua che bolle e il profumo sottile delle foglie che non sono ancora infuse mi regala sempre un misto di calma e “senso di casa”.
Nei dolcetti di oggi ci due ingredienti che non compaiono spesso in questo blog: cioccolato al latte e caffè. Del primo avevo dovuto fare incetta per lavoro e pure se si tratta del blasonato Valrhona non sono così convinta. Il caffè è stato un’ idea per stemperarne la dolcezza e ammetto una citazione maliconica dei caffè bevuti durante le vacanze salentine. Si, avete letto bene, ho bevuto dei caffè*. In ghiaccio e spesso allungati con il latte di mandorla ma pur sempre caffè. Tornando ai dolcetti devo dire che sono adatti a chi ama il sapore del caffè, e i dolci morbidissimi. Invece, una volta usciti dal Salento, non è di obbligo servirli con il caffè, un tè nero al cardamomo ci sta a meraviglia.

* 3 per la precisione:
- uno con latte di mandorla e pasticciotto assortito da Alvino a Lecce, in una mattinata perfetta.
- uno in una cucina piena di fascino in una casa immersa in un parco con decine di alberi da frutto. Insieme gli era stato accordato un fruttone, credo si chiami così, una sorta di crostatina dolcissima guarnita di amarene sciroppate
- uno in versione minimal, senza dolcetto e latte di mandorla, a bordo di una piscina riempita di acqua di mare, prima di tuffarvisi.


Financier cioccolato al latte e caffe

per 12 pezzi

cioccolato al latte 180 g
burro 60 g
yogurt 100 g
farina di nocciole 50 g
farina 60 g
caffe solubile 1 cucchiaino scarso
lievito 1/2 cucchiaino
zucchero 65 g
uova 2

Preriscaldate il forno a 170 gradi. Spezzettate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria con il burro. Amalgamatevi il caffe solubile ridotto in polvere. Lasciate intiepidire il composto quindi unitevi le uova leggermente sbattute. Aggiungete lo yogurt e lo zucchero mescolate bene. Setacciate insieme le due farine e il lievito. Uniteli al composto liquido e amalgamate. Ripartite il composto negli stampini da financier o da muffin e cuocete in forno per 18 minuti.

Avete ancora fame?

Questo post (Permalink) è stato pubblicato il 8/09/2010 alle 12:21 nella categoria Dolcetti. Potete seguire la discussione con questo RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

21 Commenti to “Financier cioccolato al latte e caffè”

  1. radicchio Says:

    Welcome back, cara! :-D

  2. Juls @ Juls' Kitchen Says:

    Bentornata, che bella atmosfera che evocano questi financier, io sarei per il the nero al cardamomo!

  3. Azabel Says:

    Bentornata, è un piacere rileggerti! :)

  4. alberodellacarambola Says:

    Ecco una buona scusa per comprare nuovi stampini….la ricetta mi attira molto e sono d’accordo con il the al cardamomo.
    sonia

  5. moky Says:

    O che piacere rileggerti e poi con una ricettina giusta giusta per queste tristi e grigie giornate di pre autunno. Grazie!!! Monica

  6. Elvira Says:

    E’ un vero piacere ritrovarti, e in dolcezza, poi, di sapori e di immagini.
    Quello sembra un cucchiaino di legno di ulivo, un ricordo del Salento anche quello? :)

    Ciao,

    Elvira

  7. Onde99 Says:

    Un vero piacere rileggerti e tuffarsi nell’atmosfera serena dei tuoi post!

  8. Francesca Says:

    Bentornata…posso rubarmi uno di questi biscottini per la mia stanza del tè?

  9. Carolina Says:

    Bentornata!
    Che bello leggerti nuovamente!
    Mi è piaciuto molto il racconto dei tuoi 3 caffè… :)
    Ti auguro una buona serata!

  10. Mirtilla Says:

    mmmh… che delizia! Io sono una caffeinomane per natura… non posso stare senza neanche u ngiorno! Però cerco di limitarmi ad una tazza al giorno, la mattina, per non avere “strani effetti collaterali”… però un biscottino così non me lo toglierebbe nessuno! Sembrano così buoniiiiii! ps: che ridere con i tuoi tre caffè! ^__^

  11. UnaZebrApois Says:

    che meraviglia!E bentornata!!!

  12. angela@momsinthecity Says:

    che bella foto e che ricetta interessante, sembra facile …. io da agosto sono passata al deca … troppi caffè e nervi a fior di pelle … adesso meglio, ma se mi disintossicassi del tutto magari sarei più calma, come appari tu

  13. Valeria Says:

    bentornata!!più in forma che mai, bellissima ricetta, adoro i dolci con un gustino di caffè dentro :)

  14. Ambra Says:

    Davvero davvero chic!

  15. Chiara75 Says:

    Ciao Chiara, ben tornata. Anch’io questa estate sono stata nel Salento e il caffè con ghiaccio e latte di mandorla è stato un passaggio d’obbligo. Io amo il caffè e devo dire che mi è piaciuta questa loro ricetta. Proverò il prima possibile anche i tuoi biscotti. A presto

  16. Lilium Says:

    Il bianco meringa degli ariosi ricordi estivi e il color marrons glacés dei primi ritorni autunnali :)

  17. Lilium Says:

    Ps: il cucchiaino è in legno d’ulivo?

  18. Kja Says:

    Grazie a tutti per i vostri commenti, mi fanno molto piacere questi messaggi di bentornata :)

    Il cucchiaino e` in gres secondo me ma non ne sono certa, quello che e` carto e` che viene dal Cile.
    Purtroppo non ho trovato nulla in legno di ulivo :(

  19. Geillis Says:

    So come ci si sente a rientrare in pagine mute da tempo, un po’ di ansia, un po’ di voglia di ricominciare, riannodare fili che sembrano interrotti, eppure trovarsi a casa, tra cose conosciute e amate…bentornata!

  20. mogliedaunavita Says:

    gres ceramica? sembra legno. queste pastarelle mi affascinano. non avendo lo stampo che dici potrei provare con quale?

  21. girotrailibri Says:

    questi dolci sembrano buonissimi, quasi consolanti e consolatori

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>