Cocktail di gamberi | Il Pranzo di Babette

Cocktail di gamberi

Il tema del meme proposto da Salsa di Sapa è la cucina in stile anni ’80 e ’90. Io all’epoca non è che cucinassi granché ma mangiare, mangiavo eccome. Il cocktail di gamberi lo adoravo, e lo dimostravo ingollandone quantità ingenti accompagnando con tanto pane. Mia madre lo metteva nella nuda coppetta ma talvolta, in occasioni speciali, tipo a Natale, guarniva con una foglia di lattuga. Non l’ho mai fatto una volta in vita mia e questa non fa eccezione; è così bello trovare la terrina in frigorifero sollevare un angolino della pellicola e assaggiarne un cucchiaino di frodo!
;)

Mia madre fa la salsa rosa “a occhio”. Potrebbe essere necessario unire altro ketchup alla fine, dipende dai gusti; l’olio poi non saprei davero quantificare quanto ne usi.

Cocktail di gamberi

gamberetti sgusciati 400 g

per la salsa rosa
tuorli 5
sale
succo di mezzo limone
ketchup 3 cucchiai
salsa Worcester
olio d’oliva (non extravergine)

Mettere nel bicchiere del frullatore 5 tuorli, salarli subito e aggiungere qualche goccia del succo di limone. Unire 3 cucchiai di olio, il ketchup e la salsa Worcester. A questo punto accendere il frullatore, il composto inizierà ad amalgamarsi. Dal foro in alto unire l’olio a filo fino ad avere la consistenza cremosa della maionese, un altro indizio del fatto che la maionese è pronta è dato dal fatto che l’olio fatica ad essere assorbito e disegna un cerchio sottile. Unire il restante succo di limone sempre con il frullatore in funzione. La maionese è pronta. Versate in una terrina, unite i gamberi e conservate in frigorifero almeno 4 ore e comunque fino al momento di servire.

Avete ancora fame?

Questo post (Permalink) è stato pubblicato il 5/07/2008 alle 15:02 nella categoria Antipasti. Potete seguire la discussione con questo RSS. Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.

10 Commenti to “Cocktail di gamberi”

  1. Babuska Says:

    Ciao Chiara, ti leggo da tanto ma non ho mai commentato… Mi permetto di aggiungere il mio ricordo al tuo: il cocktail di gamberi impareggiabile di mia zia, insostituibile nei pranzi di festa della nostra famiglia, va accompagnato con un filoncino di pane al sesamo caldo e croccante! Ciao e auguri per il tuo futuro.

  2. twostella Says:

    Un goloso antipasto che fa ancora impazzire grandi e piccini! Brava Kja, ottimo revival! … deliziosa anche la foto! Buon fine settimana!

  3. ste Says:

    hehehehehe il cocktail di gamberi…gia’ una vera sciccheria all’epoca.. io invece sempre in occasioni speciali ricordo mio padre che adagiavia i gamberetti sull guscio delle capesante.. e poi ricordo inevitabilmete il mio piatto pieno… hihihi.. ciao buon wee :)

  4. gunther Says:

    un classico che non si sbaglia mai, sempre nuovo sempre buono

  5. Silvia-magnolia Says:

    inutile dirti quanto mi piacerebbe una bella forchettata di questa deliziosa insalata..ma tanto meno inutile è dirti quanto mi piace il bicchierino! ma com’è che mi soffermo a vedere sempre i dettagli?..bravissima un bel revival per Salsadisapa!
    bacione tesoro
    Silvia

  6. ida Says:

    ahh beccata con le dita nella salsa!!

  7. Max Says:

    Sarà pure anni ’80, ma al cocktail di gamberi nessuno dice mai di no.

  8. Kja Says:

    Babuska
    ciao, mi fa piacere di averti suscitato un bel ricordo, il pane al sesamo me lo segno come prossimo abbinamento!

    Twostella e Silvia
    grazie, speriamo che piaccia anche a Salsa ;)

    Ste
    no, mia madre non è mai arrivata a tale tripudio! :D D
    Se ci pensavo prima potevo cercare di procurarmele per dare alla foto un’ atmosfera vintage a tutti gli effetti. Buona settimana a questo punto :)

    Ida
    esattamente cara, immagini bene :)

    Max e ghunter
    avete ragione, soprattutto chi è molto goloso come me ;)

  9. salsadisapa Says:

    eccomiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :-D
    scusa il ritardo… nel week end ho aperto il pc solo di sfuggita!
    grazie mille per aver partecipato: è una ricetta “revival”! ;-D
    baci!

  10. caravaggio Says:

    che bontà buona giornata

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>