About

“Seduta sul tagliere della cucina, Babette era circondata da una tale quantità di casseruole e padelle unte e annerite, come mai le sue padrone avevano visto in vita loro.”
da “Il pranzo di Babette” di Karen Blixen

La passione per il cibo è sempre stata parte di me. Ricordo, sin dall’infanzia, la curiosità che provavo davanti a qualunque nuovo alimento e la sfacciata golosità.
L’amore per la cucina, e intendo la tensione interiore che mi da gioia quando trasformo gli ingredienti in un piatto, che ne colleziona sapori e profumi, credo me l’abbia trasmesso mia madre. I colori mi incantano e mi ispirano. E così nel 2005 è nato questo spazio, Il pranzo di Babette un convivio di sapori speziati e racconti di viaggio che mi piace immaginare sia letto sorseggiando una tazza di tè.
Intanto tra viaggi, pic nic, assaggi, mangiate epocali, traslochi, e pranzi luculliani alla fine del 2008 mi sono laureata in comunicazione con una tesi sulla nascita della critica gastronomica, focalizzandomi sulla figura tanto affascinante quanto sconosciuta di Grimod de la Reynière.
Ora sono per lo più basata a Parigi e mi occupo di fotografia, stilismo culinario e sviluppo di ricette per riviste. E sono disponibile per progetti interessanti

Il mio portfolio è qui

Ingredienti feticcio

Aneto per la sua fragranza erbacea ma soffice
Barbabietola perché grazie al suo potere colorante permette di tingere tutto di rosa
Lavanda densamente onirica
Limone la scorza per profumare quasi ogni preparazione dolce e salata e il succo per indimenticabili lemon curd
Pepe di Sichuan ho una passione per il pepe, ma questo lo adoro perché è balsamico e mentolato
Quinoa per la consistenza che trovo scivolosa e croccante al tempo stesso, la versatilità e l’inaspettato aroma di nocciola nella versione soffiata
Rosa l’aroma floreale che preferisco in assoluto
Sale rosa dell’Himalaya un diamante che grattugiato diventa una polvere rosea e impalpabile
è la mia bevanda preferita e si presta ad arricchire preparazioni dolci e salate
Vaniglia adoro incidere la stecca e ritrovarmi con i polpastrelli decorati da minuscoli pois neri

Le foto e i testi, a parte dove diversamente indicato, sono di Chiara Bellasio.
Chi desideri riprodurre i contenuti di questo sito, testi o foto che siano, è pregato di chiedere esplicita autorizzazione scrivendomi una mail.

Contatti
ilpranzodibabette@hotmail.com
Il pranzo di Babette su Facebook
Twitter e vediamo se riesco ad usarlo 😉

53 commenti a “About

  1. Caio, ho letto il tuo blog e l’ho trovato molto interessante. Vorrei aggiungere una sezione ricette al mio sito.
    Volevo chiederti se ti andava di prenderne parte!

  2. Ciao, volevo segnalarti che ho aggiunto un link al tuo blog e dirti anche che invidio molto la tua sezione su New York che spero proprio di testare quanto prima C=:-)

  3. Cara Kja,

    volevo ringraziarti perchè le tue ricette sono una delle delizie della vita.
    E se dovessi esprimere un desiderio…poter essere invitata da te a cena! Insieme al mio ragazzo che dopo avergli ho fatto vedere il tuo blog è rimasto estasiato.

    Un bacione e a presto

  4. Monica,
    sei davvero carina, e` una bellissima cosa quella che mi hai detto. Ma senti dove abiti? Magari non e un desiderio cosi` irrelizzabile :)

    Un bacio

  5. Ciao,
    Kja o qualcun altro ha mai provato a fare un’esperienza in un catering o in un ristorante? vi divertireste un kilo, anche un kilo e mezzo ;D
    Sono Cesar.e, lavoro in un noto hotel a milano, se può interessare qualche ricettina la conosco, però non posso fare foto (c’è sempre casino); al limite si può organizzare un incontro: uno mette la casa, uno mette la macchina fotografica, ecc…?
    P.S.: Kja se posso permettermi di dare un consiglio per il pane, sebbene dipende che tipo di prodotto vuoi ottenere, quando impasti metti poco o niente sale (blocca la lievitazione), stai attentissima alla temperatura del lievito qundo lo sciogli, e fai 2 o 3 re-impasti intervallati da almeno un’ora di lievitazione, all’ultimo reimpasto lascia lievitare le pagnotte direttamente sulla placca che poi metterai nel forno…e vai ;D
    ciao alla prossima

  6. ciao Kja!
    complimenti,il sito è veramente interessante e ricco di contenuti “gustosi”(se mi passi il termine..)!
    appena ho un po’ di tempo vorrei provare il gravadlax, poi ti faccio sapere come viene.
    ciao

  7. Ciao,ho vissuto a londra per un anno e non avevo mai visto certi posti..sono discretamente bollita..i tuoi indirizzi sono stati stra apprezzati,ciao e brava!

  8. il tuo blog è bellissimo!!!!

    Ma le foto dei piatti le fai tu?
    Sono foto da professionista…. favolose!!!

  9. Cara Kja,indovina qual è la pagina iniziale del mio computer…?ma il tuo strabiliante sito!Sei bravissima complimenti

  10. federica
    ciao e benvenuta, grazie per il “bellissimo” :)
    Si le faccio io :*

    Romy
    ciao e benvenuta anche a te. Il tuo commento mi ha intenerito molto :)
    grazie.

  11. …è bello percepire l’entusiasmo in una ragazza così preparata e scoprire che a volte il cibo è surclassa il mito delle …veline!! ;-))
    ho linkato il tuo blog a mia figlia sicuro che le emozioni che trasmetti diventino anche sue….

    ciao chiara

    FF

  12. Ffreefly
    E` giusto che ciascuno segua le sue passioni/ambizioni e le mie in effeti rigurdano la cucina :)

    Peter
    Grazie, sei molto gentile :)

  13. Ciao Kja, ti voglio fare un unico immenso complimento: sai donare con le tue parole e il tuo entusiasmo la magia di sapori lontani, di profumi sconosciuti, di locali e tradizioni. Sai trasmettere il piacere dell’assaporare e del gustare, infondendo con ogni descrizione, foto ed esperienza tutta l’atmosfera di una vita colta in ogni sfumatura.
    Grazie, il tuo blog è affascinante come il tuo modo di essere.

  14. Kya
    Sono io che ti ringrazio e resto senza parole per questo aprezzamento espresso con tanto affetto. Sono felice di averti trasmesso “sapori lontani e profumi sconosciuti”, e` solo che se qualcosa mi piace amo condividerla con gli altri.
    :*

    Kja.

  15. appena visto il blog (dalle pagine di D di Repubblica, mi pare o da Grazia, ora non ricordo), sono rimasta positivamente fulminata dalla dolcezza con la quale comunichi la tua passione culinaria, dal modo di scriverne e dalla poesia che viene fuori dalle tue foto. Complimenti e .. subito ho dato via al mio nuovo blog culinario (ché nella vita mi occupo di altro e gestisco, anche per lavoro, altri blog!) un saluto affettuoso
    simona

  16. Carissima

    davvero moltissimi complimenti per il sito – splendido – e per come sgorga da
    queste pagine l’amore per la cucina e per il bello. Se sei davvero giovane come
    sembra dalle foto il mondo ha ancora qualche speranza. Dio ti benedica.
    Sicuramente conoscerai il romanzo di Muriel Barbery “L’eleganza del riccio”, pare
    che in Francia abbia avuto grande diffusione. Il romanzo non e’ un capolavoro ma
    vi si respira la medesima aria buona del tuo sito: sembri proprio saltata fuori da li.

    grazie e ciao a te e a tutti quelli che cantano il bello e il sacro del mondo in cucina (o in qualunque altro modo)

    Michele

    Michele, ti ringrazio per le tue parole, mi fanno estremamente piacere. Mi riprometto di leggere il libro che mi citi e che conosco solo per sentito dire, per respirare dell’aria buona.
    Un bacio.

    Kja

  17. Hai un bellissimo Blog, complimenti.
    Ti ho copiato la salsina con zafferano, latte e jogurt su polenta e ‘prosciutto’ e l’ho rivisitata per fare la ‘carbonara del contadino’ con le zucchine al posto della pancetta.
    Grazie per l’idea.

    Grazie a te, bello il nome “la carbonara del contadino” :)
    Comunque la ricetta e` di Leo coem giustamente ha segnalato lui qui sotto

  18. Ciao Kja, il tuo sito è raffinatissimo, complimenti! Anche io sono un’appassionata di tè e volevo segnalarti, se già non lo conosci, MARIAGE FRERES a Parigi. Ormai ci sono moltissimi punti vendita ma io ti consiglio il primo che si trova in Rue du Bourg-Tibourg. Visita anche il museo del tè, lo troverai fantastico!

    Ciao Sabrina, grazie: raffinatissimo e` un aggettivo che apprezzo molto :)
    Ti dico la verita`, ho assaggiato dei tè di Mariage Frères e li ho trovati molto buoni, anche se a tratti un po’ piu` costosi della media, ma nell’unica occasione in cui ho preso il te` in loco ho subito una cocente delusione, per il trattamento, tipo refettorio e, ancor piu` grave perche` il mio delicato te verde e` stato bruciato con acqua troppo calda ed e` risultato inbevibile :( Forse sono stata sfortunata. Il museo del te` pero` lo andro` a vedere molto volentieri. Ricambio segnalandoti la mia sala da te`preferita in assoluto:

    Tea smith

    un bacio.

    Kja

  19. Ti seguo ormai da un anno, senza continuità temporale, ma ogni volta che torno sulle tue pagine faccio una full immersion e recupero idee e gioia culinaria.
    Quello che mi ha sempre affascinato è la maestria e la passione che metti in tutto ciò che fai, l’amore che trasuda dalle meravigliose immagini che imprigionano odori e sensazioni.
    Per non parlare della ricerca minuziosa del particolare, di quel modo di dipingere e sfumare le parole, di scrivere e far parlare le immagini, dall’ingrediente all’accostamento cromatico (piatto, piattino, ciotola, bacchetta, organza, rafia, tovaglia o tovaglietta che sia), dal negozietto al luogo che non conoscevamo, con il tuo modo di descriverlo e caturarne quel qualcosa in più.
    Il mio desiderio? Essere tua ospite o ospitarti in casa mia (a Milano) e cucinare con te. E invitare anche il mio ragazzo, che sono certa rimarrebbe estasiato dalle tue stupende creazioni.
    Hai mai pensato di proporti a Ferran Adriàl nel suo El Bulli?

    Emanuela
    grazie per le tue dolcissime parole, mi hanno permesso di vedere il mio blog con occhi diversi. Molte attenzioni sono infatti consapevoli ma e` vero anche che altre sfumature, come tu le definisci, fluiscono naturalmente e sono per me scontate, mentre un’altra persona, certo dotata di una particolare sensibilita` come devi essere tu, le coglie e le apprezza. E a mia volta le riscopro anche io. Penso che il tuo desiderio si possa esaudire, fino a poco tempo fa saresti potuta essere mia ospite ma purtroppo ora non ho piu` un pied a` terre milanese. Ma possimo organizzarci magari per un te` :)
    El bulli? Esagerata 😉
    Un bacio.

    Kja

  20. Ciao Kja !

    Sono arrivata oggi per la prima volta sul tuo blog e ne sono rimasta ammaliata…Mi sono immersa in tanti piccoli sogni, le tue ricette, le città di cui parli, così care anche a me, come Londra e Parigi, i profumi, i colori, i sapori… Grazie per avermi regalato questi momenti bellissimi. Spero di tornare a trovarti presto. Io e il mio compagno amiamo la cucina e abbiamo un sito di vendita di prodotti aliemntari italiani di nicchia, facci un salto se ti va e fammi sapere se ti piace. Il tuo commento mi interessa. http://www.gustoshop.eu Ciao!!!

  21. Carissima,
    ho trovato il link per il tuo blog su “glamour” e ne sono rimasta molto entusiasta..Complimenti per ciò che fai e soprattutto per come lo fai..Dalle tue parole, foto e tutto il resto traspare una grande passione, ma soprattutto la spontaneità nel cogliere anche il più piccolo dettaglio da poter poi condividere..Scorrendo le pagine sembra di sentire i profumi,i sapori..di essere lì dove un attimo prima eri tu..Continua così, perchè in mezzo a tutta la frenesia e superficialità che ci circonda questo è davvero un piccolo angolo di paradiso!
    Sei grande!
    Ari

    …Essere lì dove un attimo prima eri tu…
    Grazie, you make my day! Le tue parole mi hanno commosso, l’idea di essere riuscita a trasmettere così tanto mi fa infinitamente piacere. Del resto penso sempre che chi legge e riesce a cogliere certe sfumature deve essere dotato di una sensibilita` particolare. Un bacio

  22. Ciao, più volte nelle mie ricerche mi sono imbarcato nel tuo sito. Oggi, nel cercare notizie sul Gazpacho è ‘riemerso’ il link che avevo aggiunto tempo fa tra i preferiti e che avevo dimenticato. Oggi leggere l’articolo sul mercato di Union Square o trovare ricette sui piatti giapponesi come il Soba (sono tornato da una settimana dal Giappone e tra soba e ramen sono impazzito)mi chiedo da cosa derivi tanta passione e come sia interessante condividere le stesse passioni o addirittura gli stessi ‘scatti’ (avrei piacere di mandarti qualche foto di Soba o del mercato del pesce di Tokyo!).
    Scusa della lungaggine ma ‘scoprire’ il tuo sito è stato come averti incontrarto ‘da vicino’ e scoprire affinità elettive rare da trovare in una società cosi ‘distratta’. Spero di poterti incontare presto, Sabato

    Ciao Sabato,
    grazie, mi fa piacere che il mio blog ti sia piaciuto!
    Sarei curiosa di vedere le foto del mercato del pesce di Tokyo! E` un’altra citta` che ispira molto, anche se al momento non e` sulla lista dei luoghi che visitero` nell’immediato.
    Ps quel gazpacho di fragole ` molto buono 😉

  23. Come posso inviartele? Ho le mie foto e video su ringo.com ma per poterle vedere ti devo inviare un link via posta. Mi daresti un riferimento mail?
    buona serata

  24. Cara Chiara,
    ho scoperto il tuo sito leggendo un articolo su glamour… mi ha talmente incuriosito che sono venuta a dare una sbirciatina!!! Ora sei fra i preferiti 😉
    Tutto quello che Crei mi ricorda la dimensione del sogno!!! Ogni ingrediente (e ti giuro alcuni sconosciuti dalla sottoscritta incompetente) ricorda qualcosa di ancestrale e di magico…
    Complimenti davvero sinceri
    Farò sicuramente tesoro delle tue idee meravigliose
    a presto

    Ti ringrazio per le tue parole, i sogni sono una delle dimensioni da cui traggo ispirazione, ho una vita onirica molto intensa :), quindi
    quello che dici mi fa particolarmente piacere. Se provi a fare qualcosa fammi sapere:)
    Un bacio.

    Kja

  25. Ciao..sono Alessandra e siamo coetanee..anche io ti faccio tanti complimenti..Usi le parole come immagini..i tuoi post sarebbero a colori, anche se tu non aggiungessi le foto!..a colori e profumati..:-)
    Nel frattempo sono stata incuriosita dal Matcha..solo ne ho comprata una quantità incredibile..oltre che berlo con il latte, sarò costretta a usarlo per riempirci i cuscini per rimpiazzarlo…Sai mica se per caso fa bene anche per la pelle, o simili..da farne una cremina? Alessandra

  26. Alessandra
    ciao e benvenuta, ma che carina, grazie per queste parole.
    Hai comprato una quantità incredibile di matcha? wow ma hai trovato un rifornitore che fa prezzi stracciati oppure e` stata un investimento?!
    Creme per la pelle non saprei, so che berlo fa benissimo a diversi organi,pelle compresa 😉
    In attesa di alcuni biscottini che sto per postare se ami i pancake puoi provare con questi
    Matcha pancake, sono buonissimi 😉

  27. ..tutto è successo perchè nell’acquisto ho delegato il mio ragazzo..MAI fare un simile errore..:-/

  28. e pensare che invece io da Mariage Frères ho apprezzato anche un tè affumicato – che non amo per niente – ordinato per sbaglio, viste le perfette infusione e temperatura… come pure mi piace l’atmosfera coloniale, che associo (d’accordo, questa è una via interna del tutto privata) al decor dell’ex museo delle arti africane e oceanografiche, nel palazzo della Porte Dorée, oggi La Città della storia dell’immigrazione (non l’ho visto in quest’ultima versione, spero il decor, coerente dal pavimento alle maniglie, sia sempre lì). E la crostata di crème brûlée che riposa su una manciata di fragoline selvatiche, e le gelatine di tè…insomma, la scoperta di una città è anche una storia del tutto personale, irripetibile. Comunque, le tue note sono molto suggestive, le terrò presenti in un prossimo giro parigino. Bel blog, che fa pensare alla cura con cui ti ci dedichi :)

    Grazie per aver condiviso il racconto su Mariage Frères, mi hai fatto venire voglia di tornarci e dargli un’altra chance.
    la “crostata di crème brûlée che riposa su una manciata di fragoline selvatiche” e` un’ immagine bellissima e ispirante.

  29. ciao Kja,
    ho letto del tuo sito da una rivista presa… dal parrucchiere!! sono rimasta incantata dalla tua “leggerezza” nel descrivere le ricette e le tecniche di cottura e dalla ricchezza dei dettagli, a volte sembra di sentirne il profumo!! direi proprio che sono una tua fan!
    sperimenterò quanto prima la Nage! Ho letto che siamo anche quasi “vicine di casa”! :-), kissà magari potremmo scambiarci indirizzi utili x lo shopping culinario.
    Complimenti! a presto Iris

    Iris, che nome splendido! Una mia fan? Mi fai arrossire :)
    La nage e` un’ottima tecnica di cottura, te la consiglio vivamente. Molto volentieri, se conosci Lipomo devi essere per forza una “quasi vicina di casa”, vista la scarsa fama del mio paesino :)
    un bacio

    Kja

  30. Adoro leggere i tuoi post specie quelli che parlano di Parigi, mi sono innamorata di quella città e mi piacerebbe proprio tanto poterla vivere un pò. Non so che altro dire, mi seggo davanti ad un tuo post sempre un pò stanca e finisco sempre..sognante e con la voglia di andare :)

    Grazie Monkia, mi fa davvero piacere riuscire a trasmettere anche solo un pezzettino di questa citta` stupenda :*

  31. Ciao kja,
    ho curiosato nel tuo blog dopo averlo trovato nei consigliati di SeiDiModa.it.
    E’ bellissimo!..e nonostante io non abbia ancora sperimentato molto in cucina, lo trovo meravigliosamente attraente 😉
    Una dolce pausa nelle giornate di studio….esami scientifici dai colori freddi addolciti da quelli caldi delle tue foto! Ti ammiro per la passione che ti spinge a coltivare un blog così ricco di sogni, interessi e di esperimenti nuovi! Un bacio!

    Ti ringrazio molto AnnaLisa! Che bello il contrasto di colori con cui identifichi le diverse sensazioni che provi. Lo studio di materie scientifiche nel mio caso risale al liceo, amavo biologia tanto quanto odiavo fisica e chimica. Ora mi sono un pochino riconciliata con queste materie perche` andando al di la` dei libri ho visto che servono davvero per capire meglio la realta` che ci circonda.
    un bacio anche a te :*

  32. Ciao bella bionda!
    Il tuo blog è una meraviglia per gli occhi, complimenti per il tuo gusto eccellente! Ma permettimi una piccola osservazione, in quanto italiana perché non inserire anche qualche luogo magico da esplorare nella Capitale nostrana? Sono sicura che ne conoscerai da consigliare ed appuntare sulle agende di noi semi stanziali…

    Ciao Marta :)
    grazie, sei troppo carina. Ma guarda Roma purtroppo la conosco poco nulla dal punto di vista enogastronomico :(
    diversamente non esiterei a dare consigli. Ma se dovessi fare una trasferta non esitero` a lasciare qualche spunto sul blog :)

  33. complimenti, vivo a Londra da un anno e mezzo e cercavo qualcuno che mi facesse da cicerone per stuzzicare qualcosa di nuovo..peccato che la zuppa di peperoni e’ a Parigi..seguiro’ la tua ricetta..i posti che hai elencato di Londra li conosco quasi tutti ma come li hai descritti tu fa’ venir voglia di tornarci tutti i giorni e scoprirne di nuovi.Brava

  34. ciao Chiara,
    trovo il tuo blog assolutamente fantastico sopratutto per una appassionata di cucina come me che ha fatto da anni di questa passione anche in parte la sua attivita’.Ho un negozio di accessori per cucina e food e avendo rinnovato il negozio vorrei fare una festa per inaugurarlo e mi piacerebbe usare una tua foto per gli inviti.Pensi che sarebbe possibile? Aspetto una tua risposta.Grazie e complimenti ancora

  35. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Cernia al vapore con pesto di aneto

  36. salve o ciao se posso darti del tu. Mi chiamo Antonio, trentanove anni da Trieste. Ho visto il tuo blog. Bellissimo! purtroppo io sono celiaco. Complimenti per la tua laurea in comunicazione! hai preso 110 e lode? posso chiederti quanti anni hai? in bocca al lupo per il blog. Cordiali saluti. Antonio.

  37. Complimenti per il tuo blog! Io curo una rivista di arte e gusto, OraZero.com
    inoltre la mia passione e lavoro principale è nel mondo del tè.
    mi chiedevo se eri interessata a pubblicare delle tue ricette lì come “expert in food and teas”

    sentiti libera di contattarmi se ti piace l’idea! grazie
    elisa

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *