Cedro candito (e give away)

cedro

Questo cedro l’avete gia` visto, anche se forse non e` facile riconoscerlo. Ma cominciamo dall’inizio. Qualche tempo fa durante l’abituale visita ad un negozio biologico che sta a due passi da casa (e che definire semplicemente biologico e` riduttivo dato che oltre ad essere bio i loro prodotti sono davvero buoni) sono stata sorpresa dalla presenza di alcuni begli esemplari di cedro. L’aspetto del cedro ricorda quello del limone ma il nostro oltre ad avere una taglia piu` importate ha una pelle adorabilmente bitorzoluta, screziata di un verde-blu, e un profumo inconfondibilmente aromatico. Dopo aver scelto il mio me ne sono perdutamente innamorata, di un amore geloso. Sapevo che dovevo prepararlo in qualche modo ma preferivo guardarmelo ( e annusarmelo) ogni tanto con fare sognante e tornare a riporlo in frigorifero. Dopo 3 giorni mi sono resa conto che questo cedro assolutamente bio stava inesorabilmente perdendo il suo profumo e anche la sua bella pelle dava segni di sofferenza quindi mi sono decisa (a malincuore) a trasformarlo. Dopo aver scartato insalate, cupcake, torte e altro sono andata all’essenziale: conservare la buccia. E quale miglior modo se non quello di candirla?
Intanto Caffarel mi preparava e inviava un pacco elegante e curato, scrigno di una tavoletta di cioccolato fondente da qualche chilo e di una manciata di stelline. Un regalo raffinato e ludico che mi ha fatto tornare bambina per un momento.
Ed ecco che il cedro candito tornava in gioco, dall’accostamento con il cioccolato era nato il pudding con cui avevo partecipato al Calendario dell’Avvento Caffarel.
Mentre riponevo il cioccolato e le stelline restanti ho pensato che sarebbe stato davvero bello che almeno uno di voi ricevesse questo regalo e Caffarel, con gentilezza ed entusiasmo si e` prestata al gioco. Quindi se volete provare a ricevere in regalo questo bellissimo pacco LASCIATE UN COMMENTO ENTRO LE 23.00 DI DOMANI SERA, quindi estrarro` a sorte il destinatario.
Se dopo tutto questo parlare di chili di cioccolato volete una ricetta vi segnalo l’ultima uscita del Calendario dell’Avvento Caffarel gli spicchi golosi di Ely, una ricetta coccolosa che abbina agrumi e cioccolato.

cedro cut

cedro candito

Essendo alla ricerca di una ricetta rapida mi sono imbattuta in quella di Giallo Zafferano di cui sono abbastanza soddisfatta visto il compromesso tra tempo necessario per la realizzazione e il risultato. Ve la riporto qui con le mie modifiche

Cedro candito

un cedro biologico
zucchero semolato
acqua

Tagliate a striscioline la buccia di un cedro bioo, dopodiché mettetela in una pentolina e coprite di acqua. Portate a bollore e prolungate la bollitura per 2 minuti; fate quindi raffreddare il tutto, poi buttate via l‘acqua e ripetete l’operazione un’altra volta in modo da eliminare il sapore amaro delle bucce.
Una volta fredde scolate le bucce e pesatele. Con il valore ottenuto misurate un peso equivalente di zucchero e acqua. Ponete questi due ingredienti in una pentola e scaldate fino ad avere uno sciroppo, immergetevi le bucce (se per esempio, le bucce scolate peseranno 100 gr, dovrete utilizzare 100 gr di acqua e 100 di zucchero).
Ora fate cuocere le bucce fino alla completa asciugatura dello sciroppo, facendo attenzione però a non fare caramellare lo zucchero, che non deve scurirsi, ma solo addensarsi. Quando le bucce sono ancora calde rotolatele in altro zucchero. Conservatele in un una scatola a chiusura ermetica.

cedro_verre

Condividi:


91 commenti a “Cedro candito (e give away)

  1. ne sento tutto il profumo…è il regalo giusto per chi non ama i dolci (ci sono, ci sono…), ma per natale non si vuole far restare a bocca vuota! baci.
    p.s. che foto! è stato proprio amore tra voi, èh? :))

  2. tentiamo nella fortuna!
    adoro il cedro candito e sono sicura che il tuo, preparato con così tanto amore sarà buonissimo!
    anna

  3. Eccolo qua finalmente! Nell’impossibilità di prepararlo ho comprato del cedro candito da Giovanni Galli, questo frutto resta una delle mie chimere, assieme alla pastinaca.

  4. mi ero proposta di provare il pudding e ricevere quel pacchetto così bello sarebbe un ottimo incentivo a prepararlo subito :)

  5. Cedri! Ogni estate durante le mie vacanze calabresi (lungo la Riviera dei Cedri) ne faccio sempre scorta!
    Però qui a casa reclamano sempre a gran voce il “cedrino”, il liquore fatto con la parte verde della buccia. Non ho mai provato a farne canditi :)
    Provo anche io, si sa mai…
    Irma

  6. sembra di stare in una favola! Chissà se la mia fata madrina farà l’incanteimo, io adooooro il cioccolato!

  7. Due dare via in pochi giorni? Presente!

    Comunque non per essere monotematico ma il Libano viene anche chiamato ‘il Paese dei cedri’ eh.

  8. io ho candito pure le buccette del calamondino che ho in terrazza, che in sè non è commestibile, ma ha un profumo intensissimo

  9. Ciao, ti leggo sempre ma non commento mai… ammiro, però :) Le farfalle sono meravigliose, sembrano vere!
    Tanti auguri, Ila

  10. C’è una bella corrispondenza d’intenti nell’aria del web: anch’io qualche giorno fa ho fatto la mia scorta di cedri e arance della Calabria per la realizzazione di una variante della tua ricetta e per la cui realizzazione…come dire…il cioccolato c’entra, c’entra molto;-)

  11. Ero in cerca di qualche idea per i regalini ( dolci) per il giorno di Natale. Un sacchettino di scorzette candite con un bel nastrino sarebbe perfetto come segnaposto!

  12. Proviamoci! oggi è la giornata dei giveaway :-)

    p.s. bellissimo il tuo cedro…immagino il profumo…poi oltretutto è bio, e sinceramente, quando io mangio qualcosa non bio non riesco nemmeno più a percepirne il sapore :-)

  13. Non so perchè ma non ho mai pensato di farmelo da sola, e dire che fa parte del dolce natalizio per eccellenza della mia città! Invece lo compro sempre gia’ candito…il prossimo anno provo questa tua ricetta! Per ora partecipo al give away..! a presto!

  14. tento anch’io la sorte per questo splendido regalo di natale…
    Foto meravigliose ed emozionanti come sempre :-)

  15. mmmmmhhhhh cedro candito… ho appena fatto limone e zenzero canditi, volevo provare anche con la zucca ma a questo punto vado alla ricerca del cedro!

  16. faccio le scorze di arancia candita di solito..poi li intingo per metà nel cioccolato fondente..una goduria!

  17. Uh mamma, il cedro lo mangiavo da piccola, mia zia aveva un albero… Tagliato a fettine e cosparso di zucchero… Peccato che non abbia più rivisto in giro i cedri, ma mi hai fatto venire voglia!

  18. Ma che buono il Caffarel fondente,
    super goloso e così suadente!
    Da Babette davvero un bel pensiero,
    dal sorteggio vincere io spero.
    Comunque vada è una occasione speciale,
    per fare a tutti i migliori auguri di BUON NATALE!

  19. …ahime’, io che non so candire, il bellissimo cedro avrei fatto marcire …. ma del cioccolato mangiare almeno posso sperare ….

  20. Che buono il cedro candito… peccato che “dalle mie parti” sia praticamente impossibile trovarlo!

    PS Che belli piattino e cucchiaino!!!

  21. Il cedro mi ricorda mio zio che ce lo portava sempre dalla Sicilia… Come sempre mi regali ricordi e profumi. Grazie

  22. Un’ottima e golosa idea per i regalini di Natale! Spero di vincere questa volta!!!!! Auguri per le prossime festività!

  23. eallora siamo due disattente!:D giveaway anche io di qui…sia mai che si rifiuta una dolcezza:DDD (ps. rientri per Natale in lipomolandia? abbiamo sempre una pizza in sospeso:D)

  24. Ohhh un Natale Caffarel si si!
    Ecco, la scatola a chiusura ermetica mi ci voleva perchè io l’ho fatto e lasciato in una scatola di latta ma ha fatto la muffa :-((

  25. Provo sanche io a sfidare le leggi del caso…si sa mai…

    E cmq ti devo dire che il tuo blog che è da sempre uno dei miei preferiti, sotto natale diventa sempre il più bello di tutti!!!
    Hai una prosa ed un modo di fare foto che sembrano fatti apposta per trasmettere quel pizzicorino tipico dei momenti di festa, o comunque dei m omenti ricchi di suggestioni! :-)

  26. mai provato il cedro, e quest’anno sto ancora aspettando delle arance che meritino di essere candite 😀 speriamo bene! 😀

  27. Anch’io faccio le scorze candite solo con le arance, se trovo il cedro proverò anche con quello. E intanto provo con il giveway :)

  28. Stanata! pur di avere una chance di vincere… 😉
    Ne approfitto per dirti che le tue dritte parigine sono sempre nel mio carnet quando sono nella mia città preferita!

  29. le tue fotografie sono uniche……..
    le scorri… e la magia ti prende ti sembra di toccare con mano il cedro, sentire ….il profumo, e vedere le farfalline che volano tra un fiore e l’altro …………..tutto
    irresistibile devo provare subito le tue ricette..

    p.s. adoro i cioccolati caffarel extrafondenti

  30. Mi sono lasciata sfuggire il giveaway fra regali e valige da fare però… ne approfitto per farti gli auguri di Natale e di buona anno nuovo ^^

  31. Una rivelazione-scandalo che ristabilira` la verita`dell’accaduto: nel testo del post si legge, “Dopo 3 giorni mi sono resa conto che questo cedro assolutamente bio stava inesorabilmente perdendo il suo profumo”.

    BALLE!!!

    In realta` dopo MOLTI giorni Chiara ha emesso un “gridolino” di “disappunto”, condito con una colorita “interiezione”, “dicendo” di essersi completamente dimenticata del povero cedro.

    Le virgolette sono di censura; al posto delle parole tra virgolette immaginatevi un deciso peggiorativo, e vi avvicinerete alla realta`.

  32. Sono arrivata su questo sito cercando una ricetta per candire un cedro, bellissimo, che ci hanno regalato…però, scavando nei ricordi, consiglio di lasciare un po’ di parte bianca attaccata alla buccia, il pezzo rimarrà molto più succoso ed appetitoso.
    Buon appetito a tutti. Patrizia

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *