Pastinaca burro e miele

Mi affaccio da queste parti facendo finta di niente o quasi anche se so che un po’ di tempo ne e` passato dal’ultima volta. Pero` non sono a mani vuote, vi porto un contorno goloso a base di pastinaca, una delle verdure che da qualche anno fa costantemente parte della mia personale collezione autunno-inverno di ingredienti di base. Compromesso seducente tra patata, rapa e carota la pastinaca, che pur mi pare strano chiamarla cosi` perche` io l’ho scoperta in lingua francese e quindi per me lei sara` per sempre le panais, e` versatile e gustosa. La ricetta di questa pastinaca burro e miele viene da un numero di Donna Hay della scorsa estate, dove vi ricordo a quelle latitudini era pieno inverno e anche piuttosto rigido da quanto mi hanno testimoniato. La mia versione e` stata alleggerita di burro e miele per una resa che sospetto sia piu` equilibrata dell’originale. Con un uovo freschissimo cotto all’occhio di bue e del pane rustico il piatto era completo e gustoso.
Prima di passare alla ricetta vorrei pero` parlarvi di una vicenda importante.
Pochi mesi fa Chiara, la foodblogger autrice di Tocco e tacchi, ha aperto a Genova, con la complicita` di una socia, Claudia, un ristorantino cosy realizzando cosi` un sogno accarezzato a lungo. Immagino che sia stato difficile arrivare a concretizzare questo desiderio.
Ci saranno voluti dei sacrifici, tanto entusiasmo e tantissimo coraggio per iniziare quest’avventura che purtroppo ha avuto recentemente una brusca interruzione. La pioggia e il fango a Genova non hanno risparmiato ne` le persone ne` i sogni. Quando Chiara ha condiviso la situazione che la sua amata Officina di Cucina stava attraversando alcune foodblogger volenterose e sensibili hanno avviato un tam tam che ha permesso, grazie ad aziende generose, di soddisfare alcuni bisogni di Officina di Cucina. Leggere il wall del gruppo facebook creato per sostenere l’iniziativa e` emozionante: tantissime aziende con il tramite di varie foodblogger hanno fornito un aiuto concreto. Purtroppo questo non basta. Al di la` delle materie prime perdute e dei piccoli elettrodomestici resi inutilizzabili il locale ha subito dei danni che devono essere risolti con l’aiuto di professionisti. Per questo vi lascio gli estremi bancari di Officina di cucina, sperando che sapendo quanto e` successo vi venga voglia di fare un dono, anche piccolo, non esitate, perche` Officina di Cucina possa riprendere al piu` presto l’attivita` e in forma smagliante.


IBAN: IT86T0617501410000001648580
Intestato a: OFFICINA DI CUCINA S.N.C. FONDI ALLUVIONE 2011 NEGOZIO
Banca Carige – Swift Code: CRGE IT GG 110

panais_arrostito

Pastinaca burro e miele
500 g di pastinaca, ogni radice sbucciata e tagliata a meta` nel senso della lunghezza
6 spicchi di aglio
25 g di burro
1 cucchiaio di miele di acacia
sale
pepe (di Sichuan se si vuole)

Scaldare il forno a 180 gradi. Fondere il burro con il miele a fuoco dolce. Porre i pezzi di pastinaca e gli spicchi di aglio su una teglia da forno foderata di carta oleata e bagnata con poca acqua. Spennellare il tutto con il burro al miele, salare e pepare. Porre in forno per 45-50 minuti. Servite la pastinaca con gli spicchi di aglio e il sughetto. Contorno eccellente per dare un twist all’uovo al tegamino.

Condividi:


18 commenti a “Pastinaca burro e miele

  1. mi invogli a comprarle quelle carotone bianche che vedo sempre al mercato e mi chiedo se avranno un sapore diverso da tutte le altre radici che riempiono i banconi invernali da queste parti. Direi golose, e mi intriga l’aglio e il miele insieme.

  2. Ciao Francesca, il panais e` buonissimo secondo me! E questa versione arrosto con miele e aglio al forno una meraviglia. E so che sei fan dell’uovo al tegamino che ci sta benissimo 😉

  3. vive le panais, vive l’ovetto al tegamino bono bono e sopratutto viva il cuore e la passione che ci rendono umani e vicini di fronte a qualunque difficoltà! :)

  4. Pingback: Genova_Aggiornamento_Officina_Di_Cucina |

  5. trovarla, anche in piemonte, è difficilissimo, e semmai ci riuscissi non avrei dubbi sul come usarla. quel luccichio che il miele dà alle cose è magnetico.

  6. Questo e un radice molto usato in inghelterra dove si chiamma Parsnip, vi torvaro molte ricette diverse nella cucina inglese

  7. Io non ho mai assaggiato una pastinaca :-( A Milano non le ho mai trovate, dovrò attivare la modalità segugio. Una curiosità: gli spicchi d’aglio in camicia quando inforni li metti sopra i pezzi di pastinaca?

    A presto :-)

  8. Francesca
    Mi raccomando, anche perche` pare che tu sia una delle poche fortunate che ha trovato il panais senza problemi.

    Valentina
    assolutamente! Ho letto che ieri Chiara e la sua socia hanno riaperto, benche` sfinite per i lavori di pulizia e contenimento danni e hanno avuto un buon successo di pubblico :)

    Juls
    Sia che io ti aspetto quando vuoi :*

    Valeria
    Hai ragione, il miele fa meraviglie! Direi che pero` nell’attes adi trovarla si puo` provare la stessa ricetta con delle rape o delle carote

    Laura
    grazie, sei gentilissima, mi fai arrossire

    Diane
    Dovro` provare qualche ricetta inglese con il parsnip allora :)

    Carolina
    ciao, sto bene, spero anche tu, grazie per il tuo bentornata 😉

    Lilium
    Ma che peccato! e` buonissima, ma fa parte delle verdure dimenticate credo. A Mialno non l’ho mia cercata ma forse da un frutivendolo ben fornito si dovrebbe trovare. Gli spicchi li ho messi di lato alla pastinaca durante la cottura, li ho sovrapposti solo per servire.

  9. La pastinaca mai assagiata…la cerco, però, sìsì già da oggi, vado!! (tra i banchi del mercato, non si può mai sapere la fortuna…;)) quel sugetto ha un aspetto tale da assaggiare subito! Se non trovassi la pastinaca, provo con le patate, è un’eresia?? Il fatto è che l’insieme di ingredienti così semplici e coccolosi, ma dal risultato sicuramente eccellente mi piace molto!! saluti Lys

  10. qui non si trovano, ma apprezzo dalla tue foto la bontà del piatto!
    …e per Chiara possiamo tutti fare qualcosa ognuna nel proprio piccolo, la blogger-solidarietà funziona!

  11. Pingback: ilgamberorusso» Blog Archive » Vellutata pastinaca e zenzero

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *