Gratin di mele alla fava tonka

mele_gomitolo

Nell’ultimo post avevo fatto un po’ il bilancio dei trascorsi meteo che abbiamo avuto a Parigi durante l’estate. Se ricordate avevo sin espresso una punta di amarezza per la mancanza di temperature alte. Non l’avessi detto. Sono stata ampiamente accontentata nei giorni successivi con quella che e` stata definita da tutti come l’été indien. E cosa si fa in estate? Ma ovvio! Si va in spiaggia. No beh, quello era il mio sogno ad occhi aperti. Stare sotto un grosso ombrellone di paglia da qualche parte in Salento/Sicilia/Brasile con una lettura piacevole* sarebbe stato un modo meraviglioso di trascorrere le giornate di calura. Toh, anche i quais della Senna mi sarebbero potuti andare bene.
E invece ho passato il periodo in piena atmosfera natalizia spacchettando decorazioni, facendo il torrone e chi piu` ne ha piu` ne metta. Non sono impazzita e penso che altri si riconosceranno in questo comportamento che potrebbe essere tacciato di follia. Non era il mio primo Natale quest’anno, ma ero stata graziata a luglio da un clima “comprensivo”. Che si e` ampiamente vendicato a questo giro. E ora? Fa freddo e pioviggina naturalmente. Quindi cosa meglio se non questo ottimo gratin di mele alla fava tonka? Si prepara in un attimo ed e` davvero il dolce perfetto per un tea time autunnale. Vi consiglio di cuocerlo in contenitori monoporzione per un effetto easy chic garantito. Le ciotoline che vedete nelle foto e, che trovo semplicemente meravigliose, sono di Pyrex di cui voglio ringraziare pubblicamente i membri dell’ufficio marketing francese per la loro premura e cortesia.
Ho messo della fava tonka per regalare un’intensita distintiva alla farina di mandorle presente nella pasta, ma se non l’avete sostituite con della cannella o la vostra spezia del cuore del momento.

casseruole

casseruole_uovo

preparare_gratin di mele

Gratin di mele alla fava tonka

per 4 porzioni

mele 400g
burro salato 90 g
farina di mandorle 70 g
farina 60 g
albumi 4
zucchero 90 g
zucchero a velo 1-2 cucchiaini
fava tonka una grattatina
riso soffiato 3 cucchiai

Preriscaldate il forno a 200 gradi. Lavate le mele, detorsolatele e tagliatele a pezzetti senza sbucciarle. Fate scaldare il burro in una padella con la fava tonka grattugiata. Quando ha un colore ambrato unite le mele e cuocetele rimestando di tanto in tanto per 5 minuti a fuoco medio. A parte mescolate le farine, lo zucchero, gli albumi. Sgocciolate le mele dal burro e unitelo alla pastella, mescolate bene per incorporarlo. Ripartite le mele cotte in 4 contenitorini che vadano in forno (diametro 9-11 cm circa). Versatevi sopra la pastella e infornate per 15 minuti. Trascorso il tempo decorate ogni gratin con del riso soffiato, infornate ancora abbassando il forno a 180 gradi per 3-4 minuti. Serviteli tiepidi cosparsi con un pochino di zucchero a velo.

gratin_mele

gratin_mele

* e non con l’orribile “In the kitchen” di Monica Ali che mi trascinavo da un po’.
E tu Monica Ali, senza offesa, avrai anche una prosa indimenticabile(?) e una ricchezza di vocabolario tale che mi costringe a leggere con dizionari in braccio, traduttori on line a tutto spiano e un interprete a fianco ma la tua storia non ha né capo né coda. Lo odi cosi` tanto il tuo protagonista Gabriel? Non si merita tutte le brutture che gli hai inflitto! E poi Yuri?! Era solo un diversivo. Spogliato di ogni umanita`, potevi almeno concedergli una morte meno squallida sinceramente.

+1
  
Condividi:


21 commenti a “Gratin di mele alla fava tonka

  1. Quei chicchi di riso che si credono pinoli mi hanno già conquistata! E finalmente tornerò ad usare le mie Tonkine di The Spice Shop che giacciono abbandonate ;)

  2. Da domenica si annunciano temperature autunnali, così potrò riprendere ad utilizzare il forno con più gusto! Anch’io ho cominciato a mettere mano alle decorazioni natalizie….mi piace tanto!
    Buon autunno a Paris!
    xo Chiara75

  3. A fine luglio ho passato un paio di giorni a Parigi: meno male che mia sorella mi ha prestato due maglie, o sarei rimasta intirizzita…
    Ben venga quindi questa …estate indiana, ed anche il tuo crumble che sa d”autunno.
    Ciao!

  4. Complimentissimi per il tuo blog! Queste ricette originalissime ma semplici, le foto così belle che me le incornicerei per appenderle in cucina! Continuerò a seguirti!

  5. anche a me in the kitchen mi ha lasciato un po’ male…

    ok che non tutti i romanzi che girano intorno all’ambiente culinario possono essere come il ventre di parigi… ma almeno una fine seria poteva inventarsela… che non che questo impazzisce e si risolve tutto cosi’

  6. Adoro il sapore delle mele cotte al forno e la spezia che più amo accanto è la cannella!!Che bellissime foto e la ricetta è davvero golosa per l’autunno appena arrivato…

  7. Ciao! Era un po’ che non passavo di qui…è una ricetta fantastica, questa tua…e…cosa vedo sullo sfondo? E’ forse la deliziosa teierina che avevi scovato al mercatino di Saint Ouen? Ti abbraccio forte cara Kja

  8. Mi piacciono le cocotte, sento il profumino e la consistenza di questi dolcini deliziosi al solo immaginarmeli,…non mi resta che inserirli nella to do list tra quelli da provare al più presto…magari la prossima mattina di calma. La teiera sullo sfondo è quella presa a quel banchetto di cui ci hai raccontato qualche tempo fa, vero?? è bellissima!! un saluto Lys =)complimenti e grazie per la ricetta profumosa e autunnale!!

  9. Le tue foto sono,come sempre,una gioia per gli occhi!Non vedo l’ora di sperimentare questa nuova ricetta…oggi poi il clima é perfetto per questa delizia…

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>