Gözleme: pane turco ripieno

gozleme, pane turco ripieno

I pani che non devono lievitare a me stanno simpatici*. E credo che la simpatia sia reciproca dato che mi vengono sempre bene senza problemi. Se poi si cuociono in padella e` ancora meglio. E se li posso farcire con qualche ripieno gustoso si sfiora la perfezione. Quindi quando sono inciampata per caso nella ricetta del Gözleme, pane di origine turca che si puo` farcire piu` o meno con cio ` che si preferisce ho deciso che l’avrei provato seduta stante, non potevo resistere dalla curiosita`. Essendo il ripieno classico feta e spinaci ho pensato che usare delle belle cime di rapa non fosse cosi` fuori luogo e non mi sono sbagliata.
Anzi credo che le cime di rapa con il loro gusto pronunciato e la la loro consistenza leggermente piu` decisa abbiano dato una marcia in piu` a questo pane che e` ottimo freddo. Se aggiungo che si  trasporta facilmente concordate con me che e`perfetto per i pic nic?
:)

*anche perche` ho la rara dota di uccidere gli impasti lievitati. Credo che al supermercato i cubetti di lievito di birra rabbrividiscano di paura quando mi vedono, loro sentono che il mio karma non gli giova.

gozleme, pane turco ripieno

Gözleme: pane turco ripieno

200 g di farina
5 g di sale
25 gr fi olio
50 gr di acqua

per il ripieno:
500 g di foglie e broccoletti di cima di rapa
30 g di pinoli
1 scalogno tritato
100 g di feta
sale e pepe

Preparate la pasta: mescolate farina e sale in una ciotola. Unite l’acqua e l’olio e impastate prima con un cucchiaio e poi a mano per una decina di minuti. Lasciate riposare la pasta nella ciotola coperta di pellicola. Cuocete la cima di rapa lavata e bagnata in una padella con un filo di olio e sale. Girate spesso con un cucchiaio di legno. Nel giro di 5-8 minuti sara` verde brillante e al dente. Lasciatela raffreddare e tritatela. Nella stessa padella fate colorire i pinoli tenendoli girati. Mescolate la cima con lo scalogno, i pinoli e la feta sbriciolata. Dividete la pasta in due palline e stendetele sottili con l’aiuto di un mattarello conferendogli la stessa forma e dimensione. Ponete su uno dei dischi il ripieno lasciando libero un cm di bordo e coprite con l’altra parte di pasta. Sigillate bene. Scaldate una padella antiaderente, ungetela appena e ponetevi il pane. Cuocetelo per 5 minuti a calore medio alto, quindi girate e cuocete altri 5 minuti. Ottimo freddo.

Condividi:


24 commenti a “Gözleme: pane turco ripieno

  1. Il sapore deciso delle cime di rapa affronta meglio la neutralità di un non lievitato, mi piace questo abbinamento :-)
    I pic nik attorno a Pasqua sono i più belli, e quest’anno saranno arricchiti da un tocco di Asia Minore. Ancora auguri!

  2. Lilium
    hai espresso esattamente cio’ che ho provato mangiando questo pane. Penso che con gli spinaci venga buono ma forse piu` delicato. la prossima volta aggiungero` anche una manciatina di uvette :)
    E grazie di cuore degli auguri!

  3. feta e cime di rapa? spettacolare! e che bello il pane da cuocere in padella, mi piace un sacco. non pr niente le piadine mi fanno impazzire (cuocio anche il naan in padella, anche se credo vada cotto nel forno tandoori…).

  4. GnAmMmM!!!! Sembra buonissimo…di origine turca dici? cavolo, penso che le 9 ore d escursione a istanbul che farò quest’estate durante la crociera non basteranno a farmi conoscere molto della gastronomia locale ( anche se ne ho letto un po’ )….
    Ps : va bhe, te la perdoniamo la storia dei lievitati…prosegui pure con questi pani piatti che secondo pure nel bento ci stanno bene ( mentre il pane a volte diventa gnucco chiuso lì dentro.. )!! 😛
    Auguri ancora!

  5. Chiara, mi hai fatto tanto ridere con la storia del cubetto di lievito al supermercato, ti possino ;-)) Bellissimo questo pane turco ripieno, veramente perfetto. La prossima volta che vieni da me ci mettiamo a cucinare qualche bel lievitato, ti va? Ora mi sto specializzando anche nella pizza stile Bonci, ci divertiremo a farla insieme. Baci!

  6. I Gozlem…ricordo ancora una cena gustosissima ad Istambul…in vestina c’erano due signore che li preparavano ad oltranza in diretta…una sfoglia così sottile e gustosa…ok proverò!Stento a credere tu non abbia dimestichezza coi lievitati!!!

  7. Bellissimi, da provare sicuramente! Mi fa sorridere la tua storia con il lievito :-), qui comunque trovo tanto pane di questo tipo (magari non turco, ma simile) nel supermercato, sempre un bel pranzo veloce e piace da matti ai bimbi.

    Ho giusto dei broccoletti!!!

    ciao
    Alessandra

  8. Su le mani per chi uccide i lieviti! eccomi! la kriptonite dei lievitati, ecco chi sono! questo post mi fa provare un affetto anche più marcato nei tuoi confronti!
    ti auguro una Buona Pasqua di cuore Kja!

  9. Fantastico questo pane! Ma cuoce davvero in soli 10 minuti? :-)
    In realtà la cosa che più mi premeva dirti è che anche mia mamma ha delle tovagliette con dei ricami simili, sia nel disegno sia nel colore! Grazie per questo ricordo!
    Buona Pasqua!

  10. pane di origine turca che si puo` farcire piu` o meno con cio ` che si preferisce“.

    Notevole, davvero notevole ]:| Presto su questi schermi: Pollo Tikka Masala di agnello e patate al forno.

  11. Mi sembra un piatto davvero invitante! Ricorda molto le nostre piadine e i sapori sono quelli del nostro sud Italia quindi penso sia davvero gustoso!Inoltre come dici tu sono ottime per un pic nic e ottime per la classica gita di pasquetta! 😉

  12. Ho scoperto il tuo blog da nemmeno una settimana e ho già provato le ultime due ricette che hai pubblicato. Il ginger curd è strepitoso e questo gozleme fantastico (io l’ho fatto con gli spinaci perché avevo quelli in casa), soprattutto per me che sono intollerante al lievito e meno ne mangio meglio sto.
    Complimenti!

  13. l’ho provato questa sera, l’ho fatto vuoto, l’ho fatto con farina senza glutine vista una sospetta celiachia, ottimo, ho dovuto litigarmelo con marito e figli, domani lo rifaccio con farina di grano x loro e gluten free per me, davvero buono, me lo immagino già con un ripieno….

  14. l’ho assaggiato per caso gironzolando per Berlino e, da allora, ho cercato in tutti i modi di ricordarne il nome. le imponenti signore che gestivano il take-away berlinese mi insegnarono a condirlo con succo di limone.

  15. Complimenti, sito affascinante, piacevole, ben fatto.
    Buono il pane turco, provato, ma ha richiesto
    Più acqua di quanto riportato in ricetta ,
    Non so se ho esagerato ma con 50 cc non si
    Amalgamavano gli ingredienti, a presto,
    Visito spesso il tuo sito

    • Marion, hai fatto benissimo ad aggiungere acqua. Credo molto cambi anche in base al tipo di farina utilizzata. Io e` molto che non riprovo a fare questa ricetta, grazie di avermela ricordata.

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *