Carciofi marinati e arrostiti

La ricetta di questi carciofi marinati e arrostiti ha riscosso successo gia` in diverse occasioni e dire che e` pochissimo tempo che li preparo. La ricetta, appena adattata, viene dal bellissimo Sparks in the kitchen un volume di ricette scritto dalla chef americana Katy Sparks, reso scorrevole come un romanzo grazie ai suoi racconti di vita: l’infanzia in una fattoria nel Vermourt, il percorso che l’ha portata dall’abbandono del college ad essere una chef. Il viaggio-studio a Parigi, le storielle di famiglia, l’incontro romantico con il marito ma anche l’apertura e la chiusura poco dopo l’11 settembre del suo ristorante a Manhattan.
Ho letto il libro sul volo di ritorno da NY e alla fine mi sembrava di averla conosciuta di persona Katy. Oltre all’aspetto narrativo le ricette che ho provato fino a questo momento sono davvero eccelllenti. Questi carciofi marinati e arrostiti sono favolosi. Si devono preparare in anticipo ma si conservano in frigorifero per 2-3 giorni senza problemi. Un tesoro prezioso. Katy suggerisce di servirli con un aioli e del pane tostato. Sono ottimi come condimento per una pasta veloce, o come accompagnamento a piccole quiche al formaggio di capra.

Carciofi marinati
8-10 carciofi
2 limoni

per il court bouillon
1 l di acqua
3,5 dl di vino bianco
il succo di un limone
1 cipolla rossa
1 carota
2 gambi di sedano
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro
1 rametto di timo
1 cucchiaino di pepe nero
rametti di aneto e prezzemolo (le foglie le conserverete per la marinata)

per la marinata
1 dl di olio di oliva
2 spicchi di aglio tritati
1 limone bio
1/2 cucchiaino di pepe rosa, pepe verde e pepe di Sichuan
10 g di aneto,
10 g di foglioline di prezzemolo
gli aghi di 1 rametto di rosmarino

Tagliate le verdure del court bouillon a fette, ponetele in una pentola con tutti gli altri ingredienti e fate bollire il tutto per 25 minuti. Filtrate.
Pulite i carciofi e tagliateli in quarti. Portate ad ebollizione il court bouillon, regolate di sale e cuocetevi i carciofi per 12 minuti circa. Scolateli. Preparate la marinata: prelevate la scorza del limone con uno zester, spremetene il succo e mescolate il tutto con il resto degli ingredienti. Frullate con un frullatore ad immersione per emulsionare perfettamente. Ponete i carciofi in un contenitore adatto ad essere riposto in frigorifero e conditeli uniformemente con la marinata. Fateli riposare almeno 3-4 ore, ma anche tutta la notte. Poco prima di servirli scaldate bene una padella antiaderente e poneteci gli spicchi di carciofo per 2-3 minuti girandoli delicatamente. Serviteli caldi. Sono ottimi con una maionese speziata o piccole quiche al formaggio di capra.

Condividi:


15 commenti a “Carciofi marinati e arrostiti

  1. Hanno un aspetto fantastico! Sarà che ho fame ma non so che darei per averne un po’ adesso! :)

    E in pausa pranzo corro in libreria! 😉

    Grazie

  2. Questi colori cosi delicati mi hanno evocato Mistral, un meraviglioso quadro di Monet che ho avuto la fortuna di ammirare domenica al Palazzo Ducale di Genova…
    Poi come sai adoro i carciofi per cui questa ricetta mi tenta tantissimo, grazie!

  3. ricetta davvero fantastica e anche il libro che consigli (mannaggia dovrò ricavare del nuovo spazio nella libreria)

    Un abbrccio

  4. Grazie mille per la segnalazione e soprattutto per averci regalato questa fantastica ricetta. Amo i carciofi e vista la primavera così dirompente nell’Isola di Sant’Erasmo, l’orto di Venezia, fra qualche giorno saranno pronte le “castraure” che preparate con la tua ricetta saranno davvero sublimi! A presto.

  5. I carciofi sono un pò come le melanzane, anche nella più semplice delle ricette, danno fuori il meglio!
    Mi piace moltissimo il colore ruvido del piatto che richiama il rosa delle foglie.
    Mai provato i carciofi arrosto con un battuto di capperi, prezzemolo, sale e aceto?

  6. Chiaretta!!! Io adoro i carciofi, questi mi sembrano buonissimi, trovo fantastica la cottura nel court bouillon per poi essere conditi con la marinata…fantastici!!!!
    Ti bacio! :)))

  7. Sai cosa succede in rete, da un blog vai ad un’altro e stamani mattina ho scoperto il tuo, brava interessantissimo con tantissime cose da imparare oltre le ricette, naturalmente. Metto nei preferiti e me lo leggo con calma. Grazie ciao a presto.Simonetta

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *