La Galette des Rois au matcha

 

E` stata Francesca a propormi di partecipare al contest di Genny sul tema dell’amicizia tra blogger, e mi e` subito sembrato naturale accettare. Non sapevamo cosa proporre ma la certezza era che saremmo arrivate un po’ allo scoccare della mezzanotte, complici le festivita` e il viaggio in India di Francesca. Poi pochi giorni fa, abbiamo avuto la stessa intuizione: una Galette des Rois, dolce che in questo periodo impazza nelle panetterie e pasticcerie di tutte le citta` francesi per celebrare l’arrivo dei Re Magi. La nostra sfoglia, per omaggiare le origini asiatiche dei tre nobili viaggiatori, racchiude pero` un aroma speciale. La tradizionale crema frangipane e` infatti profumata (e colorata) con il matcha, il te` verde giapponese in polvere, il cibo-ingrediente che forse piu` di altri si e` intrufolato nei fili del nostro rapporto.
La prima volta che ci siamo incontrate fisicamente dopo esserci scambiate tante mail, messaggi e telefonate e` stato a Roma, forse fuori da un cinema (o era un teatro?). E` nato subito un bel feeling e la sera abbiamo mangiato una pizza accompagnate dai rispettivi matematici (abbiamo entrambe il matematico personale). Francesca nel tempo mi ha ascoltato, consigliato e offerto tantissimi racconti di viaggio, saperi e sapori sempre con quel suo modo semplice e spigliato che le ammiro. Francesca ha anche una risata bellissima: fragorosa e contagiosa, le illumina gli occhi e il viso in maniera palpabile. Purtroppo non posso goderne di persona tanto spesso ma tra pochissimo si presentera` l’occasione di farlo, e non vedo l’ora :)
Tornando alla galette bisogna dire che da tradizione un oggettino in ceramica vi e` nascosto all’interno: chi trova la fève in questione sara` eletto re o regina della giornata ( pare che sia un ruolo molto ambito). Per distribuire il dolce si manda la persona piu giovane presente sotto al tavolo: senza vedere la galette indichera` a chi dovra` essere assegnata ogni fetta. Un dolce perfetto da servire se ci sono dei bambini insomma, veri o cresciuti che siano :)

 

Galette des rois au matcha

2 rotoli di pasta sfoglia

per la crema di mandorle :
60 g di burro
80 g di zucchero a velo
100 g di farina di mandorle
12 g di matcha ( sono 4 cucchiaini circa)
5 g di amido di mais
un uovo

per la crema pasticcera :
4 tuorli freschissimi,
1/2 l. latte,
150 gr. zucchero,
50 gr. farina,
un pizzico di sale.

per dorare:
un tuorlo e un cucchiaio di acqua

Preparate la crema pasticcera:
Fate bollire il latte meno mezzo bicchiere col pizzico di sale. In una terrina lavorate i tuorli con lo zucchero e la farina setacciata con un cucchiaio di legno. Diluite il composto col mezzo bicchiere di latte freddo tenuto da parte, e senza smettere di girare aggiungete a filo il latte caldo. Versate il composto nella casseruola del latte e
rimettete sul fuoco. Regolate la fiamma a metà altezza e sempre girando senza interruzione fate cuocere la crema per qualche minuto fino a quando si sarà addensata. A cottura ultima versate la crema in una terrina per fatela raffreddare. Mescolate ogni tanto durante il raffreddamento per evitare che si formi la pellicola in superficie.
Preparate la crema di mandorle: setacciate lo zucchero a velo con il matcha e l’amido di mais quindi incorporateli al burro morbido mescolando fino ad avere una crema omogenea. Unitevi la farina di mandorle e l’uovo senza smettere di mescolare. Incorporate alla fine 160 g di crema pasticcera. Stendete un disco di pasta sfoglia e
ponetevi la crema facendo attenzione a porla entro 3 cm dal bordo della pasta. Nascondete all’interno un oggettino di ceramica ad hoc oppure un cece secco come ho fatto io. Spennellate il bordo con un pochino di acqua. Coprite con il secondo disco e sigillate perfettamente, tagliate via la pasta in eccesso. Ponete il tutto in frigorifero per un’ora. Scaldate il forno a 180 gradi. Prelevatela dal frigorifero e spennellatela con un misto di acqua e tuorlo. Procedete alla decorazione: con il dorso di un coltello praticate una croce sulla superficie della pasta, quindi tracciate le diagonali leggermente. Disegnate 4 foglie. Infornate per 25-30 minuti.


Mi rendo conto del fatto che lo scarabocchio qui sopra non sia stupendo ma magari se qualcuno prova a fare la galette la decorazione sara` piu` facile da riprodurre ( e quando la rifaro` io almeno avro` vinto sul foglietto che intanto si sara` perso nessuno sa dove)

 

 

 



 

0
  
Condividi:


19 commenti a “La Galette des Rois au matcha

  1. Bella idea Chiara, mi sorprende che nessuno dei patissiers a me noti a Parigi ci abbia pensato quest’anno…
    Se poi hai voglia di testare la galette con composta di pere ed airelles (non so come tradurre), francamente da sballo, vieni a trovarmi a Vaugirard questo weekend :)

  2. Pingback: Galette des Rois al matcha per la Befana | FrancescaV

  3. che emozione leggerti e vedere da te la stessa galette che c’è nella mia cucina :-) Ottima l’idea del disegno, la volta prossima te lo copio. Mi ha fatto ridere con la storia (verissima) del matematico personale :-D Che dire di più, buonissima epifania da Strasburgo, ti aspetto!

  4. Che bella la vostra amicizia raccontata!
    mi piace tantissimo l’uso del the matcha (che vedo adattissimo a voi, infatti) e l’ultima foto al trovo davvero davvero davvero bella!
    Spicca il the che è una meraviglia!
    un abbraccio e buon anno!

  5. Che eleganza questo dolce e il disegnino on the top è veramente la ciliegina sulla torta…ma sai che proprio non riesco ad immaginare il sapore del composto interno??? Dovro’ proprio provarlo…

  6. E’ bellissima, e poi mi piace che si suggelli un’amicizia con un dolce, per di più..fatto a distanza! Un’iniziativa davvero simpatica…bacioni :-)

  7. La galette è moderna ma la foto, il racconto e forse anche il sapore rimandano a tempi antichissimi. Un modo dolce e nobile per racchiudere un’amicizia :-) Mi avete fatto passare un bel momento, grazie

  8. Arrivo ora dal blog di Francesca, e non posso non fare i miei complimenti anche qui! Bellissima galette e altrettanto bei racconti! Buon 2011!

  9. L’ennesimo gomblotto di palazzo mi ha impedito di mettere gli zoccoli(e i denti) su una fetta della galette(fetta che sarebbe risultata vincente ovviamente) ma considerato il premio da piccola fiammiferaia che ci hai messo forse non mi e’ andata cosi’ male col panettone del CIS ]8)

  10. Sono appena tornata da Parigi e oltre ad aver visto OVUNQUE le gelettes des rois son tornata dicendo: adesso le preparo, anche perché ho fatto una bella scorta di matcha :-) complimenti, le tue galette sono una meriviglia…posso copiare la tua ricetta? buon anno s

  11. bell’intuizione la galette des rois col matcha! devvero originale :)
    belle ancor di più un’amicizia nata dal blog!
    in bocca al lupo x il contest

  12. Pingback: Food porn | le 6 foto più belle della settimana | Spigoloso

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>