Capesante marinate

 

Il pesce crudo resta per me una golosita` irrinunciabile. Ovviamente deve essere freschissimo altrimenti non se ne parla nemmeno. Le capesante devo dire mi piacciono se sono marinate in qualche modo, completamente al naturale, in un piatto di sashimi per dire, non le trovo veramente interessanti. Questa ricetta dagli accenti liguri mi ha conquistato dalla prima volta che l’ho assaggiata. E se all’inizio l’idea di servire i molluschi nelle conchiglia non mi entusiasmava (esteticamente mi faceva pensare alle capesante gratinate che non amo molto) alla fine ho cambiato idea.
Osservando il risultato ho trovato quasi poetico vedere delle foglioline di basilico e dei pinoli posati nelle conchiglie con il pesce. Se non pensate lo stesso procuratevi dei mini piattini se volete proporre vari finger food, altrimenti con 4 capensante a testa risolvete l’ antipasto in modo leggero ed elegante.

Capesante marinate

(per 4 come antipasto o per 8-16 persone come finger food)

16 capesante freschissime con la conchiglia (precisate al pescivendolo che le mangerete crude)
3 cucchiai di succo di limone
8 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiai di pinoli
basilico
sale

Aprite le conchiglie delle capesante, estraete i molluschi lavateli e affettateli con attenzione, lasciate intero il corallo. Lavate anche le parti concave delle conchiglie quindi distribuiteci le capesante affettate e il corallo intero. Emulsionate l’olio con il succo di limone e il sale, spennellate con la marinata i molluschi, coprite con un foglio di pellicola per alimenti e mettete in frigorifero. Al momento di servire, spolverizzate con qualche fogliolina di basilico, aggiungendo in ogni conchiglia 3-4 pinoli.

Condividi:


12 commenti a “Capesante marinate

  1. Adoro le capesante, ti confesso anche in versione gratinata, ma marinate non le ho mai trovate e mi stuzzicano parecchio!
    Trovo che l’aggiunta dei pinoli e le foglioline di basilico le rendano molto accattivanti, sarebbe il mio antipasto/finger food preferito, bella anche la presentazione nella loro conchiglia che io lascio quasi sempre :)
    Ciao ciao e buona settimana ^^

  2. La consistenza ed il pinolo assieme al pesce crudo mi lascia un poì perplessa…però adoro il basilico, e poi…all’inizio mi lasaciava perplessa anche la vaniglia con il pomodoro, invece poi li ho provati e stavano beniussimo, quindi…;-)

  3. Premetto che non mangio ne carne e ne pesce crudo,ma siccome mio marito al contrario mangia tutto crudo gli farò presente questa tua idea! Grazie

    Donatella

  4. Ciao Chiara, volevo ringraziarti ancora una volta per la presina, è arrivata oggi ed è bellissima.
    Amo le capesante, anche gratinate, ma voglio provare anche questa versione, nuova per me.
    Buona serata. Annalisa

  5. La presentazione invece è molto bella!
    Da tenere presente per il 24 , anche perchè per me le capesante sarebbero in assoluto una novità!

  6. Ottima come sempre, e sicuramente da appuntare per la programmazione del cenone di San Silvestro!

    Per la marinatura pensavo ad una emulsione leggera di vino bianco, aneto e salsa di soia chiara…potrebbe andare lo stesso?

  7. Francesca,
    ah caspita, provale al piu` presto allora!

    Mari e fiorella
    copiate senta ritegno allora 😉

    Lilium
    Mi lasci sempre delle immagini stupende. Sarebbe bello che tentassero si spicare il volo all’improvviso quando una mano incauta si avvicinasse per agguntarne una
    :)

    Alessandra
    guarda a me nell’insieme e` piaciuto molto, e` un crudo mediterraneo interessante. Magari puoi tostare i pinoli prima, io a volte lo faccio e ci sta bene.

    Meggy
    grazie, vedo che siete un po’ tutti favore delel capesante nella conchiglia, solo io ero un po’ riluttante, ora mi avete convinto del tutto :)

    Symposion
    Grazie, anche io adoro il pesce crudo, non potrei vivere senza

    nuts about food
    Grazie!ma io e` un’idea che ho rivalutato :)

    Donatella
    ma che peccato. ma ti capisco anche mia madre non tocca i crudi ed e` irremovibile in questo. magari puoi scottarle e servirle con pinoli e basilico aggiunti dopo nel piatti.

    Annalisa
    sono contenta che sia arrivata! Io le capesnae gratinate non so. Mi sembra che vengano un po’ mascherate dalla gratinatura, soprattutto se a base di besciamella che pure amo ma per altre preparazioni

    Elisa
    beh ma allora hai trovato al ricetta da proporre :)

    Fabio
    ottima idea, forse il vino mi lascia leggermente perplessa ma solo prrche non ho mai provato. a quel punto eliminerei compltamente i pinoli pero`

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *