Nuvole di cardamomo

 

Tra le cose che amo maggiormente di New York ci sono le librerie. Ce ne sono tante e di tipi diversi. A me piace sia incrociare le gambe per ore sulla moquette dell’enorme Barnes and Noble di Union Square con la pila altissima di libri a fianco, sia infilarmi nella librerie piccoline, talvolta un po’ polverose, che spesso restano aperte anche la sera fino alle 23, a volte anche oltre. Il libro di Padma Lakshmi da cui proviene questa ricetta l’ho sfogliato in una piccola libreria dell’east village che tra proprio di fianco al Cafe Mogador, uno dei miei posti preferiti per fare colazione a NY. Il libro non mi affascinava particolarmente ma i titoli di certe ricette mi intrigavano e il costo, dimezzato rispetto al prezzo di copertina, era in ogni caso un vero affare. Alla fine però ho riposto il libro sullo scaffale.
Penserete che sono matta ma nella mia testa l’immagine della piccola camera di albergo stipata di roba che sarebbe dovuta entrare nella valigia si era accostata all’espressione gelida della hostess che mi avrebbe informato dell’eccesso di peso del mio bagaglio. E quindi mi sono presa l’appunto mentale clouds of cardomom and cashew e finita lì. Dopo qualche giorno l’appunto si è trasformato in chiave di ricerca su Google che generoso e preparato come sempre mi ha restituito la ricetta di questi biscottini in un battito di ciglia. La ricetta l’ho un pochino modificata e comunque adattata grazie a questa splendida unità di misura che è il grammo :)
Il risultato è strepitoso, queste nuvolette di cardamomo sono piacevolissime oltre che veloci da fare il che le ha fatte volare subito nella lista dei regali di Natale :)

Aggiornamento del 6/12/2010
Chiedo scusa a chi dovesse aver provato a fare la ricetta, avevo invertito le dosi del burro e della farina , ora il testo della ricetta e` corretto

Nuvole di cardamomo

per 35- 40 biscotti circa

120 g di burro a temperatura ambiente
120 g di zucchero a velo
2/3 di una bacca di vaniglia
8 bacche di cardamomo
100 g di anacardi tostati e tritati
240 g di farina
un pizzico di sale

Incidete la vaniglia e prelevatene i semini con un coltello affilato. Pestate leggermente le bacche di cardamomo, eliminate le capsule e pestate finemente i semini neri odorosi. Mescolate il burro con le spezie, quindi unite lo zucchero a velo amalgamando fino ad ottenere una crema. Unite la farina, il sale e gli anacardi. Avvolgete la pasta nella pellicola e fatela riposare in frigorifero per 30 minuti. Preriscaldate il forno a 165 gradi. Formate delle palline e ponetele sulla piastra foderata di carta da forno schiacciandole leggermente in modo da avere uno spessore di 2 cm e un diametro di 3 cm circa. Cuocete in forno per 18 – 20 minuti,non devono colorirsi troppo. Cospargeteli di zucchero a velo e servite

 

+4
  
Condividi:


26 commenti a “Nuvole di cardamomo

  1. mi sembra di vedermi un mese scorso a stipare raba nella valigia a NY! grazie per il ricordo di quei bei momenti. Mi segno anche questi biscottini. A presto

  2. Sono davero carine!!
    A me invece il tuo post ha fatto venire in mente che io a new york andrò in aprile!! :-) ))
    L’indecisione è: recuperare la tui guida che ho stampato per i miei genitori , che sono andati a new york due anni fa, o pure ristampasrmela una tutta per me..:-)…

  3. Avevo già voglia di andare a NY, ma le tue prime righe così delicate mi hanno messo ancor apiù voglia! sembra la sceneggiatura di un film!
    le nuvole di cardamomo rientrano nella mia to do list da questo momento!

  4. Ciao Chiara, non ti ho mai scritto, ma è giunta l’ora!! ho cominciato a leggerti forse un paio d’anni fa con le ricette indiane, cercando su internet dopo uno dei viaggi in India. Da allora ti seguo sempre… ed ora sto per andare a N.Y, iuhuuuu, perciò mi sto stampando la tua guidina sulla città. Grazie, un abbraccio….hai qualche aggiornamento in proposito? ciao, franci

  5. Eccoti, eccoti!
    Io cerco avidamente il tuo aggiornamento tra gli altri blog… :)
    Anch’io alla fine ho riposto quel libro. Qualcosa non mi convince…
    Comunque, se ti può consolare ho il tuo stesso problema con libri/bagagli/voli. Praticamente un incubo!
    Buona serata cara!

  6. queste nuvole sono deliziose! sono finite dritte filate nella mia to do list. e visto che a Ny ci vado tra 5 giorni mi sono segnata anche l’indirizzo della libreria ;)

  7. Chiara scusa ma quanti ne vengono all’incirca?? No perchè la quantità di burro è immensa!! Voglio dire..spero ne vengano un sacco e di poter magari dimezzare le dosi!!
    Mi ispirano un sacco comunque..

  8. Importante la ricetta era scorretta: ho indicato le dosi corrette ora!!

    A tutte le appassionate di New York: ci tornerei subito anche io. Anzi ci vivrei 3 mesi all’anno! Chi si aggrega? :)

    Gloria
    tassativamente ne devi stampare un’altra anche perche` tanti posti hanno chiuso e ce ne sono di nuovi che devo segnalare. Dammi il tempo di aggiornare la guidina :)

    Franci a vale
    idem come sopra, dammi qualche giorno e aggiorno la guidina al piu` presto :)

    Lilium
    che bello essere paragonata cosi` alla neve ;)

    Carolina
    mi sembra che sui libri siamo un po’ sulla stessa lunghezza d’onda, quindi se l’hai lasciato anche tu mi sento un po’ meno dispiaciuta di averlo lasciato sullo scaffale.

    Alessandra
    Il tuo commento mi ha fatto tornare a rileggere la ricetta, che pure avevo riletto e mi sono resa conto del refuso: avevo invertito burro e farina. Spero che tu non abbia provato a fare la ricetta, credo che non averebbero nemmeno tenuto. Non sono proprio dietetici anche cosi` ma puoi dimezzare tranquillamente la ricetta, non essendoci l’uovo e` anocra piu` semplice.

  9. Adoro il caradamomo…e in questi biscottini si esalta tutto il suo gusto agrumato e fresco!! Sempre complimenti!

  10. Pingback: Italian Cardamon Cookies

  11. a me questi ingredienti non si sono amalgamati, non c’e’ abbastanza liquido. sto provando a aggiungere albumi, vi faro’ sapere cosa succede..

  12. New York è il mio Sogno. Quel posto che senti di amare ancora prima di esserci stata. Che hai visto e rivisto in foto e nei film e ogni volta si è accesa una luce. Un richiamo, una spinta. Non ci sono mai stata. Voglio organizzare questo viaggio al più presto, non riesco più ad aspettare. Leggerti e immaginare le librerie è stato il colpo di grazia finale… :-)

    (vedi, ho seguito il cardamomo e sono finita in America…)

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>