Il mercato di Alain Ducasse

Costeggiando elegantemente una fila di bancarelle un cameriere si avvicina a voi e indicando il vassoio di argento che reca con sè vi chiede gentilmente se volete degustare un gambero al vapore con una salsina al frutto della passione. Tipica scena da mercato.

Magari! No, non è certo una scena comune, ma anche il mercato in cui sono stata ormai più di un mese fa non era affatto comune, anzi lo definirei piuttosto effimero ed esclusivo. Si trattava infatti del mercato dei fornitori di Alain Ducasse.

Per l’occasione la piccola ma ariosa corte del Plaza Athénée , il cui ristorante è appunto condotto da Alain Ducasse si è trasformata in un mercato o meglio un’esposizione in cui era possibile parlare con i produttori e vedere, toccare e assaggiare i frutti del loro lavoro.

Fiori, germogli, formaggi, carne, pesce, olio,burro, spezie, tartufo, sale… Non mancava nulla all’appello.

Purtroppo io sono riuscita ad arrivare solo verso la chiusura e i produttori erano piuttosto stanchi e cominciavano a riporre le loro cose nelle cassettine. Animali vivi compresi 😉

È stata un’esperienza interessante e devo dire che ho assaggiato dei prodotti meravigliosi, tra cui i mille indimenticabili agrumi di Michel Bachès i cui frutti avevo già incontrato in alcuni ristoranti parigini.

E dopo l’ennesimo boccone proveniente direttamente dalla cucina mi sono avviata all’uscita non prima di ricevere in dono la calendula con cui avevo impreziosito la mia insalata di pollo e riso

Condividi:


26 commenti a “Il mercato di Alain Ducasse

  1. sono senza parole. che bella idea quella di fare un mercato dei fornitori, aperto mi sembra di capire. è un segno di impressionanate apertura verso il cliente, che può conoscere dal vivo cosa mangia assaggiandolo direttamente, mica leggendolo sul menu. Chapaeu!

  2. che esperienza straordinaria. Un’iniziativa davvero, come dire? Onesta! Oltre che deliziosa, naturalmente.
    Grazie per condividerlo!

  3. Chiara, che fortuna poter visitare un “mercato” così… nutro una sana invidia nei tuoi confronti. Le tue foto sono sempre stupende!!!
    Ciao,
    Ale

  4. Ma che meraviglia questo mercato e che elganza che traspare ovunque…e splendide le foto!
    grazie per aver condiviso con noi questa esperienza!
    de

  5. Che dire se non, ripetendosi, che bello! Meravigiosi i gesti dei fornitori, la cura che hai immortalato da sola parla della qualità dei loro prodotti. Un anno fa ero a Parigi, la domenica mattina, uscita dall’hotel, ho visto la grossa via davanti a me piena di bancarelle…. mi ci sono immersa, era un mercatino biologico, che meraviglia! certo, non come quello che ci hai raccontato… Come mi manca Parigi!! Meno male che ci siete voi blogger! Ciao e grazie, Lucia

  6. Ma che bellezza, sembra un sogno!
    È tutto divino ma mi sa che dovrò ingegnarmi per riprodurre i gamberi al vapore con la salsina al frutto della passione…qualcuno ha delle idee? Kia com’ era?

  7. ma che meraviglia chiara! avrei voluto esserci anch’io a questo mercato meraviglioso… non c’è nulla da fare, i francesi sanno creare un’atmosfera unica, anche buttando lì una vaschetta… e complimenti x le bellissime foto!

  8. Gran bella cosa, per niente ovvia. Questo sì che è servizio al cliente.
    Mi sono mancate le tue ricette e i tuoi reportage.
    Un abbraccio

  9. Reportage che potrei quasi toccare ;-), grazie! peccato non essere riuscita ad andarci, spero l’anno prossimo (se si fa’)
    Buona serata

  10. che bella questa idea del mercato dei fornitori…e mi son venute mille curiosità…si poteva comprare immagino..come erano i prezzi rispetto alla media? tipo un chilo di porri o di carciofi? tutti venditori della zona…piccoli o anche grandi? e poi lo rifaranno? scusa le domande ma son troppo curiosa!

  11. Adoro Parigi, e figuriamoci se i francesi non riuscivano a rendere meraviglioso e poetico anche un mercato…che invidia!!! Le foto sono stupende, davvero pare di essere lì

  12. Un mercato importante e delizioso!

    Avrei preso fiori e germogli a volontà!

    …e avrei voluto esserci anch’io…

    Grazie per aver condiviso con noi queste magnifiche foto!

    A presto

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *