Capodanno cinese

L’anno della tigre è iniziato. Ieri nel XIII arrondissement c’è stata la sfilata per i festeggiamenti del Capodanno cinese, credo fosse quello conclusiva perchè settimana scorsa avevano sfilato a Belleville, e forse un paio di giorni fa altrove. Erano anni che sognavo di assistere alla manifestazione ma per un motivo o per l’altro mi trovavo sempre nel posto sbagliato quando arrivava l’occasione.
Questa volta però ho avuto fortuna: sono riuscita a vedere i costumi, alcuni dei quali bellissimi, le danze dei draghi e dei leoni e poi i petardi, le lanterne e l’ odore inconfondibile di polvere da sparo.
Dopo un po’ la voglia di Dim sum si è presentata naturalmente e la scelta è caduta su un posto già testato: Tricotin. Chi cerca una raffinata ambientazione asiatica si astenga, qui siamo piuttosto sul genere cantine , ma la scelta di piatti è vasta ed è sempre stipato di persone di origine asiatica. Il cibo è buono anche se devo ammettere che a me risulta un pochino pesante. Ah se ci andate provate la brioche al maiale laccato, una soffice pasta bianca farcita di carne , il tutto cotto la vapore, è il mio piatto preferito :)

E per concludere un salto da Tang Frères, idea che hanno avuto altri 2 milioni di persone, ma nonostante la calca le casse erano molto rapide e in un battito di ciglia ho fatto scorta di pere nashi, tofu e gallette da involtino.

Tricotin
15 Avenue de la Porte de Choisy
75013 Paris

Vi lascio un po’ di foto.

Condividi:


17 commenti a “Capodanno cinese

  1. Deve essere stato bellissimo. Ho scritto anche io della Festa di Primavera, ma tu lo hai vissuto, anche se non in Cina (o si?! :))

  2. Belle le cinesi fragoline, belli i momenti che hai colto, che sembra di starci, nell’aria frizzantina “februarina” del XIII… Ma il mio pal… Ehm il mio cuore batte per le brioche al maiale laccato stavolta :-)

  3. che bello poter partecipare virtualmente a questa parata per festeggiare il nuovo anno cinese. A me è capitato di mangiare in un cinese proprio la sera del capodanno, senza saperlo, ma nulla di tutto questo c’è stato qui a Strasburgo. Foto bellissime, che trasmettono la gioia dei partecipanti. E’ bello vedere come le diverse culture si affacciano nello stesso luogo, bello ed educativo. Baci!

  4. Sorry for the lack of originality, but… beautiful pics! 😀
    The last one is spectacular, it looks like a huge explosion.

  5. Che meraviglia di festa! Non mi sembra che qui a Bologna, nel mio quartiere dove si festeggia sempre il capodanno cinese – poiché c’è la fetta più grossa di comunità- si faccia nulla di nemmeno lontanamente simile ;-)…Belle le foto…la prima mi ha colta di sorpresa e poi mi ha fatto sorridere: credevo fosse una nuova pubblicità di Benetton…non so…quel bianco dietro…tutto così perfetto, x caso… ed espressivo!

  6. Un reportage degno delle più illustri riviste! Mi hai fatto sognare, e non soltanto con le foto! Non vedo l’ora di andare anch’io a Tang Frères, cosa che nelle scorse visite a Parigi, quando non ero stata ancora “illuminata” dal tuo blog, avevo omesso di fare..ahimè!…e non vedo l’ora di assaggiare la brioche alla carne laccata, che ha acceso in me le più fervide fantasie mangereccio-culinarie! un abbraccio forte cara Kja :-)

  7. Grazie a tutti!! Sono davvero contenta che queste foto vi siano piaciute, all’inizio ero un pochino delusa ma poi dopo il dim sum ho assistito ad un’latra parte della manifestazione e mi e` piaciuto molto :)
    La brioche e` buonissima, sto mditando di cercare di farla 😉

  8. ciao babette detta chiara,
    da un po’ sbircio il tuo blog, inizialmente alla ricerca di ricette di muffin… ora sono già passata ai cake e alle dritte parigine. mia madre abita a parigi e anche noi domenica eravamo alla sfilata del capodanno, che strano ritrovare qua sul blog quei colori e quell’atmosfera! la sera, poi, siamo andate a cena da miki e ti scrivo proprio per ringraziarti del consiglio: un sashimi così io non lo avevo mai mangiato!
    buon proseguimento!
    eleonora

  9. ooohhhh il dim sum! con tanto tè al gelsomino.. e quei batuffoli di soffice bontà danno dipendenza! bellissime foto, devo dire che il capodanno cinese che ho visto a londra non è così colorato.. :(

  10. io amo parigi, un giorno ci vivrò e il tuo blog mi fa sentire come se fossi là. Conosco tutti i luoghi non turistici … e tutti i luoghi di cui tu parli e mostri le stupende fotografie. Grazie!

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *