Crepe all’africana

crepe_africana
La ricetta di queste crepe era un bel po’ che la puntavo ma mi sono dovuta trovare con delle banane mature da smaltire per decidermi a provarla. Viene dal libro sulla cucina del Ramadan di cui avevo provato la tagine di sardine. Anche in quell’occasione avevo citato la ricetta di queste crepe all’africana, poi rimanda, rimanda altre mille ricette sono salite in cima alla mia to do list e cosi mi sono ritrovata a fare queste crepe solo pochi giorni fa. Forse ve le aspetterete molto speziate o piccanti, questo era stato il mio mini brainstorming leggendo il titolo, invece l’aspetto che le differenzia da quelle classiche è la presenza della banana matura direttamente nella pastella. Quindi niente spezie, nemmeno un pizzico di cannella per dire, ma solo l’aroma fruttato della banana che al contempo rende la crepe molto morbida.
E così in un colpo solo ho trovato un’ottima ricetta da colazione (tra l’altro si conservano in frigorifero per un paio di giorni avvolte nella pelicola, basta farle riscaldare a 150 gradi per qualche minuto prima di consumarle) e un modo velocissimo per trovare una nuova vita a delle banane mature

Crepe all’africana

per 3 crepe

farina 100 g
zucchero in polvere 30 g
uova 2
banane mature 2
1,5 dl di latte
sale
olio di girasole
zucchero di canna per servire

Mettere la farina e lo zucchero a velo in una ciotola, unire le uova una alla volta mescolando bene con una frusta. Salare e unire il latte gradualmente fino ad avere una pastella liscia. Schiacciare le banane con una forchetta e unirle alla pastella. Mescolare bene.
Far scaldare un pochino di olio in una padella e versare un mestolo di pastella spandendola bene, deve rimanere un pochino spessa. Cuocere fino a quando la crepe e` dorata da una lato, quindi girarla con una spatola e cuocere ancora un minuto. Continuare fino ad esaurimento della pastella. Servire con zucchero di canna e a piacere con qualche fetta di banana.

crepe_africana2

Condividi:


19 commenti a “Crepe all’africana

  1. Pare proprio buona e croccantina all’esterno, ma soffice e profumata all’interno… sarebbe un peccato sciuparla con un velo di crema di cioccolato, o no? =P

  2. Che buone devono essere…le rifarò sostituendo le banane, non mi piacciono proprio (anche se credo sia solo un rifiuto retaggio infantile il mio, dovrò provare ad assaggiarle!)

  3. Questa foto parla di profumi e terre lontane..magica.. Voglia di mettere un po’ di cose in uno zaino e partire alla volta dell’africa..mali..marocco..senegal.. Bravissima
    :-)

  4. Le proverò sicuramente queste crepes, ho delle banane che vanno proprio bene credo :) e poi ah..l’africa..che voglia di tornarci!in ghana come dessert mangiavamo crepes con confettura al mango quasi ogni giorno..che buone!
    Daniela

  5. ma che meraviglia, mi incriosiscono un sacco, le metterò anche nella mia di “to do list”! E poi mi ero prsa anche le tagine di sardine… vado pazza per le sardine, anche questa me la segno! Buona settimana! Silvia

  6. ispiranti! già segnate per la prossima colazione domenicale, quando i pm (i miei figli) pretendono le frittelle e le banane nel portafrutta hanno chiazzature da giraffa!
    Certo, non per la cola’, ma ce le vedrei bene con un cicchettino liquoroso…saluti golosi, cat

  7. Mmm…non sono una gran fan di crepes e pancakes, ma queste con la banana mi ispirano parecchio, sarà che son diverse dalle solite…

  8. è un periodo che sto sperimentando crepe e simil frittelle, soprattutto salate con variazioni di impasto… ci aggiungo quest’idea, mi piace un sacco, tra l’altro con la banane si può anche eliminare lo zucchero e caricare di sciroppo d’acero, perfetto pure per la pupa:-)

  9. ciao!! bellissimo tutto e anche le foto complimenti davvero!
    ti ho inserita nel mio blog,…io il mio l’ho appena creato, se ti piace mi farebbe piacere lo aggiungessi tra i tuoi!
    grazie e buon lavoro! Alice
    mozzarelleincarrozza.blogspot.com/

  10. Pingback: Maakoude alle carote | Il Pranzo di Babette

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *