Tartufi al dulce de leche

truffe_dulce2
Questi tartufi al dulce de leche meritavano più di queste due foto frettolose fatte prima di scappare in aeroporto. Ma rimanda, rimanda mi sono trovata a immortalare queste pallottoline di panna e cioccolato 5 minuti prima di uscire, mentre sentivo L che mi cantilenava il solito check ( Hai il biglietto per l’aeroporto? La carta di identità? Libri-giornali-fumetti?) 😉
Un paio di mesi fa mi sono trovata un’ingente scorta di dulce de leche proveniente direttamente da Buenos Aires. Sul momento ho deposto i vasetti in dispensa, ma viste le ultime consegne che mi sono autoimposta ( fare ordine in dispensa) il dulce de leche è diventato di scottante (?) attualità. Tra i modi di utilizzarlo mi sono inventata quella che doveva essere una ganache e che poi si è rimaterializzata, in parte, sotto forma di tartufi. Di cosa ho fatto dell’altra parte di ganache vi racconto prossimamente.

truffe_dulce
Tartufi al dulce de leche
per 18 circa

cioccolato fondente 150 g
panna fresca 140 ml
dulce de leche 80 g
cacao 50 g

Tritate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria. Quando è intiepidito unitevi la panna e mescolate bene. Unite sempre mescolando il dulce de leche. Dovreste ottenere una crema liscia e densa, riponetela in frigorifero per qualche ora. Quando il composto è sodo ma malleabile formate con due cucchiaini delle piccole quenelle di ganache, rotolatele nel cacao, quindi mettete del cacao sui palmi della mano, e rotolando delicatamente le quenelle tra i palmi dategli la forma di una pallina. Conservateli in frigorifero ma serviteli a temperatura ambiente per apprezzarne la consistenza.

Condividi:


29 commenti a “Tartufi al dulce de leche

  1. Ciao Chiara, sei da sempre tra i miei blog preferiti, ma solo ora che anche io ho un bloggettino mio ti scrivo.
    Anche io sono in partenza per Ny, città che tu conosci bene, per cui mi sono fatta l’elenco di tutti i posti segnlati da te per un po’ di buona gastronomia! Grazie in anticipo dei consigli.
    Buon viaggio e se hai tempo passa a trovarmi!
    Alice

  2. Sto cercando di ricordare da chi avevo letto “senza dulche de leche non vivo”. Davvero golosi questi tartufi. Sei partita o tornata? Un abbraccio forte, spero tu stia bene

  3. Condivido! Ieri sera ho fatto ordine in dspensa e anche un inventario e sono riemerse cose (tra cui un paio di vasetti di dulche de leche home made) che vorrei consumare in breve tempo: bella idea i tartufini!!

  4. ho imparato a fare i tartufi con csaba dalla zorza, ma non avevo mai pensato di aggiungerci il dulce de leche, che ho fatto con le stesse sante manine che ora digitano sulla tastiera e che io pure devo far uscire dalla dispensa prima che vada a male. te li copio immantinente!

  5. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Dolcetti alle nocciole, ganache al dulce de leche e mele

  6. Sono bellissimi! Potresti dirmi se si conservano qualche settimana? Nel caso vanno tenuti in frigo anche in inverno? Come potrei fare per farli conservare più a lungo? Scusa per le domande ma mi hanno affascinato! 😀

  7. benedetta mi era sfuggito il tuo commento :(
    guarda in frigorifero direi che due settimane li puoi tenere, si comunque essendoci panna e dulce de leche li devi tenere in frigo, poi li togli 30 minuti prima di degustarli in modo che si ammorbidiscano

  8. Pingback: Gari | Il Pranzo di Babette

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *