Zuppa di pomodori e frutta

Sedia_pomodori-zuppa
Quando ero in Italia settimana scorsa hanno regalato della verdura a mia nonna un bellissimo cesto colmo di pomodori maturi. Rossi, polposi e profumati, erano inevitabile il desiderio di toccarli e annussarli. Dopo una breve riflessione in cui guardavo intensamente un pomodoro cuor di bue che tenevo nella mano destra(so di essre molto buffa in quei momenti), nella mia mente si è stagliata la zuppa di Izn che io avevo visto nella versione di Paoletta. Da queste fonti di ispirazione è scaturita questa mia interpretazione.
Voglio poi dirvi due cose che mi hanno reso felice: su Alice cucina ci sono alcuni servizi di cui ho curato lo styling e le foto (compresa una scamorza ripiena di polpette e pasta (!) e delle intrepide triglie che hanno viaggiato 7 ore in treno prima di essere cucinate alla livornese e fotografate, ma questa è un’altra storia. )
Invece su Cucina naturale si trova un servizio sul pesce impanato di cui ho scritto amorevolmente le ricette mentre le foto, che trovo molto belle, sono a cura di Luca Colombo.

pomodori-zuppa
Zuppa di pomodori e frutta

1300 g di pomodori molto maturi
30 g di Cipolla
1 spicchio di aglio
½ peperonicno rosso fresco
200 g di Feta
pepe
olio 2 cucchiai
1 Cetriolo
8 pomodorini
1 pesca
2 coste di sedano
Anguria
1 limone non trattato
Erbe fresche
Petali di fiori commestibili e non trattati (tagete, rosa, violetta)

Lavate i pomodorori, scolateli e, eliminando il picciolo, tagliateli a pezzi. Unite aglio, peperoncino e cipolla. Frullate tutto, quindi passate al setaccio per renderla bella liscia. Unite 150 g di feta e frullate nuovamente. Conservate in frigorifero per 4 ore.
Dieci minuti prima di servire tagliate la pesca a fettine, ricavate delle biglie di anguria con lo scavino e con il pelapatate togliete le fibre dal sedano e tagliatelo a pezzetti. Sbucciate il cetriolo, eliminate i semi e tagliateli a pezzetti. Lavate le erbe, i petali di fiori e il limone, prelevate la scorza con il rigalimoni. Tagliate la feta restante a pezzetti. Tagliate i pomodorini a spicchi. Ponete la zuppa in quattro fondine e ripartitevi sopra la frutta e gli aromi, servite.
(io mi sono divertita a comporre questi ingredienti sul piatto, ma se non avete tempo o comunque volete una presentazione più easy, mescolateli tutti in un’insalatiera e poi ripartite il composto con un cucchiaio)

Condividi:


26 commenti a “Zuppa di pomodori e frutta

  1. Chiara, questa zuppa è magnifica! E presentata così come un quadro mozza il fiato!
    Le notizie sui tuoi servizi non mi colgono di sorpresa, sai che sono una delle tue prime fan, e oltre ad Alice Cucina ho già sfogliato le ricette di Cucina Naturale. Sai quanto sono felice per te e quanto sia sfegatatamente (?) convinta che ti meriti questo e miliardi di altre cose ancora più belle.
    Per quanto riguarda le triglie, beh, hai ragione tu, è un’altra storia…

  2. Chiara, ma che meraviglia, 1, 2, 3 versioni di una zuppa fantastica!!
    E meravigliosa lo sei tu, te l’ho detto appena ti ho conosciuto, bella e dolcissima!!
    Sono felice per te per il tuo servizio, le foto, le ricette, tutto :)))

  3. Complimentissimi ma non mi sorprende, sei delicata, curata e originale. Questa zuppa mi seduce, tutta l’estate in un piatto allegro!

  4. mamma mia la tua zuppa è un’opera d’arte… sembra un quadro di Mirò… no, di Kandinsky!
    Sono onorata di aver in parte ispirato questa meraviglia :-)

  5. Kja, la composizione di foto con la sedia è di una bellezza unica.
    Per il resto sottoscrivo tutto ciò che ha già detto Maricler. Sei su un’ottima strada e sono felice che la tua bravura riceva una visibilità ancora maggiore.
    Un abbraccio

  6. non saprei se definirti più una brava cuoca, una brava fotografa o una brava allestitrice, questo blog è pieno di delicatezza e romantica poesia, immagino che ti ci rispecchi molto :)

    anche se è un brutto sentimento te lo dico…ti invidio un po’ 😉

  7. Davvero è tua la ricetta su Cucina Naturale??? Che bello!E’ la mia rivista preferita…la compro sempre!
    Attendo la prossima,allora!
    Cioa,
    Castagna

  8. Ciao Chiara!Passo spesso di qui e colgo l’occasione in questa fredda e nuvolosa mattinata Londinese per farti un saluto e tanti complimenti per i servizi sui giornali (non sapevo fossi cosi’ famosa e impegnata!) e per il bellissimo post!
    Passami a salutare anche tu quanche volta (anche se il mio bloggettino non ha nulla a competere con il tuo)
    Un abbraccio

  9. Chiara, che bella notizia! Deve essere davvero una soddisfazione vedersi pubblicare una ricetta su una rivista così bella e raffinata! :]
    Le tue foto sono splendide come le ricette del resto.. in bocca al lupo! Baci

  10. Cucina Naturale dovrebbe arrivarmi a momenti, ora devo andare a vedere se trovo ancora Alice Cucina…. brava, immagino la soddisfazione!

  11. Chiara,
    passo spesso dal tuo blog. sei davvero brava e hai uno stile di fotografia molto bello e scelte cromatiche irresistibili, e le ricette sono sempre originali.
    brava!

    Benedetta

  12. Quella sedia bianca mi ricorda quella del mio orticello, dove ho appena allestito un angoletto si spezie preziose, dove è possibile sederdi e rimirare….
    è bello trovare spazi benefici come questo, no?
    ciao
    Grazia

  13. Sembra super invitante la tua zuppa!:-)
    Guarderò sicuramente la ricetta su Cucina Naturale…è una delle riviste di cucina che compro più spesso e anche la mia preferita!:-)

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *