Mini pain d’épices

Non avevo mai pensato di mangiare dei dolcetti con della frutta. Nel senso, amo i dolci fruttati ma semplicemente non avevo pensato alla possibilita` di gustare un muffin con della frutta extra a parte. La prima volta l’ho visto fare da Akash, un mio amico. Io ero talmente stupita che devo aver fatto una di quelle mie espressioni “intense” che poi vengono fraintese. Mi chiese se mi offendesse il fatto che mangiasse i muffin che avevo preparato con delle prugne.
Chiaramente non ero offesa, solo stupita, ma lo stupore è durato poco; ho iniziato da subito ad adottare questa abitudine.
Quindi nella selva di abbinamenti possibili da un po’ mi ero fissata sulla possibilità di mangiare del pain d’epices con le pesche. E se mi rendo conto che il dolce in questione fa più dicembre che luglio, penso però che l’esperienza di mangiare delle pesche a dicembre non faccia per me. Quindi stamattina presto, prima che il caldo mi impedisse di accendere il forno, usando un elegante stampo da financier di cui la silikomart mi ha fatto dono ho cotto i miei piccoli pain d’épices. Il connubio con la pesca? Assolutamente riuscito.

logocasalingo_web

Mini pain d’épices

latte 120 ml
miele alla lavanda 220 g
uovo 1
pepe nero una macinata abbondante
cannella in polvere 1 cucchiaino
chiodi di garofano 3
zenzero fresco 2 cm
buccia di limone bio 1 cucchiaio
farina di segale 100 g
farina integrale 100 g
farina 0 100 g
lievito un cucchiaino

Preriscaldate il forno a 180 gradi. In una ciotola setacciate le farine, il lievito e le spezie ridotte in polvere. Mescolate latte, miele, uovo e la scorza di limone. Incorporate poco a poco le farine, quindi quando avrete una pastella liscia riempite uno stampo da financier o da dolci piccoli. Cuocete per 25 minuti circa.

Condividi:


27 commenti a “Mini pain d’épices

  1. Certemente non manca di profumo questo pane! hai usato veramente tante spezie, e secodno noi sei riuscita a combinarle motlo bene!
    questi panetti sembranod avvero ottimi!
    baci baci

  2. In tutta sincerità non ci avevo mai pensato neppure io… Però adesso che me ne hai parlato…
    Trovo che faccia un po’ libro delle fiabe. Ecco sì, sembra la merenda protagonista di una favola… Da dove proviene il tuo amico?! 😉
    100 di queste colazioni…

  3. ciao!
    Io amo fare il pain d’epices in casa, ma che vera e propria genialata il formato (e l’aggiunta della farina di segale..)!
    ora voglio lo stampetto anche io!! :)

  4. E’ un’altra versione (con uovo) del tuo versatilissimo Chai Cake! Ne avrò sfornati a decine, e sempre diversi, da quando ho provato per la prima volta la tua ricetta 😀 ! sostituendo il latte con l’acqua (per fare il pain d’épices proprio proprio originale…), dimezzando le dosi del miele, sostituendolo con lo sciroppo d’agave, aggiungendovi delle ciliegie snocciolate (questo un paio di giorni fa…), provando ad usare il latte bio di mandorle senza zucchero, il tè masala… :-)

  5. Penso che invece sia un abbinamento fantastico, tutte quelle spezie che vengono bilanciate dalla dolcezza e succosità della pesca
    Un bacione
    fra

  6. ma che belli! Li trovo belli e devono essere buonissimi!
    Tante spezie interessanti ^_^
    Bello lo stampino, ma come si fa a “ricevere” l’opportunità di provarli? :)

  7. ho trovato il dolcetto da provare per la mia colazione di domenica..
    come farei senza i tuoi suggerimenti..

    inoltre mi associo a Daphne…come si fa a provare questi bellissimi stampini

    un abbraccio
    fra

  8. Si’ , il caldo profumo di miele alla lavanda, la morbidezza del pain d’épice e una pesca fresca…come finire la domenica in bellezza. Bravissima come sempre.

  9. Il pain d’épices mi ritorna ricorrentemente in questi giorni, e mi trattengo proprio perche’ penso di essere fuori tempo: ma siamo sicure che lo sia? Magari e’ come il panettone, che a Milano si mangia tutto l’anno?? :)

    Pane e frutta, una merenda di altri tempi, con in piu’ tutto il profumo delle spezie. Buono!

  10. deliziosi! e quelle formine poi sono favolose! mangiare un dolce con la frutta sembra la scoperta dell’uovo di colombo eppure è davvero un’ottima idea, che permette di mangiare anche in estate dolci tradizionalmente più invernali come questo.
    P.S. ma è una pesca tabacchiera quella sotto i dolcetti?? io le adoro!

  11. assolutamente fanatastica l’idea di mangiare la frutta con i dolci! Sinceramente cado anche io dalle nuvole! perchè non ci avevo pensato prima??? e l’abbinamento pain d’epices+pesche lo trovo azzeccatissimo!! assolutamente da provare al più presto!

  12. L’unica volta che ho provato il pain d’épices la ricetta non prevedeva uova ed è venuto fuori un bell’ammasso gommoso orripilante per i miei gusti…questo mi ispira molto di più e tutte quelle spezie con le pesche devono far davvero faville…mmm, quello stampo l’ho adocchiato giusto stamattina… ^_^

  13. Ciao! Non posso fare a meno di complimentarmi con te per questo tuo spazio che seguo da qualche giorno. Le tue ricette sembrano deliziose…

  14. Che profumo! Ma lo sai che anche io sto apprezzando sempre più l’incontro tra pane/biscotti/dolcetti in genere con la frutta? L’ultima mia passione sono i biscotti integrali inzuppati nel succo d’arancia! Questi mini pain d’épices sono assolutamente deliziosi…Baci baci .:-D

  15. In effetti… Dolcetti e frutta. E’ un abbinamento semplicissimo, ma non ci avevo mai pensato neanch’io. Che buona idea!
    Poi le pesche con la cannella e lo zenzero mi sanno di buono.

  16. Ho seguito la tua ricetta usando uno stampo grande.
    Buonissimo. Mi si sono aperte però delle crepe più profonde di quelle che vedo nella tua fotografia. Dici che se copro con un foglio di carta argentata miglioro la situazione? Poi lo tolgo nell’ultimo quarto di tempo della cottura

  17. Mi sembra un’ottima idea. Anche a me facendolo in versione grande era capitato lo stesos problema. non so bene da cosa dipenda, ma avevo coperto anche io nelle volte successive :)
    Mi fa piacere che ti sia piaciuto :)

  18. Pingback: Pan di spezie ineluttabile | Il Pasto Nudo

  19. Pingback: Pain d’épices – Equo per tutti! – World Bread Day | ComidaDeMama

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *