Tartufi al tè nero earl grey

truffeearl1
Chi di voi è stato a Parigi molto probabilmente è passato nei Palais Royal, che come suggerisce il nome un tempo è stato residenza reale. I piccoli giardini al centro mi hanno sempre comunicato un senso di intimità, e spesso mi sono seduta a leggere su una panchina sotto gli alberi, o con le gambe allungate sul bordo della grande fontana che zampilla acqua sfiorando il cielo. Sono passata spesso anche nelle gallerie che cingono il giardino, occhieggiando le vetrine dei piccoli cafè o delle boutique degli stilisti che hanno scelto il palais royal come sede per le loro creazioni.
In una di queste vetrine una volta ho ammirato delle scatole, di evidente fattura artigianale, e i prezzi, erano talmente bassi da far pensare ad una svista. Mi sono infilata in questo piccolo negozio antico e dentro, c’era una dama. Non una signora, ma proprio una dama. Con i capelli bianchi e gli occhi chiari e limpidi trasmetteva un’eleganza sobria che solo una dama di un altro tempo può avere. Le scatole le crea lei, un hobby, dice, e il martedì pomeriggio, ma solo durante l’inverno, apre per qualche ora la sua boutique e le vende con pochi altri oggetti di antiquariato. Ad ogni scatola, grande o piccola che sia, accorda una carta diversa che vi si abbini, un’attenzione squisita. A chi interessi il negozio è dal lato di rue de Montpensier, le due gallerie del palais royal sono infatti delle vere e proprie vie con tanto di numeri civici, salvo che io il civico proprio non me lo ricordo, ma non dovreste far fatica, arrivando dalla Place Colette rimane piuttosto all’inizio della via.
Venendo ai tartufi come potete immaginare la ricetta è sempre quella ultracollaudata dei tartufi al cardamomo. Questa versione al tè nero earl grey accompagnata da una scatoletta decorata da un quadro inglese è stato un regalo di compleanno un po’ inusuale.

Tartufi all’earl grey

per 30 tartufi

panna 220 g
cioccolato tritato 250 g
burro 60 g
cacao 100 g
tè nero earl grey 2 cucchiai

Ponete il tè nero in una pentola con la panna. Fate scaldare a fuoco dolce con il coperchio e quando sobbolle, spegnete e lasciate infondere il te` per 5 minuti. Filtrate la panna e versatela sul cioccolato tritato finemente e mescolate bene fino ad ottenere una crema liscia, unite quindi il burro a pezzettini e mescolate ancora. Mettete il recipiente in frigorifero a raffreddare qualche ora, volendo anche tutta la notte. Quando il composto è sodo ma malleabile formate con due cucchiaini delle piccole quenelle di ganache, rotolatele nel cacao, quindi mettete del cacao sui palmi della mano, e rotolando delicatamente le quenelle tra i palmi dategli la forma di una pallina. Conservateli in frigorifero ma serviteli a temperatura ambiente per apprezzarne la consistenza.

truffeearl21

Condividi:


20 commenti a “Tartufi al tè nero earl grey

  1. Meravigliosi…Palais Royal, se non sbaglio, è sede anche de L’Artisan Parfumeur…è un posto fantastico, dove ogni cosa bisbiglia e sussurra alla fantasia…Un bacio, Chiara! 😀

  2. Venerdì è il mio compleanno ed è da un po’ che sogno la francia…questi tartufi e il tuo racconto non hanno fatto altro che rafforzare questa voglia…mi sa che quest’anno il mio 3 aprile profumerà di provenza (speriamo)
    Un bacio
    fra

  3. Che meraviglia Kya, i tartufi e le scatoline, ma che meraviglia soprattutto scoprire questi pccoli negozi, lontani dalla produzione di serie e dai richiami turistici….
    La dame, che e’ davvero una dama..hai reso perfettamente il senso!

  4. Grazie per la dritta, ci passerò la prossima volta che capiterò a Parigi. Ottimi anche i tartufi, mi sembra un abbinamento molto interessante quello fra earl grey e cioccolato (fondente?).

  5. Lisa
    grazie :*

    paola
    si, e` vero e` molto bella :)

    Romy
    ah si? non lo sapevo, la prossima volta ci faro` attenzione

    Gio`
    mi spiace! invece a me e` londra che salta salta sempre :(

    Fra
    che bella la provenza, io l’ho sfiorata, ma spero tanto che il tuo desiderio si avveri e tu possa trascorrere li` il compleanno :)

    Lilium
    spero dei bei ricordi :)

    Marta
    lo sono, lo sono, e` questa la fregatura per la linea almeno 😉

    lisa.charmel
    :DD
    no, no, i truffe li ho messi in un sacchettino, la scatolina era a parte

    Elvira
    mi fa piacere che ti sia piaciuto il mio post, erano delle immagini che avevo proprio voglia di condividere

    yari
    io e` un po’ che non passo, essendo primavera ormani non so se lo troverai aperto :)
    Si fondente al 65%

  6. Sono stata stregata dall’immagine e dal tuo racconto. Immagino bene l’atmosfera. Meno male che ci sei per farmi scoprire un luogo a Parigi (ci vivo) che non conoscevo. Forse pero’ una boutique troppo ‘effimera’? Comunque grazie.

  7. Dada
    anche io l’ho scoperto dopo alcuni anni di frequentazioni molto, molto assidue direi 😉
    Sull’effimero non ‘ce` dubbio 😀

  8. Volevo farti i complimenti, veramente delle bellissime ricette e bellissimi racconti!

    A proposito…a Parigi ci andrò a luglio…non vedo l’ora di partire! Adoro la Francia, ho visitato in lungo e in largo quella del sud, ora toccherà scoprire quella del nord :)

    Intanto sto provando questi tartufi…infatti ho la crema in frigo a riposare!!

    Grazie mille…senza dubbio saranno buonissimi!!!

  9. Ciao Chiara! Ma che post invitante.
    Credo di esserci passata per questi giardini….
    L’abbinamento con l’Earl Grey deve essere sublime… te lo sapro’ dire a breve…. :*
    Daniela

  10. ciao! Ho provato a fare questi dolcetti… tra poco metterò il cioccolato in frigo… appena li mangerò ti farò sapere!! la ricetta è stata velocissima e invitante!

  11. Complimenti!
    Ho provato questa ricetta, ho messo l’impasto in frigo. Non resistendo, ho già assaggiato un cucchiaino e devo dire che era veramente delizioso!

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *