Cheesecake salato

cheesecakesalato
Era tanto tempo che volevo provare ad adattare la ricetta del cheesecake giapponese per farne un finger food ma solo la settimana scorsa ho trovato definitivamente l’ispirazione.
Saranno state le erbe a farmi venire voglia di provare, ne avevo tante in casa: coriandolo, menta, prezzemolo, un piccolo bouquet inebriante, e poi l’irrinunciabile scorza di limone, che lascia una scia favolosa in qualunque cosa.
Poi della serie meglio tardi che mai, si sa che io arrivo sempre dopo gli altri a fare le cose 😛 vi voglio segnalare Squisito, l’evento in cui chef, giornalisti e gourmet si ritrovano ogni anno per definire la cucina contemporanea e tracciare una mappa del gusto che supera i confini nazionali. Oltre ai protagonisti della grande cucina, Squisito ospita anche incontri e tavole rotonde al fine di stimolare una riflessione sulle possibilità di formazione offerte dal settore enogastronomico. In particolare per quanto riguarda la fascia giovanile che racchiude anche i ragazzi al termine del percorso di recupero nella comunità di San Patrignano. (fonte http://www.squisito.org/)
All’interno dell’evento viene organizzato il premio blogcafè, e il mio blog è candidato, insieme ad altri bellissimi, come miglior blog. 😀

Cheesecake salato

formaggio tipo philadelphia 150 g
burro 50 g
uova 3
farina 40 g
latte 50 ml
la buccia grattugiata di un limone
prezzemolo, coriandolo, menta tritati 3 cucchiai
sale rosa dell’Himalaya 1/2 cucchiaino (se usate un sale comune usate piuttosto un pizzico abbondante)
pepe un pizzico

Ponete il burro e il formaggio a temperatura ambiente in una ciotola. Mescolateli bene, quando avrete una crema densa ma liscia unite il latte, i tuorli, la scorza di limome e le erbe, sale e pepe, senza smettere di mescolare. Incorporate la farina setacciata. Montate a neve ferma gli albumi e incorporateli delicatamente al composto. Ora potete scegliere se cuocere il cheesecake in uno stampo unico o in monoporzioni
Stampo unico
Versate l’impasto in una tortiera di 22 cm di diametro foderata di carta oleata, quindi ponete la tortiera in una teglia da forno riempita di acqua calda e cuocete in forno caldo a 150 gradi per 55 minuti.
Cottura in monoporzioni
ripartite l’impasto tra 10 pirottini posti negli appositi stampi di metallo o materiale antiaderente. Immergete gli stampi in una teglia da forno riempita di acqua calda e cuocete in forno caldo a 150 gradi per 30-35 minuti.

cheesecakesalato2

Condividi:


22 commenti a “Cheesecake salato

  1. tesoroooooo!!! che bello questo cheesecake salato!! che meraviglia..uffaaaa perchè non me ne mandi una dozzina scusa? ahh già …-D siamo troppo lontane! ricordami di incarnarmi in una tua vicina la prossima vita
    bacio
    Silvia

  2. Ancora devo provare il cheesecake giapponese dolce e ora proponi anche la versione salata. Vorrà dire che prenderò due piccioni con una fava :-)
    Stupendi i colori che gridano PRIMAVERAAAA

  3. Virginia e Romy
    se avessi la macchina del tempo tornerei indietro e comprerei tutti quei piattini verdi a fiore, e farei un’asta di beneficienza, piacciono a tutti :)

    radicchio
    grazie , detto da te e` sempre bello sentirselo dire

    Silvia
    guarda tu non immagini quanto sarei felice io di avere una vicina come te, ma non lo immagini davvero!!

    asbel
    grazie, sei carinissimo :)

    laura
    grazie cara :*

    Lilium
    :DD
    Pensa che ho pure usato l’ottimo sale dell’Himalaya appena grattugiato, ma poi scrivendo la ricetta non mi sono ricordata di scriverlo. Grazie di essere sempre cosi` attenta :)

    twostella
    ne vale la pena :)

    natalia
    grazie

    Alex
    guarda e` una rcetta che io amo molto a questo punto sia dolce che salata. Si ma primavera la dice solo la foto, qui oggi fa freddisismo :(

    Alberto
    perche` no? io non ho nulla in silicone ma immagino reggano bene il calore controllato dle bagnomaria

    Fra
    grazie :)

  4. bellissimo, anche io sono in vena di erbette verdi che chiamano la primavera….e incredibile a dirsi, ho anche il sale rosa dell’Himalaya! Carinissimi finger food, e poi il cheesecake mi aveva incuriosito sia da te che dal cavoletto, bisogna provarlo, in entrambe le versioni :)

  5. Questa ricettina è meravigliosa! Io amo i cheese cake e questo lo proverò senza dubbio! Ho scoperto oggi il tuo blog e mi piace molto, complimenti! io sono diventata una foodblogger da poco piu di una settimana e anch’io parlo di cucina e di viaggi…. che sono le passioni della mia vita! buona primavera!

  6. Accidenti accidentaccio!!! Non mi è mai venuto quello dolce figuriamoci se mi verrà mai quello salato…il cheesecake giapponese è un mio incubo notturno, lo detesto, anche se mi piace molto…grandiosa idea però…

  7. Marta
    bene, lieta che ti ispirino :)

    Moscerino
    grazie, si era` buono in effetti :)

    Elvira
    guarda credo verrebeb bene anche con il sale comune o il fior di sale ma evevo quello e l’ho usato.

    Manu e silvia
    grazie.

    mestolina
    Il tuo racconto sul tuo blog mi ha colpito molto :)

    mika
    mi spiace, ma come mai non ti veine? quale e` la difficolta che trovi?magari ti posso aiutare a risolvere ll problema

  8. Pingback: Weekend Foodie Links : Blisstree

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *