Gamberi impanati di nocciole con salsa al vincotto

Un’amica l’anno scorso mi ha raccontato di una cena favolosa a base di pesce in cui il suo innamorato tra le altre cose le aveva preparato dei gamberi conditi con il vincotto e il rosmarino. Io il vincotto non sapevo nemmeno cosa fosse. Monica mi aveva spiegato che si tratta del mosto di uva, che viene cotto molto a lungo per ottenere una salsa della consistenza dello sciroppo e dal sapore fruttato. Mi ero incuriosita e appena possibile ne avevo acquistata una bottiglietta. L’ho usato per replicare la ricetta di Riccardo, il suo innamorato, e un paio di volte per condire il pesce spada crudo.
Poi Maricler, che ha la fortuna sfacciata di avere del vincotto homemade ha lanciato l’idea di creare una raccolta di ricette a tema. L’ha poeticamente intitolata Vino per la neve.

Da lei ho scoperto che il vincotto non si ottiene solo dal mosto ma anche dal miele, i fichi e il melograno. Queste varianti non le mai assaggiate purtroppo. Sempre Maricler rivela che il vincotto e` perfetto con i peperoni.
Elaboro un po’ le idee: parto dalla ricetta di Riccardo, la coniugo con il suggerimento dei peperoni e mi faccio ispirare dall’aroma di un pacco di nocciole di Giffoni. Il risultato sono questi deliziosi gamberi impanati di nocciole e serviti con una salsa di peperoni e vincotto. Accompagnati con un riso basmati cotto al vapore e ben sgranato sono un piatto unico elegante.

Gamberi impanati di nocciole con salsa al vincotto

Per 4-5 persone

gamberi 750 g
peperoni rossi 2
sedano 1 costa
nocciole 120 g
rosmarino 3 rametti
vincotto 5 cucchiai
olio extravergine di oliva
sale e pepe

Sgusciate i gamberi e rimetteli in frigorifero coperti di pellicola; mettete le teste e i gusci in una pentola, coprite con 750 ml di acqua e cuocete per 20 minuti a fuoco medio. Filtrate il tutto e conservate il brodo. Tritate il sedano, rosolate in olio, unite i peperoni a pezzetti, salate, cuocete qualche minuto e unite il brodo. Fate cuocere fino a quando i peperoni sono teneri e il liquido si è un po’ ridotto. Frullate e filtrate per avere una crema liscia, unitevi il vincotto e regolate di sale se necessario. Tritate finemente nocciole e rosmarino, devono essere in polvere, non una pasta oleosa (per avere un buon risultato si può usare il frullatore frullando ad intervalli di 4 secondi). Impanate i gamberi e cuoceteli in una padella unta, 2-3 minuti per lato, girando solo una volta. Serviteli con la salsa al vincotto calda.

Condividi:


35 commenti a “Gamberi impanati di nocciole con salsa al vincotto

  1. Ddel vincotto ne ho sentito parlare ma non sapevo come si facesse e non so tuttora che sapore abbia. Non ti nascondo che mi piacerbbe assaggiare proprio quello che vedo nella foto, con tutto ilresto ovviamente;-)

  2. Nina
    grazie a te. Urge che io trovi davvero il cappellino a questo punto 😉

    Barbara
    grazie, copia copia, sarai soddisfatta :)
    In casa mia sono stati apprezzatissimi

    sweetcook
    guarda e` da provare, ha un sapore sciroppo e fruttato, dolce e ricorda vagamente l’aceto balsamico ma senza la componente di acidita` (oddio adesso gli intenditori mi affumicano)
    a me piace molto :)

  3. Una sinfonia di sapori, di colori, di consistenze…Kja, non ti smentisci mai…sei spettacolarmente brava! Un applauso sentito…e un bacino! Buon W.E.

  4. Ho la fortuna di possedere quantità “industriali” di vincotto artigianale d’uva (e anche di fichi…) :-D! L’ho sempre adoperato solo nei dolci, ma questo abbinamento pesce/peperoni mi dischiude un mondo :-)
    Grazie mille a te, e anche a Maricler :-)

  5. Romy
    grazie cara, sei dolcissima 😉

    manu e silvia
    si anche io penso di infilarla in qualche pranzo/cena di natale, e` molto carino come si presenta

    Lilium
    un’altra fortunata 😉
    Mi fa piacere che tu abbia nuovi spunti per usarlo, ho in serbo anche un’altra ricetta salata con il vincotto, mentre pensa che non mi sarebbe mai venuto in mente di usarlo nei dolci, ottimo suggerimento…

  6. uhmm che delizia! Il vincotto spero di trovarlo facilmente al supermercato..! Cmq Kya hai tantissime idee,complimenti!

  7. Questi gamberi devono essere una cosa meravigliosa…l’unione peperoni, nocciole, vincotto poi è assolutamente da acquolina in bocca…grazie per la ricetta e per le foto assolutamente esplicative.. :)

  8. Sorprendente e raffinatissimo concerto di sapori: brava davvero.
    Ho partecipato anch’io alla raccolta di Maricler, l’ho trovata un’iniziativa utile e originale.
    Molto carina la tazzina nella foto 😉

  9. Come al tuo solito, sei riuscita a unire in una sola ricetta diversi spunti, memorie umane, tradizioni regionali e angolature romantiche. Grazie per aver partecipato alla raccolta (anzi, colgo l’occasione per invitare i tuoi lettori a unirsi e inviare la propria ricetta), con una ricetta davvero magnifica.
    Per il vincotto nei dolci, beh, la Sardegna strepita per dire la sua… Inserirò anche questa voce nella raccolta, don’t worry.
    Bacio e ancora grazie!

  10. ohi ohi ma qui ci stiamo specializzando in cosine buonissime e sfiziose tesoro! mi sembra sempre di entrare un un sofisticato ristorante
    bellissime le foto mi sembra quasi di sentire anche l’odore meraviglioso di questi bei gamberi con le nocciole! gnam! 😀
    bacione
    Silvia

  11. vin cotto e pesce??? da provare!
    la mia bisnonna Eugenia, valeggiana (che ho avuto la fortuna di avere vicino e adorata fino ai 10 anni!) faceva il vincotto non con l’uva ma con le more di gelso e le cotogne, e ti assicuro che con la neve era una goduria! beh, forse oggi proverei col ghiaccio tritato, la neve di città tende al grigiolino! oh, raga! io c’ho solo 43 anni eh! saluti golosi, cat

  12. Mooooolto originale. Mi è stato regalato dell’abbamele, un decotto di miele molto simile al vincotto. Potrei provare.
    La panatura mi piace da morire.

    Un bacione

  13. Strepitoso piatto, goloso, afrodisiaco, sublime….ci ha fatto innamorare perdutamente!
    Considerando che i gamberi sono una nostra debolezza….
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

  14. Ciao! Sono tornata per informarti che ho provato i biscotti al cioccolato, quelli del penultimo post, sono stragoduriosi!!!
    Li ho messi sul mio blog con tanto di citazione;-)
    Grazie per aver postato la ricetta:) Buon lunedi!

  15. Ma dove si trova il vin cotto? Questa ricetta mi stuzzica molto, ma credo di non essere l’unica ad avere questo problema…
    ciao e auguri!

    Alessia

  16. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » » Insalata di spinaci e finocchi con dressing al caffè

  17. Pingback: Breaded shrimp with hazelnut sauce vincotto « Olga Kulikovskaia's Website

  18. Pingback: Breaded shrimp with hazelnut sauce vincotto « Olga Kulikovskaia's Website

  19. Ci tengo a precisare che il vincotto deriva dal mosto di uva mentre per l’altra frutta fichi, melograno, ciliegia ecc. si chiama cotto di …..

  20. Pingback: 4 Ricette Top a base di pesce - Donna In | Donna In

  21. Pingback: Antipasti natalizi: tre idee da portare a tavola | Flora

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *