Lasagne turche

La ricetta di queste lasagne turche è sul mio quaderno di cucina da vari anni. L’ho riportata con la mia scrittura un po’ sgraziata da chissà quale giornale dal quale ho copiato anche la sintetica ma evocativa introduzione “specialità della cuoca dell’Imam di Bursa, Turchia”.
Quali sono le differenze dalle nostre lasagne? Il ragoût è a base di carne di manzo che viene cotta dolcemente, se avete una pentola di terracotta è l’occasione giusta per sfruttarla, e condisce lui solo la pasta fresca all’uovo. Una generosa porzione di yogurt intero ricopre tutto come una coltre di neve e poi via in forno. Prima di servire in tavola si condisce con burro fuso aromatizzato. La ricetta prevederebbe di farlo con la salvia ma trovo che un po’ di peperoncino fresco e delle spezie diano maggior carattere a queste lasagne dal tocco etnico.

Lasagne turche
(per 6-8 persone)

carote 2
rosmarino 5 punte
sedano 2 gambi
cipolle 2
olio d’oliva 50 ml
sale 1 cucchiaio
vino bianco un bicchiere
manzo tritato 1kg
lasagne fresche 375 g
yogurt greco 500 g
burro 100 g
cannella, pepe, coriandolo 1 pizzico ciascuno
peperoncino fresco tritato grossolanamente 1

Tritate il rosmarino, le carote, il sedano, e le cipolle. Poneteli in un pentola preferibilmente di terracotta, unite l’olio, il vino, e il sale e fate rosolare per 5 minuti. Unite la carne e cuocete coperto a fuoco dolce per 2 ore.
Sbollentate le lasagne in acqua bollente salata, 3-4 alla volta circa 1-2 minuti a seconda dello spessore, scolatele delicatamente con una schiumarola e asciugatele su un asciugamano da cucina pulito. Disponetele in una pirofila alternando con strati di sugo. Coprite il tutto con lo yogurt. Infornate a 180 gradi per 40 minuti. Scaldate il burro con un pizzico di ciascuna spezia, o in alternativa con la classica salvia. Versatelo sulle lasagne e servite.

Condividi:


10 commenti a “Lasagne turche

  1. Penso che sia davvero una ricetta sensazionale, così simile a quella a cui siamo abituati, ma anche così diversa! Vale la pena di provare…brava Kja! Buonissimo W.E.

  2. Ma sai che una delle mie compagne d’appartamento faceva sempre una “lasagna” simile, ma con la sfoglia di pasta yufka. Davvero bella questa versione + fusion!

  3. Nina
    grazie, e` la mia taverna che si intravede. Buon we anche a te

    Twostella
    ci sta benissimo, apporta la componente cremosa che si desidera nella lasagna ma seza appesantire

    Romy
    infatt e` proprio questo che ha un tocco fusion ma giusto un tocco, senza esagerare ;0

    Alex
    Pasta yufka? Mai sentita, mi dici cos’e`? Magari ne hai postato a rigurdo ma mi e` sfuggito.

    Valina
    grazie, si gurda restano proprio leggere in effetti

  4. sicuramente sono venute buonissime, pero’ nella nostra cucina originale non esistono le lasagne, dato che si nomina il nome del primo capitale degli ottomani, credo che stiamo parlando del famoso iskender kebap (kebab di alessandro), costituto da due strati, il primo e’ un pane arabo che si chiama “pide”, nel secondo ci sono delle fette sottilissime carne di manzo ricavato da “döner”. questi vengono coperti con il burro fuso e con il sugo di concentrato di pomodoro, poi si serve con lo yoghurt di fianco…ecco qua :
    http://en.wikipedia.org/wiki/%C4%B0skender_kebap
    e’ un piatto buonissimo ma pesante come tanti piatti ottomani:)

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *