Dulce de leche


Il dulce de leche è la confettura di latte di origine argentina che ultimamente spopola tra i foodblog. Molto spesso le ricette che ho letto proponevano di partire dal latte condensato che cuocendo nella sua stessa confezione si riduceva nella crema dal sapore di caramello. Sarà cha da bambina devo aver fatto una sorta di indigestione di latte condesato, ma guardo con sospetto a questo prodotto, quindi ho sempre abbandonato l’idea. Poi qualche giorno fa, sfogliando un libro di cucina vintage sono inciampata per puro caso in questa ricetta che mi ha ingolosito istantaneamente e che ho trovato pratica in quanto prevedeva la cottura a bagnomaria. E così in un pomeriggio piovoso di maggio ho trovato la mia ricetta definitiva per il dulce de leche: cremoso, denso al punto giusto, non eccessivamente dolce e ricco di vaniglia, una delle mie spezie preferite.

Dulce de leche
per 300 g circa

latte intero 500 g
panna 150 g
zucchero 150 g
bicarbonato di sodio 1/2 cucchiaino
vaniglia 1/2 stecca

Ponete tutti gli ingredienti, tranne la vaniglia, in un contenitore adatto alla cottura a bagnomaria. Incidete la stecca di vaniglia a metà e prelevate i semi che unirete al resto degli ingredienti, quindi aggiungete anche la stecca stessa. Fate cuocere a bagno maria per 3 ore girando di tanto in tanto. Quando il dulce de leche è denso versatelo in un vasetto.

Condividi:


34 commenti a “Dulce de leche

  1. Buongiorno Chiara! Anche io il latte condensato non lo compro volentieri ma credo sia una fissazione mia!
    mi piace da morire il dulce de leche e quindi grazzissimme (uhmm…che termine allucinante ma volevo farti partecipe del mio entusiasmo :-D) per la ricetta che stampo subito
    Una buonissima giornata
    Silvia

  2. Ste
    grazie, buona settimana anche a te :*

    Silvia
    grazzissimme rende molto l’idea, grazie a te 😉

    Monica
    grazie cara :*

  3. Ciao.
    dulce de leche mi ingolosisce molto e mi sono scaricata la ricetta….ma al di là della bontà, con cosa la posso abbinare?
    O va mangiato da sola?….
    Grazie e buon lunedì!

    Ely

  4. Ciao Kja, il nuovo layout (ma si dirà così?! insomma, il nuovo aspetto del tuo blog) è elegante, pulito, insieme semplice e sofisticato; come lo sono tutte le tue foto, le ricette – ed esattamente come sei tu.
    A presto!

  5. Ely
    ciao e benvenuta. Allora si mangia con il pane a colazione o si usa per farcire le crepes magari con una manciata di more o di fragole, sul gelato, per rifinire dei dolci disegnado dei decori con la crema o negli impasti direttamente. Comunque a breve posterò una ricetta sulla quale sto lavorando 😉

    Silvia
    grazie cara, si è il layout :)
    Ma ci devo lavorare ancorea un po’
    a prestissimo spero :*

    Carla
    si, ho fatto un po’ di esperimenti ed è venuto fuori questo :)
    ma è da perfezionare.

  6. ciao chiaretta!!io la prima volta l’ho fatto con il latte condensato in pentola a pressione ed è venuto – devo dire la verità – proprio buono. mi ero ripromessa di provarci “tradizionalmente” ma non ho ancora avuto tempo sigh…

  7. Chiara complimenti per la nuova veste del tuo blog, essenziale e curata, proprio come te :-) Ma come hai fatto a fare questa foto così nitida e chiara, è perfetta! Il dulce de leche con la panna e cotto a bagnomaria mi manca, da provare sicuramente. Perfetto con gli alfajores, i biscotti argentini. Baci!

  8. Kia! Che foto meravigliose!!! Io avevo visto una ricetta da Salsadisapa senza latte condensato, non l’ho mai provata per il troppo apporto calorico ed il rischio di mangiarlo tutto da sola… ma se un giorno dovessi provarla, terrò in considerazione questa versione!
    Smack

  9. Sere
    Guarda il richio c’e` tutto direi, io ho fatto fatica a trattenermi 😉

    Francesca
    Grazie carissima, visto che trovare un web designer e` piu` difficicle che vincere alla lotteria mi sono rimboccta ale manihe 😉
    Non conosco questi biscottini, li hai postati?

    Ely
    figurati!

    Caravaggio
    grazie, anche a te` 😉

    Monique
    guarda ti credo sulla parola ma ti dico il latte condensato mi fa ancora sensazioni negative :(

  10. Ah ,per la foto mi sono messa sul balcone, ho appoggiato il barattolo su un cartoncino bianco e ho scattato tenendo la macchina abbastanza in alto, non so se ti puo` dire qualcosa. Poi dopo ho fatto i liveli di colore e contrasto automatico.
    Bacio

  11. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Torta di fragole e dulce de leche

  12. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Dolce di tofu silk e dulce de leche

  13. Ciao!
    Bellissimo sito, mi fa venire una fame 😛
    Stavo proprio cercando questa ricetta e tra le varie versioni questa mi sembra la migliore, complimenti!! comunque… in un sito ho trovato lo zucchero di canna grezzo al posto dello zucchero semolato. mi sembra un’idea interessante vista l’origine del dulce. sta di fatto che proverò a farlo in entrambi i modi e poi decido come mi piace di più!
    Ciao ciao
    Silvia ^_^

  14. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Muffin con pere, cioccolato e dulce de leche

  15. sono felicissima…perche’ il mio esperimento sul dulce de leche ha superato la prova di due argentini madrelingua!!! che bello!!! grazie per la ricetta….e’ meraviglioso!! un po’ lunghina la preparazione pero’..

  16. era cosi’ buono che l’ho quasi finito….comunque sempre i i miei amici argentini mi hanno suggerito l’abbinamento con la mela…con la banana e’ fantastico…io me lo concedo come premio dopo una giornata di lavoro!!

  17. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Tea time

  18. Indubbiamente è una ricetta gustosa, ma far bollire per 3 ore un vasetto mi fa venire i brividi! Con la crisi energetica e i costi alle stelle dobbiamo imparare a risparmiare!

  19. Caspita ti faccio davvero mille complimenti, mi sono innamorata del tuo blog, è fantastico!
    E le tue ricette dei dolci sono incredibili già ne ho viste un paio da provare ma una su tutte è questa del dulche de leche, con il mio papà argentino ci sono praticamente cresciuta!
    Inoltre volevo chiederti un favore: ho visto che sei molto esperta e volevo un consiglio su una torta col dulche de leche che vorrei preparare per un compleanno che ci sarà a breve ed è davvero importante.
    Se tu potessi contattarmi tramite mail te ne sarei davvero infinitamente grata.
    Grazie mille in anticipo!

  20. Ciao Chiara le tue ricette! Che meraviglia così diverse e buone, ho appena fatto il dulce de leche il sapore è uno spettacolo però dopo tre ore e mezza di cottura è ancora liquido spero che si condensi freddandosi… Se così non fosse forse ho sbagliato qualcosa … Un abbraccio Namastè…Valexxx

  21. Ciao, sono nuova nel commentare, ma è da un pò, che “viaggio” nel tuo blog..mi appassiona come se leggessi un libro, e questa riceta mi ha incantata. complimenti e grazie.

  22. stra buono, ma lunghissimo da fare. Anche piu’ di 7 ora di bagnomaria. Sarà mica colpa del tipo di latte? Il pentolino del bagnomaria bisogna rabboccarlo spesso con acqua… ci sono alternative? Leggevo da qualcuna della pentola a pressione…. ma non volevo usare latte condensato.
    Complimenti per il sito – magnifico – elegante – goloso !

  23. Cara Chiara,
    è una ricetta speciale per me, l’ho preparata circa un mese fa e solo ieri ho aggiunto il post sul mio blog perchè credo che rappresenti bene questo periodo della mia vita. Tra l’altro solo ora ho notato che l’hai pubblicata il 18 maggio…è il giorno del mio compleanno! Un abbraccio.

  24. Pingback: Dulce de leche nei muffin | Chez-Babs

  25. Pingback: Dulce de leche nei muffin

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *