Torta salata con zucchine, pinoli e riduzione di aceto balsamico


Rientrata da Parigi mi sono ritrovata nel mio giardino in fiore, con la rosa che comincia a mostrare boccioli scarlatti, promessa di una fioritura stupenda. E poi una gran voglia di usare il forno e fare, magari, un finger food. Detto, fatto. Ho improvvisato questa torta salata non con la solita sfoglia pronta ma con una pasta all’olio leggera e arrichita di quinoa soffiata. Il ripieno gioca su un trio vincente, zucchine, pinoli e uvette; e poi il tocco finale: una riduzione di aceto balsamico che esalta i sapori oltre ad abbellire la torta. Non l’avrei abbinata con la birra, bevanda che non amo molto, ma Much aka Jacopo, mio fratello, non era di questo avviso e ha sbocconcellato una fetta di torta sorseggiandone una chiara.

Un paio di note
– le foglioline di maggiorana sono opzionali ma accrescono il profumo in maniera piacevole
-dop aver finito l’ultima fetta a pranzo posso dire che il giorno dopo la torta è ancora piu` buona 😉

Torta salata con zucchine, pinoli e riduzione di aceto balsamico

per la pasta
farina 100 g
farina di grano duro 50 g
quinoa soffiata 3 cucchiai
sale 1/2 cucchiaino
olio extra vergine d’oliva 5 cucchiai
acqua

per il ripieno
zucchine grigliate 300 g
pinoli 30 g
uvette 20 g
uova 3
latte 150 ml
sale
pepe

per finire
aceto balsamico 3 cucchiai
maggiorana due rametti

Mescolate gli ingredienti secchi, e unite l’olio poco per volta mescolando. Aggiungete l’acqua necessaria per rendere la pasta morbida ma elastica, 7-10 cucchiai dovrebbero bastare. Fate riposare la pasta in frigorifero per 30 minuti coperta da pellicola.
Preriscaldte il forno a 180 gradi. Ammollate le uvette in poca acqua calda, scolatele quando sono morbide e fatele saltare ancora umide con i pinoli per qualche minuto, fate raffreddare. Stendete sottilmente la pasta e ponetela in una tortiera foderata di carta da forno, disponetevi le zucchine tagliate a pezzetti, le uvette e i pinoli. Sbattete le uova con il latte, sale e pepe; versate il composto sulla pasta. Cuocete per 40 minuti.
Prima di servire riducete l’aceto balsamico in un padellino a calore medio in modo che abbia la consitenza del caramello e versatelo sulla torta salata. Cospargete di foglie di maggiorana se vi piace.

Condividi:


15 commenti a “Torta salata con zucchine, pinoli e riduzione di aceto balsamico

  1. ma che bello il fratello con la maglia in tinta alla torta!!!

    questa foto mi ha fatto molta tenerezza mi è parso di vedervi insieme lui è più giovane di te?

    non so perchè ma sono sicura di sì

    ah la torta è molto invitante, da provare
    aspetto una nuova ricetta sul sito fior di sale
    magari con il sale rosso…
    ciao ciao
    mimi

  2. sembra proprio squisita, da provare; sostituirò la farina con farina integrale, vediamo che cosa ne viene fuori.
    invece, volevo chiederti, hai ricette per fare la pasta sfoglia? Mi sono stufata di comprare prodotti industriali .. se si fammi sapere, grazie, e sperimentiamo qualcosa
    ciao
    simona

  3. sembra proprio squisita, da provare; sostituirò la farina con farina integrale, vediamo che cosa ne viene fuori.
    invece, volevo chiederti, hai ricette per fare la pasta sfoglia? Mi sono stufata di comprare prodotti industriali .. se si fammi sapere, grazie, e sperimentiamo qualcosa
    ciao
    simona

  4. Buongiorno che meraviglia! non avrei mai pensato di poter trovare una ricetta così attraente per i miei gusti..invece! Bravissima e me la copio subito.
    Buona giornata
    Silvia

  5. che bontà chiara, e che belle con la torta abbinata alla maglietta del fratello hihi Se fossi stata con voi, in giardino a gustarmi questa bontà ( mi piace un sacco la pasta fatta con l’olio!) pure io mi sarei fatta una birretta 😉 Devi capirmi,m questi sono gli strascichi che mi ha lasciato Dublino 😀

  6. ..allora sei in quel di como ?… invitante la torta. ma queste foto mi catturano piu delle altre mmm nn zo’ perche'(colpo d’occhio) saranno i colori omogenei fra loro. bha’ :) PS.ho un sacchettino di azuki nn ho l’estro per cucinarli :(. :*

  7. Ciao! Sono approdata sul tuo sito giorni fa, attratta dal titolo, visto che adoro il film e ho iniziato a leggere, qualche foto di Londra, le barbabietole, e poi tuo fratello è un grande! Birra bionda, nel giusto bicchiere, senza quattro dita di fastidiosa schiuma … beh potessi assaggiare la tua torta salata … non resta che provare la tua ricetta! Bye

  8. @Ste
    grazie, sara` la presenza di jacopo? 😉
    gli adzuchi non li ho mai cucinati, penso che puoi farci il ripieno per i pancake giapponesi; se trovo la ricetta te la mando :)

    Ilaria
    ciao e benvenuta! mi fa molto piacere che la torta ti sia piaciuta, la variante mandorle poi mi interessa molto. Bella la luce della tua foto :)
    un bacio

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *