Dolce fondente al cioccolato e lamponi di Pierre Hermé

 


Quando ho visto questa ricetta di Pierre Hermé mi sono stupita per la sua semplicità. In realtà non ne ho nemmeno mai cercata una alla mia portata, la lettura di un procedimento complesso come questo mi ha provocato un certo timore reverenziale e devo ammettere di non avere esattamente una vocazione per la pasticceria. Poi mi sono imbattuta in questo dolce fondente al cioccolato e lamponi, che credo sia tratto da un suo libro per bambini, e ho pensato che potevo anche provare. L’ idea di un dolce al cioccolato con il cuore morbido e i lamponi a smorzarne l’opulenza è classica, ne esistono decine di varianti più o meno blasonate e io stessa ne avevo provato una di Nigella, e una di Trish Deseine, ma la versione Hermé l’ho trovata decisamente migliore. Non so se dipendesse dalla quantità di cioccolato o altro e sottolineo che non poteva trattarsi di suggestione della serie “un dolce di Pierre Hermé deve essere buono per forza” perchè ho avuto pareri entusiasti anche da persone, ne esistono, che non sanno nemmeno chi sia costui :)

Dolce fondente al cioccolato e lamponi di Pierre Hermé

cioccolato 250 g (60-65 %)
farina 70 g
uova 4
zucchero 220 g
burro 250 g
lamponi 100 g

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Imburrate e infarinate uno stampo da 22 cm di diametro. Tritate il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria. Versate il cioccolato fuso in una ciotola e aggungetevi lo zucchero, il burro, le uova e la farina. Lavate e asciugate i lamponi. Versate metà dell’impasto nella tortiera, coprite di lamponi e terminate con l’impasto rimanente. Cuocete per 40 minuti.
Unico avvertimento: i tempi di cottura erano di 25 minuti a forno semiaperto ma ho preferito prolungarli a 40 con forno chiuso perchè il mio ha problemi a mantenere il calore.

Condividi:


48 commenti a “Dolce fondente al cioccolato e lamponi di Pierre Hermé

  1. Eccolo! Mi avevi anticipato il fattaccio!!!
    Molto molto interessante…
    Io ho provato tre sue ricette. Bè, di due sono davvero entusiasta (cake carote-nocciole, sablès fior di sale e cioccolato), ma i sablès alle olive proprio non vanno giù!
    Proverò al più presto anche questa…
    Buona settimana!

  2. Si, si. Questo e` proprio buono buono. I biscotti non li ho mai provati, quelli alle olive non mi attirano prorpio. Magari faro` quello alle carote che ho visto da te ma giusto perche` sono in fase carote 😉

  3. Ciao Kja. Ma che meraviglia questa torta! Però una perplessità: se la ricetta indica 25 minuti con forno socchiuso, se tu lo tieni chiuso in teoria il tempo di cottura andrebbe risotto no? Io spesso ho problemi con la temperatura del forno perché il mio è elettrico ad aria calda mentre so che spesso le ricette provenienti dall’Italia prevedono il forno a gas, nel quale credo la parte più calda sia in basso, mentre in quelli elettrici è l’opposto…

  4. Ciao Anto, in linea i massima hai ragiome ma il mio forno a enormi problemi a scaldarsi e a mantenere la temperatura. In fatti non ho mai fatto un pane degno di questo nome e poi ho smesso, scoraggiata. Dopo 25 minuti a me e` parso troppo troppo molle e dato che mi e` gia` capitato di sfornare dolci che sembravano cotti ma dentro era crudissimi ho preferito non correre il rischio, magari la prossima volta provo a toglierlo a 25 e aspetto che si raffreddi completamente prima di trarre conclusioni :)

  5. Anche io –LO VOGLIO PROVARLO NOWWWWWW– :)! Deve essere supergodurioso, e secondo me è originale, carino e veloce anche come torta di compleanno, magari accompagnato, nelle varie porzioncine, da una salsina calda ai lamponi e da un ciuffetto di panna non zuccherata…che ne dici? Oggi sono ispirata!

  6. Chiara
    ciao! guarda e` davvero buono, magari ne avessi ancora un pezzetto :)

    Romy
    buongiorno cara, guarda ora che ci penso era da accompagnare a piacere con un coulis di lamponi, ma non so se lo farei tiepido, personalmente lo preferirei freddo. La panna non zuccherata invece assolutamente si!

  7. Ciao Kja!! Buongiorno!
    Grazie prima di tutto per la graditissima visita. e’ tutta la mattina che volevo lasciarti un messaggino e tutte le volte che entravo nel tuo blog mi squillava il cellulare.(problemi con i diademi..che ci vuoi fare?)
    Effettivamente per essere una ricettina di quel guru di Hermes è abbastanza abbordabile! Poi tutta quella cioccolata che mi si scioglie in bocca..oh signur..ha ragione Grissinen …andremo all’inferno con tutta questa golosità!
    Buona giornata!
    Silvia

  8. Ciao Chiara,

    Davvero buona la versione di Hermé, anche se ad essere sincero Nigella sui dolci al cioccolato non sbaglia quasi mai! Questa é una delle mie torte preferite, amo il cioccolato fondente e la scioglievolezza di questo impasto é incredibile! Appean posso (se vuoi anche via email) ti mando la ricetta di una torta amerciana, Missisipi Cake, che ha in aggiunta il caffé ed é semplice semplcie da preparare.

    Saluti

    Re

  9. A parte la golosità della ricetta, Kja, questa foto è da URLO!
    Nulla da invidiare alla copertina del libro Cioccolato di Trish Deseine, anzi!! Spettacolare. Chapeau!

  10. Ciao Kja! Ti faccio i miei complimenti per il tuo blog! é uno dei blog che seguo di più anche se non ti ho mai mandato un commento fino a d’ora….ma con questa torta al cioccolato e lamponi, non ho resistito….io non posso fare a meno del cioccolato! la metterò nella lista delle ricette da fare pe i miei bambini e non solo!
    Ciao a presto Carla

  11. sono d’accordo con Alex, la foto è molto bella! Io non so se amo l’abbinamento cioccolato frutti di bosco in generale, in bocca quel loro acidulo abbinato al cioccolato mi disturba. Ma sicuramente prima lo proverei 😛

  12. Ciao,
    ti seguo da un po’, silenziosamente, e apprezzo molto le tue ricette.
    Volevo chiederti un consiglio, volendo provare a fare la ricetta qui sopra in formine individuali, secondo te come andrebbero variati il tempo di cottura e la temperatura? a occhio, che comunque mi fido piu’ del tuo occhio che del mio :)

  13. Santim
    ciao e benvenuta, fammi sapere come viene :)

    Remo
    ma pensa che la versione di nigella conteneva proprio il caffe in aggiunta con i lamponi e il resto. Mi sa che postero` anche quella, credo di var capito che potrebbe interessarti 😉

    Alex
    Esagerata 😉
    Io non ero molto convinta, mi faceva un po’ accozzaglia tra i lamponi e il cucchiaino, ma grazie di cuore :*

    Franci
    :*

    carla
    grazie e benvenuta. Ah guarda questa conquista adulti e bambini, per non parlare delle nonne, o almeno la mia :)

    dolcetto
    il richio si corre in maniera inevitabile :)

    francesca
    no guarda e` da provare, i lamponi alleggeriscono il sapore del cioccolato al punto giusto.

    Antonella
    ciao, allora io non scenderei sotto i 175 gradi e comincerei a cuocerli 15 minuti, poi le guardi. Il cuore deve essere appunto morbido ma la parte esterna deve essere cotta. Pero` e ` a occhio sul serio, e poi dipende dal tuo forno, il mio come dicevo non e` che scaldi ferocemente :)

  14. Buona sera Kja!
    Davvero goduriosa questa ricetta!
    Adoro il connubio tra il cioccolato e i lamponi, poi non c’è che dire della grande genialità di quel ometto di nome Pierre Hermé… Io volevo, e voglio tutt’ora, provare a fare unn suo dolce e riuscire a comprere almeno uno dei suoi libri, chissà se ce la farò…

    Baci,
    Ginger ~♥

  15. Ma questa non e’ una torta, e’ un cioccolatino gigante!!! :))
    Meglio che mi bendo gli occhi a tripla mandata!!
    Ma passare di qui val sempre la pena di disperarsi un po’ (vista la quasidieta), almeno per vedere delle immagini cosi belle!! Brava bravissima! :))

  16. ehi, bello proprio! sai che ne ho fatta una pure io di torta simile, io adoro ciocco-lamponi. ma questa mi pare, dagli ingredienti, più bagnata, e quindi credo proverò, mi prende. p.s. ho un piattino con le palline come il tuo! :-))

  17. Non amo le torte al cioccolato ma questa è buona, pensandoci però è la stessa cosa che ho detto ieri sera di una Sacker da 3 euro comprata al discount modello “Pristina 1999″ dal coinquilino “allegro”.
    Urge un’indagine approfondita del Comitato Dolciario con tanto di riproposizione delle due torte. ]:Q__

  18. Comida
    ai anche qui non sono economicissimi, ma ogni tanto a me prende una voglia di lamponi tale che non posso resistere :)

    Ginger
    ciao bella!
    Guarda per me questo dolce cosi` semplice e` stato una vera rivelazione, ma i suoi libri continuano ad intimorirmi. Penso che su internet non sia un problema acquistarli,no?

    Elvira
    grazie, oh mamma la dieta? no, e` un concetto che ora come ora rifiuto un po e questa torta capisco che non aiuti

    Antonella
    si, grazie che anche io ero tentata di farli monoporzione, in modo che fossero piu` carini da presentare

    adina
    ma pensa! a me piace molto questo piatto. Io questa l’ho trovata molto buona ma vengo a vedere la tua ora

    yari
    ci affondava dentro che era una meraviglia

    Much the cow
    sono felice che tu abbia trovato una fonte adeguata di sacker torte cosi` almeno non mi stresis piu` :PPP
    Si questa la rifaccio di sicuro comunque

    Sere
    :*

  19. Ecco, lo fatta ieri sera! È davvero di una facilità disarmante, tanto che quando il tutto si trovava già nella forma ho riletto ancora due volte la ricetta. Non mi sembrava possibile…
    Comunque: ho dimezzato le dosi e ho fatto un tortino più piccolo perché si trattava di un esperimento prima di proporla agli ospiti. L’ho cotto 30 minuti a formo chiuso ed è venuto perfetto. Forse avrei potuto cuocerlo i 25 minuti prescritti, ma poi avevo paura che tagliandola si sarebbe sfatta, diventando impresentabile. Molto buona, ma a dire la verità è praticamente identica a quella che fa mio marito (che però non ha i lamponi) e che faceva già la sua bisnonna. Il suo è un tradizionale gugelhopf svizzero, cambia quindi praticamente solo la forma in cui mettere l’impasto…

  20. Ciao Anto,
    mi fa piacere che sia venuta bene. Non conosco il gugelhopf svizzero, ma mi ispira di essere molto buono se assomiglia a questo, se mi vuoi dare la ricetta, a meno che non sia un segreto di famiglia, sarei felice di provarla . Ma cuocendolo 30 minuti con dosi dimezzate e` rimasto morbido all’interno oppure no?

  21. È rimasto morbido e umido ma non fondente come quello della tua foto. La prossima volta infatti lo cuocerò 5 minuti in meno. La ricetta del Gugelhopf è sì un segreto di famiglia, ma farò un’eccezione! È però a casa e ora sono in ufficio. Te la mando domani!

  22. Sembra facilissimo e veloce Kja!
    Anch’io lo arricchirei però con panna o con una salsina. Per quanto i lamponi riescano a rendere questa torta più morbida, temo che tutta quella pasta al cioccolato richieda qualche aggiustamento in più per scivolare via bene.

  23. Fatta ieri sera nella variante con la pera!
    (ho preso il tipo Africa che era un po’ duretto purtroppo…)
    Un vero successone cmq…!!!
    L’ho fatta cuocere per 25 minuti a forno
    chiuso (ho un forno a gas…) ed è venuta
    benissimo… La consistenza la rende ancora
    più ghiotta, visto che si scioglieva in bocca…
    Cmq non ho resistito e ci ho aggiunto una
    spruzzatina di cannella 😉

  24. Alla fine l’ho fatta pochi giorni fa. Un successo. Fra i convitati c’era anche un cuoco: si è detto entusiasta. Ora però la voglio provare con i lamponi!
    grazie!

  25. Barbara
    che buona la variante pera e cannella, la provero` sicuramente anche io :)

    Ila
    Figuarati, lieta che abbia avuto successo!

  26. Ciao, è da un qualche mese che ho scoperto questo angolo delle meraviglie, leggo spesso le tue ricette e in particolare questo dolce ha catturato la mia attenzione. Ci tengo a dire che ho abbracciato il mondo della cucina solo da gennaio quando, in piena crisi, ho scoperto che macchiarmi di farina e cioccolato mi rilassava molto. Da quel momento ho preparato 4 torte, i tuoi muffin e ieri sera questa torta. Pensavo di combinare qualche guaio ma invece è stata divorata in poche ore. è piaciuta molto.eh, dimenticavo, 25 min foro semiaperto. Perfetta! :) Ti ringrazio.

  27. Mamma miaaaaaa, che meraviglia! Sai che proprio ieri, casualità, volevo fare un dolce simile, alla caso, e vedere se mi riusciva…ma non ho avuto tempo :-) ..il mio però era con le pere!
    Altra cosa… sai che mi sa abbiamo il paitto identico? quello con i pallini? Ahah, che roba!!

    marti

  28. Ciao!
    Che bel sito e che bella ricetta!
    Io sono celiaca. Come posso sostituire la farina?? fecola, farina di riso?
    Grazie

    Babi

  29. Mi stavo commuovendo alla sola vista degli ingredienti…già la sento sciogliermisi in bocca per conquistare il mio esofago, la trachea, ed infine il mio cuore…
    Troverò i lamponi…e sarà mia…
    Grazie dei sogni ad occhi aperti ><

  30. Pingback: considerazioni.. della serie “siamo agli sgoccioli”..!! « Siamo nati per Risplendere

  31. Ho provato a riprodurre questa meraviglia in stampini monoporzione dal cuore caldo fondente con il bimby. Che dire? Un connubio supremo, raffinato e seduttivo per i palati più scettici……

  32. ho replicato la ricetta ma con qualche differenza, more invece di lamponi (colte in montagna) e per errore ho usato il burro salato 125 grammi, è venuta una meraviglia, grazie per la chicca!

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *