Orzo e gamberi con coriandolo e pepe di Sichuan

L’orzo è davvero la prima volta che lo cucino e questo lo devo a Monica che mi ha spedito un pacco pieno di ingredienti eccellenti con cui nutrire la mia fantasia e non solo 😉
Insomma io l’orzo non l’avevo mai preso in considerazione, attirata piuttosto dall’esotica quinoa o dal miglio, dal sapore dolcemente rassicurante. Mangiandolo ho apprezzato la sua capacità di assorbire i sapori ed impregnarsene rendendo più ricco il suo. Per la cottura dei gamberi ho impiegato una tecnica chiamata nage, probabilmente classica, ma che non conoscevo, letta su un volume di Alain Ducasse dedicato al pesce. Ora che io sappia “nage” significa nuotata, e in effetti i gamberi si sono fatti una nuotatina in acqua bollente aromatizzata con pepe nero, pepe di Sichuan, aceto e limone che gli ha conferito un ottimo sapore.
Dal punto di vista nutrizionale siamo sotto le 300 calorie a porzione, secondo i miei calcoli, il che rende questo gustoso piatto di orzo adatto per il meme dietetico lanciato da Fiordisale.

Orzo e gamberi con coriandolo e pepe di Sichuan

Per 4 persone, circa 280 calorie a porzione

orzo 200 g
gamberi con le teste 400 g
coriandolo 5 g
un’arancia
olio extra vergine di oliva 3 cucchiai

Per la nage
1 limone
pepe nero un cucchiaino
pepe di Sichuan* un cucchiaino
aceto di mele 1 dl
sel de Guèrande una manciata

Ammollate l’orzo per almeno 12-16 ore, quindi lessatelo per circa un’ora o fino a quando risulterà della consistenza a voi gradita. Scolatelo e fatelo raffreddare. Preparate la nage: ponete 1,5 l di acqua in una pentola e unite tutti gli aromi indicati, il limone deve essere spremuto direttamente nella pentola e quindi aggiunto. Portate a ebollizione e fate sobbollire per 10 minuti. Sgusciate i gamberi lasciando attaccate le code e le teste. Cuocete i gamberi per 45 secondi nella nage, quindi prelevateli delicatamente con una schiumarola e lasciateli scolare. Separate le teste dai corpi sopra ad una ciotolina per non perdere i succhi, schiacciatele lievemente con una forchetta per estrarli completamente. Fate raffreddare il sugo ed emulsionatelo con 2 cucchiai di olio, e 3 di succo di arancia.
Ponete qualche cucchaio di orzo nei singoli piatti, ripartitevi i gamberi e il condimento. Rifinite i piatti con il coriandolo tagliuzzato e del pepe di Sichuan. Servite.
In alternativa potete preparare in anticipo il piatto e servirlo poi come un’insalata, rifinendo con il coriandolo poco prima di servire.

*Se volete scoprire qualcosa in più su questo e gli altri tipi di pepe andate a leggere il post a tema che gli ha dedicato Virginia.

 

Condividi:


19 commenti a “Orzo e gamberi con coriandolo e pepe di Sichuan

  1. Questa la faccio di sicuro!! Ti ricordi che ti avevo parlato di una ricetta di come conservare il lemongrass? Ieri l’ho rifatta e l’ho postata. Un abbraccio, Alex

  2. finora ho solo mangiato l’orzo perlato, quasi sempre in insalata.. ma questo mi ispira proprio..e la tecnica di cottura “nage” è davvero interessante.
    Un bacio!

  3. Adoro il pepe Sichuan, il suo profumo mi inebria.
    E’ un piatto che accompagna degnamente questa insolita giornata di primavera. Gli ingredienti mi ispirano sapori freschi e puliti.

  4. STUPENDOOO…
    è da un paio di mesi circa che per via di una dieta mangio orzo praticamente tutti i giorni..lo adoro!
    e poi i gamberi…..
    mmmm..
    ho l’acqualina in bocca, non vedo l’ora di provare la ricetta!
    complimentissimi come sempre, un bacione, lus

  5. Fantastico il farro.. io l’ho preparato con altri ingredienti, forse meno dietetici… ma davvero ottimo e particolare nel gusto!..
    Smackkkkkkkkkkkkkkkk

  6. Comida
    grazie di aver colto la luce, sono andata nell’unica finestra
    esposta un po’ bene qui a casa a Lipomo!

    Alex
    la vengo a vedere subito!

    Elisa
    io forse il perlato incidentalemnte in qaulche minestra ma non mi aveva entusiasmato, cosi` e `molto buono.

    Cookie
    fai bene, vengono buonissimi :)

    Spilucchina
    Grazie a te di essere passata, mi hai ricordato che volevo linkare il tuo bel post sui pepi, ora provvedo

    Arame
    grazie! Beh allora preparaglielo 😉
    Volevo provare a fare in nage anche il tofu uno di qeusti giorni.

    Acilia
    si il pepe di Sichuan e` davvero inebriante, non posso che condividere il tuo aggettivo.

    Lus
    Grazie! Tutti i giorni? Aiuto, no tutti i giorni forse non potrei, ma adesso lo mangero` piu` spesso di sicuro.
    un bacione anche a te cara.

    Sere
    A me il farro invece non piace purtroppo :(
    ma vengo avedere la tua ricetta, magari la posso fare con l’orzo

  7. …si’!si’! la faccio anchio.e adesso vado a informarmi un po’ sul sichuan che aime’ nn conosco… ( ma kja mi chiedevo se provo a cucinarli nel the come saranno? (ovviamente nn per questo piatto che trovo invitante e seducente 😉 ) ciao cara baci8

  8. Sempre visibilmete commossa dalla bellezza delle foto e delle tue ricette di avviso che sei stata nominata sul mio blog….vieni a vedere!!!
    baci

  9. Ma grazie del contributo kja. è una ricetta strepitosa, e mi sa che la proverò pure a breve a casa ho l’orzo perlato. a proposito che differenza c’è tra orzo e orzo perlato?

  10. Ste
    Sai che anche io in questi giorni ci stavo pensando? Non tanto di arometizzare con le foglie ma di cuocere nell’infuso, magari di un te` verde, ma ci devo lavorare su 😉
    Comunque questo piatto di orzo io l’ho gustato proprio con un genmaicha. Il suo sapore tostato si combinava benissimo con l’orzo. :*

    Valentina
    grazie cara! Aderiro` presto al meme perche` mi intriga assai. Un bacio.

    Spilucchina
    figurati, e` davvero interessante il tuo post, peccato non segnalarlo!

    Salsadisapa
    In zuppa forse l’ho mangiato incidentalmente ma non mi aveva colpito. Con i gamberi ci sta molto bene.

    Fiordisale
    Figurati, e` stato un piacere :)
    Credo che l’orzo perlato semplicemente abbia una pellicina in meno e quindi non richieda l’ammollo.

  11. Pingback: Il Pranzo di Babette » Blog Archive » Orzo con sedano e funghi

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *