Il presepe

Quest’anno per farvi gli auguri vi porto in casa di mia nonna. Qui da che ho memoria mia madre e mia nonna si occupano di allestire il presepe. Mia madre posiziona dei vecchi ceppi di legna custoditi da anni per questo scopo per creare una struttura che viene poi dotata di piccole luci e in seguito pazientemente ricoperta di muschio. Nel frattempo le casette e le statuine vengono svolte dall’imbalaggio costituito di carta da giornale e posizionate sul tavolo in attesa di prendere posto nel presepe. Ricordo l’attesa e l’eccitazione che ne conseguiva provate da bambina: liberare le statuine dal loro involto, ritrovando ogni anno il pescatore, l’ometto che si scalda le mani vicino al fuoco, la donna che sfama le galline, le pecore e soprattutto la guardia del castello di re Erode. Chissà perchè sia io che mio fratello bramavamo tanto posizionare quel soldatino vicino al castello, meglio tacere dei litigi e lacrime di delusione “perchè quest’anno tocca a lui”. Con gli anni si sono aggiunti dei dettagli come la fontanella dotata di un motorino elettrico che fa zampillare l’acqua, rendendo ai miei occhi il presepe sempre più bello. La casetta azzurra in alto a destra è la mia preferita, credo risalga agli anni ’60. Immaginate di essere nel salone, mia nonna infila la spina nella presa per permettervi di apprezzare il presepe illuminato. Domattina aggiungerà la statuetta di Gesù bambino e tra una decina di giorni quelle dei Re Magi e allora il presepe sarà completo.
Vi auguro di trascorrere un Natale felice e sereno con le persone a cui volete bene.


Uno scorcio del presepe

Da sinistra in senso orario:il pollaio, pane e vino sul tavolo,
il pescatore vicino allo specchio d’acqua,
la fontanella e una pecora che ci si abbevera

Condividi:


11 commenti a “Il presepe

  1. augurissimi !!!!
    è fantastico il vostro presepe ^_^
    anche mia madre tutti gli anni lo allestisce e aggiunge sempre qualcosa è maniaca di tutti gli aggeggini luminosi e con le musichette

  2. Auguri Kja, ti auguro un Natale sereno fatto di momenti piacevoli trascorsi magari a tavola con le persone che amiamo.

  3. che meraviglia!
    secondo me, non c’è natale senza presepe: quest’anno è andato mio padre a cercare il muschio, e quest’anno per la prima volta anche mia nonna ha fatto il presepe! era così orgogliosa 😀
    io a casa mia non ho lo spazio per farlo, ma ho rimediato così: utilizzando gli scacchi, ho messo il re come san giuseppe, la regina è la madonna, un pedone dorato è il bambin gesù, bue ed asinello sono interpretati dai cavalli, e per quanto riguarda i re magi, torri ed alfieri si intravedono all’orizzonte… seguendo il navigatore satellitare, arriveranno intorno al 6 gennaio 😀
    tanti tanti auguri! :-))))

  4. E’ bellissimo :-)
    Anche qui allestire il presepe è un appuntamento irrinunciabile e mi manca da quando vivo lontana. Trovo rappresenti un momento di profonda unione e condivisione e amo il calore che sprigiona.
    Ancora auguri e ancora un abbraccio carissima Kja.

  5. Ida
    Grazie :)
    Noi aggiungiamo degli oggetti ma sporadicamente, solo se capita di vedere qualcosa che colpisca me o mia madre, mia nonna e` piuttosto anziana e non va nemmeno cosi` in giro ora come ora

    Real lupin
    grazie anche a te :)

    Valentina
    grazie. Spero che anche tu abbia trascorso un Natale felice.

    Lefrancbuveur
    Grazie. tanti auguri anche a te.

    Ape
    grazie cara. Ricambio :)

    Dina
    Ciao Dina,
    glielo riferisco di sicuro :)

    Cookie
    grazie. Gli auguri sono sempre graditi, grazie!

    Salsadisaba
    ma che idea creativa!! Che brava a fare il presepe sulla scacchiera :) tanti auguri

    Acilia
    Grazie :)
    Penso che la famiglia quando e` unita sia in grado di veicolare amore anche attraverso centinaia di chilometri di distanza
    Ti abbraccio forte Acilia.

    Kja

  6. ciao, ho visto solo adesso il tuo presepe ed è proprio. Non ho postato la foto del nostro ma anche noi ne abbiamo fatto uno e mi fai venire la voglia di metterlo online anche se è il 3 gennaio :-)

    un saluto
    Silvia

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *