Zucca saltata con panch poran


Ho contrabbandato una mezza zucca. A Parigi intendo. Il mio coltivatore di zucche di fiducia me ne ha spacciata una poche ore prima della partenza e se sulle prime l’idea di aggiungere peso al mio bagaglio già imponente non mi allettava per niente, ho rapidamente cambiato idea dopo averne assaggiato un pezzo cotto semplicemente al vapore. Zuccherina e soda come era questa zucca mi ha subito conquistata. Così me la sono messa nello zaino preparandomi al peggio, tipo che me l’avrebbero simpaticamente sequestrata al control-check adducendo le solite motivazioni plausibili(?). Del resto se pensano che mi posso costruire una bomba con una bottiglietta d’acqua come minimo con la zucca potrei fabbricarmi un’arma di distruzione di massa. Invece è andato tutto bene, e una volta passata la dogana, quando sono a arrivata a Parigi ho ufficialmente iniziato a fantasticare su cosa ci avrei fatto. Prima di tutto una vellutata con la lemongrass, migliorabile devo dire, e poi questo piatto indiano che puntavo da un po’. La ricetta prevede semplicemente di saltare la zucca con il panch poran che è una miscela di cinque spezie, sale, zucchero e peperoncino che ne arricchiscono il sapore che risulta
piacevolemente in equilibrio. A me è piaciuta molto ma purtroppo con questa preparazione la zucca è finita. Per fare la marmellata di Tuki che pure mi ispirava assai dovrò aspettare la prossima zucca :)
La ricetta un po’ più dettagliata della zucca saltata con panch poran la trovate invece sul blog di cucina indiana.

Condividi:


18 commenti a “Zucca saltata con panch poran

  1. Adoro la zucca in tutte le sue declinazioni, ma le tue (di declinazioni) sono insuperabili.
    Mi incuriosisce il panch poran, per il mix di sapori/aromi che esprime.
    Bellissime le tue cheese cake.
    Ciao

  2. Questo post e queste foto mettono un’allegria in questa giornata grigia!! Anche io oggi ricetta al lemongrass … migliorabile :-) Devo provare l’abbinamento con la zucca! Un abbraccio

  3. Ciao “semprebravissimaKja”! Ti rispondo subito…ho fatto quello di quinoa, anche se dovrei dire dire di riso soffiato perchè mi veniva più comodo trovarlo…avevo dei lamponi della nostra fantastica “lamponaia” in toscana (li colgo al mattino appena arrivati per surgelarli perchè altrimenti i bambini non ne lasciano nessuno a forza di piluccarli dalla pianta!)ancora saporitissimi!
    Ma…visto che avevo i gamberi e hai postato about gamberi, avevo i lamponi e hai postato about lamponi…vuoi che ti dica cos’altro ho in freezer? 😉
    E che dire di questa zucca? Vado subito a scuriosare circa il panch-poran!
    Attendo prox post su Parigi!!!

  4. ieri ho fatto i limoni sotto sale, ma dopo circa un’ora nei barattoli è apparso del liquido e il sale si è quasi sciolto; è normale? Si conserveranno? E poi come si usano, a fette intere?

  5. Lenny
    troppo buona 😉
    Grazie ma anche i tuoi dolci sono bellissimi.

    Alex
    grazie. Io adoro le tue di foto. Vengo a vedere che hai fatto con la lemongrass.

    Grazia
    Ma dai incredibile! Beh mi fa piacere che ti sia piaciuto, io lo trovo un dessert leggero e colorato. Anche a me piace il riso soffiato comumqua ma ora ho la quinoa. Che bello avere la lamponaia, beata te!!

    Lamarrana
    ciao, se hai messo il quantitativo di sale indicato si. Anche a me sulle pime avevano fatto un pochino di acqua, restano umidi in effetti. Io li tengo comunque in frigorifero. Dipende dalle preparazioni, io generalmente li trito dopo averli lavati sotto l’acqua corrente.

    Yari
    ciao e benvenuto. Lieta che ti piaccia :)

    Much

    e beh si notoriamente io vado in giro con i quarti di bue e poi non essere ipocrita va che ho visto bene nel tuo freezer cosa c’è 😛

  6. ciao, anch’io adoro la zucca e quando vado a fare la spesa non riesco a resistere e ne prendo sempre un pezzo, anche solo per preparare una vellutata…
    baci

  7. Mi hai fatto sorridere Kja con il tuo racconto… ti immagini se facevano davvero storie per la bomba-zucca??!
    Le tue ricette sono sempre sorprendenti, da una verdura semplice come la zucca ne hai ricavato un gustoso e saporito piatto.
    Se ti capitasse di rifare la vellutata con la lemongrass (o qualsiasi altra cosa con la lemongrass) la posti? Ne ho un vasetto da far fuori!!!
    Un bacione

  8. Non per fare stragi di invidia ma ho anche i kiwi, le more, i ribes, le fragole, le nocciole, le noci e le castagne!!! Sono molto fortunata ad avere un papà che riesce a fare tutto questo nonostante i vari impegni! :)
    Kja ti chiedo consiglio: sono riuscita a trovare il matcha (info per gli amatori: da eataly – un sacchetto, se ben ricordo da 50 gr., costa 20€). Ma mi hanno detto che è un potentissimo eccitante, molto più del thè verde, e che spesso toglie il sonno e può addirittura provocare tachicardie…glab! lì mi sono un pò frenata…è vero? :(

  9. se ti avessero fermata, alla dogana, avresti potuto dire di chiamarti “cenerentola” e che la zucca, non appena arrivati a parigi, si sarebbe trasformata in uno scooter arancio fiammante…dici non l’avrebbero bevuta? mangiata si però! ;O)
    Bella ricetta e abbinamento di colori super..hai visto le bacche che ho postato due post fa, da ora in poi le chiamerò bacche indiane, saluti zucconi cat

  10. Eh si Francesca…peccato solo non poter condividere!
    Grazie Yari…mi fido di chi lo conosce…Kja sarà in tutt’altro affaccendata in quel di Parigi!! 😉

  11. Franci
    ciao e bentornata! Idem anche io l’adoro :)

    Dolcetto
    La rifaro` sicuramente, ti tengo aggiornata

    Grazia
    Anche io parlo per onomatopee. Tipo “buuu” con imitazione di lacrime a fontana quando non ci sono le capesante da chez miki 😉
    Mi sembra un po’ estrema questa raccomandazione che ti hanno fatto :)
    Il matcha e` il risultato della polverizzazione delle stesse foglie di the usate anche per fare l’altrettanto pregiato Gyokuro. Una particolarita` di queste foglie e` che prima del raccolto, credo 3 settimane prima, vengono private dell’80% della luce solare. Questo accorgimento ha tra gli altri effetti quello di aumentare il contenuto di caffeina del the, quindi e` vero che una volta infuse, le foglie nel caso del gyokuro e la polvere nel caso del matcha, sbattuta con un frustino ad hoc, danno un liquore dagli effetti particolarmente tonificanti. Le palpitazioni potrebbero venire nel caso di un abuso del prodotto, ma credo che avvenga anche con il caffe`. Ma poi e` soggettiva la cosa, a me una tazzina di caffe`, bevanda che non consumo spesso fa schizzare il cuore a mille e mi rende nervosa, per dire, con il gyokuro e il matcha non mi e` mai accaduto. In ogni caso usandolo come ingrediente per aromatizzare non credo si corra alcun rischio.

    princigulp
    coff coff

    yari
    grazie per avere rassicurato Grazia :)

    francesca
    e` verissimo :) Gia` che ci sono ringrazio lo spacciatore di zucche: grazie Gianfranco!

    Cat
    che bella immagine! Buffa ma delicata. Grazie. Ma io non guido niente di niente, nemmeno lo scooter, per fortuna che e` rimasta una zucca vera :)

    Fiordisale
    benvenuta, grazie :) Spero che ti piaccia!

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *