Menù di San Valentino

Menù di San Valentino? Ma oggi non è San Valentino, direte voi! Lo so, lo so ma perchè il post sia di pubblica utilità vi do una settimana per organizzarvi, reperire gli ingredienti, eventualmente fare una prova generale, anche se le ricette le ho pensate semplici e veloci, perchè ci deve essere tempo per farsi belle. Certo poi se cucina lui di tempo ce n’è anche di più :)
Tre portate senza antipasto, e trovo che nell’insieme per essere un menù di San Valentino sia nutriente. Se proprio non vi va di sorseggiare il calice di cartizze dell’aperitivo senza nulla potete optare per involtini fatti di salmone affumicato farcito con mela pink lady a fettine sottili e sedano bianco, serviti con yogurt misto a olio, fior di sale e un poco di aneto.


Paccheri con pesto di pistacchi, pesce spada e mandarino

Frittatine con feta e lamponi


Crème brulée al cioccolato

Condividi:


22 commenti a “Menù di San Valentino

  1. ma che bel menù!!
    vorrei provare, questa volta mi ci metto d’impegno…
    sulla buona riuscita ho le mie perplessità, ma tentar non nuoce..
    ti dirò!!
    grazie soprattutto per la creme brulè al cioccolato!
    bacio

  2. Il menù è eccezionale senza dubbio, proverò qualche ricetta o magari prenderò spunto… il problema che mi devo trovare la ragazza prima di San Valentino, al 14 manca una settimana e non ho ottime prospettive! Va bhè mi darò da fare… magari anche ai fornelli!
    ciao

  3. Mi associo ai complimenti, gran bel menu! Ci credi che anch’io ho un flambatore nuovo da provare?(cannello?! non sapevo si chiamasse anche così!!) Forse S. Valentino è l’occasione giusta per battezzarlo. Ma per le frittatine hai usato uno stampo ho le hai ritagliate tu con tanto amore e pazienza certosina? 😉

  4. Lus
    vai tranquilla e abbi fiducia nelle tue capacita`, queste ricette sono semplici davvero :)
    Prego :)

    Mattop
    ammetto che di uova qui ce ne sono, ma la pasta dovrebbe essere macrobioticamente corretta o sbaglio?
    quantomeno non ci sono uova e latticini 😉

    Pip
    flambatore mi piace moltissimo come
    nome, cannello per niente ma io sapevo solo questo nome. D’ora in poi lo chiamero` anche io flambatore!
    Se leggi la ricetta delle fritattine e` tutto spiegato :)

  5. ma che menu profumato!!!!
    i paccheri poi mi ispirano in modo particolare 😉
    e vai di cuoricini allora ^^
    ciaooo

  6. ciao kja !!! anche se non amo particolarmente la festa di san valentino, devo ammettere che queste ricettine sono veramente sfiziose…da provare 😉

  7. Touché! Ho letto con PIU’ attenzione la ricetta, chino la testa e chiedo perdono! ;D
    Anche a me piace molto il termine flambatore, probabilmente deriva dal francese, tu che ne dici?

  8. pistacchi, lamponi, cioccolata, ah ma allora qui non si scherza;)…una volta ho letto che sarebbe il mais l’alimento più afrodisiaco che esista mah..is? saluti a forma di cuore

  9. Alice
    profumato lo e` davvero, se provi i paccheri fammi sapere :)

    Alice e il vino
    ti dico la verita` anche a me gli altri anni s.valentino non entusiasmava particolarmente, ma quest’anno mi sentivo ispirata e questo e` il risultato.

    Pip
    Figurati! Penso anche io, sara` una cosa tipo flambeur, ma non ne sono sicura.

    Cat
    sapevo le ostriche, ma il mais proprio ne ero all’oscuro. Diamoci alla polenta allora. :)

  10. Le frittatine con feta e lamponi sono semplicemente adorabili: confermo e sottoscrivo :-)
    Avrei continuato a mangiarne per ore: leggere e armoniose.

    I paccheri sembrano straordinari, hai dato vita ad un trionfo di sapori e profumi molto stuzzicante.

    Ammetto di non aver mai festeggiato la ricorrenza di San Valentino, ma le tue ricette si adattano molto bene alla cura per l’altro e questo può valere in ogni giorno dell’anno.

  11. brava brava, complimenti sfrutta l’ondata consumistica, ogni pretesto è buono per voi della società dei consumi…per fortuna che c’è pier paolo a consolarmi…

  12. Forse flambatore è solo un’italianizzazione che deriva da “flambé”. Toglimi una curiosità: sempre in giro tra Londra e Parigi, ti piace l’arte e la letteratura… studi mica lingue all’università?!

  13. hai fatto benissimo a postare un menu per s.valentino una settimana prima, così per chi è interessato si può preparare in tempo. Anche io come tulip sono stata colpita dalla creme brulè al cioccolato slurpissimo!

  14. sono strabiliata! se fosse il menù di un ristorante ordinerei tutto!…e pure il bis, di paccheri in particolare.
    bè, anche se non festeggio s.valentino, credo che potrei provare la tua ricetta, no?
    baci

  15. Acilia
    Sono felice che ti siano piaciute, sei uno dei palati raffinati a cui mi riferisco

    Tulip e Francesca
    siete due chocolate-addicted, non c’e` che dire :)

    Saffron
    grazie, cara.

    Apprendista
    ma certo dolcezza! O che bello che ci sia anche qualche estimatrice dei paccheri. Grazie :*

    Pip
    no, piu` stupidamente ho scelto un corso del cavolo, un incrocio tra scienze politiche e comunicazione.

    Much
    beh ti ha consolato davvero. 30 e lode, mi dai fastidio guarda.

  16. e ricordati che ci fù un’edizione del 54 e una del 75 fatta da garzanti…per non parlare dei componimenti epico letterari in stile piemontese!

  17. e dire che avrei potuto assaggiare anche io quelle frittatine..sigh..sigh…ma la prossima volta le addenterò!!un abbraccio carissima.
    Giusy-goccianera

  18. anche a me ha colpito molto la creme brulè, bellissima, e bellissima anche la foto con quei colori.

  19. Isabilla
    grazie, il colore del cioccolato mi piace accostarlo alla gamma dei rosa e dei viola.

    Giusi
    Non disperare, al piu` presto assaggerai anche tu le celeberrime (?) frittatine :)
    Un bacio.

  20. E pensare che ero proprio convinta studiassi lingue…! Evidentemente il mio intuito non è più infallibile!! 😉

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *