Scienza Mucchese o del conservare ghirlande natalizie

Oggi con grande orgoglio sono lieta di presentare questo articolo di carattere storico-scientifico scritto da uno scienziato, che ha sviluppato un metodo innovativo per la conservazione delle ghirlande natalizie. Vi rendo partecipi in anteprima mondiale di questa tecnica avanzata.

Molti di voi sicuramente hanno sentito parlare di rinomate e noiose università come il “famoso” Politecnico di Parigi, o di altrettanto blasonati centri di ricerca come il CERN, il MIT e compagnia danzante, pochi di voi conoscono però(anzi credo nessuno) il celeberrimo CNMPLRSA (Comitato Nazionale Mucchese Per La Ricerca Scientifica Applicata). L’ente, al di là del nome decisamente poco catchy, nacque negli ultimi anni del XIX secolo per far sì che la città di Mucchopoli si accaparrasse l’Esposizione Universale prevista per il 1900 in modo da interrompere quell’oltraggioso isolamento imposto dall’esterno allo stato Bovino. La storia andò purtroppo diversamente e per motivi ancora decisamente oscuri l’esposizione fu assegnata a una cittadella della Francia.

Nonostante la cocente delusione il Comitato decise di portare avanti la sua opera di ricerca avanguardistica in campo scientifico e collezionò diversi succesi attribuiti per motivi di sicurezza a enti e personaggi di facciata, dall’Eurotunnel al Vasco De Gama Bridge senza dimenticare il Taipei 101 nel campo prettamente architettonico ma anche invenzioni di ampia diffusione come, per dirne una, il sintetizzatore.

Recentemente (era il 1987) il Comitato ha cominciato a lavorare su commissione anche per privati, in particolare nell’inverno 2005/2006 la proprietaria di questo blog e sua madre hanno richiesto l’assistenza di Much e degli scienziati Mucchesi per uno ‘scottante’ problema correlato a una ghirlanda natalizia proveniente da Salisburgo.


 


Vista la bellezza e il prezzo di quest’ultima infatti tutti quanti rosicavano abbastanza all’idea di non poterla sfoggiare in faccia agli amati vicini per più di un misero avvento, così, vista la scarsità di idee proposte dalla sushika decisero di fare un ultimo tentativo con il Comitato. Questo dopo aver attentamente analizzato il problema e aver lungamente discusso tutte le alternative possibili (inclusa quella di andare ogni anno a Salisburgo di contrabbando a comprare una ghirlanda identica) optarono per la sperimentazione su ghirlanda della crioconservazione (ad oggi unico tentativo mai effettuato)… Fu un successo!


 

 


La Tecnologia Mucchese si dimostrò sufficientemente avanzata da garantire un’altro anno di supremazia nei confronti dei vicini e dei loro patetici “Babbi Natale Scalatori”, qui di seguito una delle poche foto del Leader che si bulla in prima persona del successo ottenuto.

 


L’eco di questa straordinaria impresa scientifica ha recentemente portato Much e i suoi più stretti collaboratori a tenere un convegno già definito seminale in Lapponia su “Criogenia e sviluppo sostenibile”.

 

Jacopo “Much Addicted” Bellasio
 


PS: Nonostante la perfetta conoscenza della lingua madre mucchese a differenza di alcuni post che vedrete nei giorni successivi mi sono sforzato di scrivere in italiano corrente per garantire una più ampia diffusione del Muggito Mucchese®.

PPS:Questo post ha subito numerosi aggiustamenti editoriali, presto ci saranno comunicazoni bovine libere da ogni condizionamento simil stalinista.

PPPS:non mi aspetto molti commenti, ma come si dice ‘…the elite will stand firm…’

Condividi:


7 commenti a “Scienza Mucchese o del conservare ghirlande natalizie

  1. Mu muuu, mu murumu. Salzburg murumuuuu much mu? Mumu, muuu, murururumu, muchmu; murumu. Mu muu! Mu, mumu. Muu, Ecole Polytechnique murumu: (a) murumu, (b) mu mu Exposition Universelle 1900, (c) muuuu MIT. Muruuu, mu:
    – muuu 2006
    – murumuch “cryogeny”
    – much mu.

    Murumuch.

  2. Secondo me potevi prenderla meno alla lontana invece che recriminare ancora per quella storia, mai chiarita tra l’altro, dell’esposizione universale.
    Comunque ammetto che l’idea di surgelare la ghirlanda natalizia e` stata geniale.
    Saluti al leader.

  3. @ princimuch: mu, much muru, murumurumuch Polytechnique, mu much muru mu mu much! much muru mu much! Murumuch.

    @ kja: il sapore vagamente divulgativoesplicativo del tuo commento lascia intendere che fosse poco chiaro l’atto nudo e crudo realizzato, e cmq, l’esposizione doveva essere nostra :[, il leader ti incorna con simpatia.

  4. 5 Grammi!! 5 Grammi!! se riesco a convincere anche la vicina a commentare raggiungeremo le vette della popolarità bovina!

    Semper Mucchelis

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *