Sushi Leblon (Grazie Emanuela!)

Tipica giornata invernale a Ipanema: passeggiata sulla spiaggia con lo scenografico spettacolo delle onde giocherellone che fanno tanta schiuma da far sembrare il mare una distesa di neve; bagno di sole sorseggiando un cocco e scrutando con ammirazione i surfisti. Segue tuffo per rinfrescarsi appena, ieri facevano ben 25 gradi in questo scherzo d’inverno, quindi ci si dirige verso il ristorante jap consigliato da Emanuela, che di Rio è innamorata e che sa precisamente cosa consigliarti per farti innamorare a tua volta.

Che dire di questo meraviglioso ristorante japponese a due passi dalla spiaggia di Leblon? Ambiente essenziale reso ulteriormente grande e luminoso da un sapiente uso degli specchi, un acquario da cui occhieggiano pesci dai colori vivaci a spezzare i dominanti colori della terra misti al bianco delle pareti. Al centro della sala principale troneggia regale e poderoso il banco del sushika che ipnotizza letteralmente gli avventori. Polposi filetti di pesce vengono maneggiati con grazia e fermezza allo stesso tempo, meravigliosi maki dal ripieno esotico prendono forma ad una sorprendente velocità sotto i miei occhi incantati. Attendo sognante spiluccando una sorta di tempura di ravioli ripieni di gamberi, verdura, e zenzero. Certo perché il locale oltre al più classico sushi, sashimi&co propone dalla cozinha audaci accostamenti fusion: foie gras e gamberi con brunoise di mango e tamari; ceviche di salmone e lime con daikon marinato. Ma, per questa volta, si opta per un combinado sushi leblon especial: un trionfo di sashimi con dei california maki tanto anomali (mango, cetriolo, granchio) quanto gustosi, una selezione di nigiri della dimensione di un boccone con il riso sapientemente aromatizzato e poi la chicca: maki ripieni di sarde fritte e marinate; indescrivibile.


La porzione è decisamente abbondante ma indugiamo su un altro tipo di maki philadelphia especial: il rotolo privo di riso, è imbottito di salmone, gamberi, granchio e appunto formaggio cremoso philadelphia e poi sorprendentemente passato in pastella e fritto, prima di essere porzionato; un’altra leccornia indimenticabile.


E io qui mi sono fermata, ho solo assaggiato un cucchiaino di sorbetto al mango con julienne di zenzero fritto, freschissimo, e mi sono pentita di non aver preso il caffè servito, questo, senza cucchiaino, sostituito da un’elegante stecca di cannella e una pralina al caramello.

Una nota sul servizio: i camerieri sono gentili e attenti e portano un lungo grembiule nero con disegnati sopra degli ibiscus stilizzati; ne voglio uno anche io!

Sushi Leblon
Ruas Dias Ferreira 256
Leblon
Rio de Janeiro

Condividi:


17 commenti a “Sushi Leblon (Grazie Emanuela!)

  1. Che belle foto! Che voglia di mangiarlo!
    Secondo me dovresti fare “anche” la giornalista per quanto scrivi bene…ed hai anche il dono della riconoscenza…ma ce l’hai un difetto?

  2. Sei fortunata! Sono qui a sudare a Milano davanti al PC e vedere queste immagini mi fa venir voglia di vacanza! Una sinfonia di pesce! Una curiosità;I prezzi come sono rispetto a milano?

  3. solo due parole:
    mio
    dio.
    volevo fare una domanda, ma l’ha già fatta mattop…come sono i prezzi? domani a pranzo mi faccio un po’ di maki, decisamente.

  4. Con il caldo che fa da queste parti un piatto così sarebbe l’ideale… Veramente bello (e quanto buono?)

  5. emanuela: grazie, mi fai diventare come un peperone! E poi quando vai in un bel posto sei ispirata a scrivere al meglio delle tue possibilita`.

    Mattop: si lo so, me ne rendo conto ora che comincio un po` a familiarizzare con Rio, prima, ti dico la verita` ero un po` intimorita. I prezzi per un europeo sono straconvenienti: calcola che il menu` sushi leblon per due, che era una montagna di roba deliziosa, costa circa 16-17 euro ed e` per due. I piatti di maki erano sui 3-5 euro e il dolce 4 euro mi pare. la valuta locale, il real, vale circa un terzo di euro.

    Francesca: una meraviglia, te lo assicuro. Uno dei migliori jap in assoluto in cui ho mangiato! Ma infatti ci torno presto!

    Pimms: buon maki, sono una droga davvero! comunque parlando di costi questo e` un posto, bello esteticamente, con cibo di elevata qualita` in un quartiere da ricchi che tipicamente a Milano costerebbe 4 volte tanto credo. E che a quel punto non potrei permettermi 😉

    Venere: bellissimo, la foto non rende merito ai colori meravigliosi di quel pesce freschissimo. Ti auguro di mangiare qui un giorno, vale il viaggio.

  6. ma un take away d’oltreoceano non lo fanno???!?!
    che mito che sei anche lì hai scovato dei japo japo!!!

  7. Ecco…mi dici che nostalgia puo’ provocarti la Milano afosa, piena di smog e di zanzare? :))
    Non sai quanto vorrei essere li’ con te a gustarmi queste cosucce…niente Philadelpia pero’…mi hai fatto venir voglia di visitarlo quel paese che non mi ha mai attratto :)

    P.S. se riesci, procuri anche a me il grembiule con ibiscus? sono fiori che adoro, soprattutto quelli rossi.

    P.S.S. mi fa ridere il fatto che mattop pensi sempre al lato economico…ovviamente era scontato che fosse piu’ economico di Milano…qui costa tutto tanto e tra un po’ ci faranno pagare pure quest’aria schifosa.

  8. … penso di trascrivere la tua dedica su un foglio da incorniciare e piazzare di fianco alla scrivania. è buffa e tenera, e le due cose insieme la rendono piuttosto commovente.

    baci. e grazie.

  9. innanzitutto sottoscrivo quanto ha detto emanuela e poi aggiungo che vorrei tanto che qualcuno ora mi portasse un caffècon cannella e pralina di cioccolato!

  10. Kiaretta, che splendida vacanza!
    Molto belle anche le toto e le tue descrizioni dei piatti ma …A chi dovrebbe venire allora la nostalgia?
    Bacioni!

  11. Proncipalle: ma che antipatico che sei. Inizia uno sciopero di biscottanza da qui al 2020. ;-P

    Trollo: ecco, diglielo. Per te ci saranno sempre tutti i biscotti che vuoi.

    Gaia: guarda Leo ed io gli abbiamo suggerito di aprire un locale in Europa… Incrociamo le dita 😉

    Elisa: no, la lacrimuccia non era per Milano, ma per il gelato!!!! Qui ci sono dei gelati, nome della marca “Italia”, giuro, e i venditori sulla spiaggia girano gridando:” Sorvete Italia” tutto il tempo. I gelati in questione zampillano coloranti da 2 m di distanza. Per carita`. Ieri sono tornata al sushi, sta diventando una droga e alla fine ho chiesto per i grembiuli, ma non li vendono purtroppo :-(

    Perec: auguri in ritardo innanzitutto. Gli acrostici mi divertono alquanto, prova forse che nel mio percorso di studi le scuole elementari sono quelle che hanno inciso di piu` 😉

    Apprendistacuoca: e la pralina e` deliziosa davvero e servita molto fresca! E` un’idea da copiare assolutamente secondo me.

    Rossofragola: no, avevo nostalgia del gelato 😉 Comunque qui e` molto bello , le mie foto non restituiscono che una pallida impressione.

  12. il proncipalle e` qui che piange si dispera, ho dovuto rimangiarmi la parola e anzi promettere che appena possibile potra` deliziarsi con dei biscottini alla cannella.
    Vado a vedere se ha smesso di allagare tutto.

  13. Scusa per la domanda scontata… era solo per capire quanto fosse favorevole la valuta! Ciao e grazie

    Elisa: mi fa piacere farti ridere e grazie per il puntiglio…

  14. Mattop: figurati, qualsiasi domanda e` ben accetta e sono ben lieta di rispondere se ne sono in grado 😉

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *