Biscotti al cioccolato


I biscotti sono una delle prime cose che ho imparato a realizzare autonomamente, dato che mia madre i dolci non li cucina, forse anche per colpa di un forno dal termostato impazzito che ha minato le sue poche sicurezze in materia dal 1984 fino al 1997. Ripudiata così dal suo elettrodomestico, che le bruciava sistematicamente crostate e torte allo yogurt, lo relegò a sua volta a cuocere carne, pesce e paste al forno, compensando la mancanza di torte con i dolci al cucchiaio. Dopo un’ infanzia costellata di budini e tiramisù il desiderio di biscotti veriera prepotente e ho cominciato con frollini alla cannella, biscotti biscotti all’arancia, biscotti al cocco, biscotti al cioccolato… Spesso li realizzo in quantità pantagrueliche in modo che la casa olezzi gradevolmente per almeno un giorno, in quei casi buona parte viene destinata ad amici e conoscenti in graziosi sacchetti trasparenti chiusi da un nastro di raso colorato.Biscotti al cioccolato

burro 90g
zucchero 75g
zucchero di canna 75 g
uovo uno
farina 170 g
lievito un cucchiaino
gherigli di noce 50 g
latte un cucchiaio
gocce di cioccolato 135 g

Lavorate il burro morbido con i due tipi di zucchero fino ad avere un composto soffice; unite l’uovo, la farina setacciata con il lievito, il latte e i gherigli di noce sminuzzati. Aggiungete le gocce di cioccolato. Disponete delle cucchiaiate di impasto su una teglia foderata di carta da forno. Cuocete in forno precedentemente riscaldato a 190 gradi per 12 minuti e lasciateli poi in forno per 5 minuti prima di levarli.

Condividi:


18 commenti a “Biscotti al cioccolato

  1. ciao Kiaretta! Anch’io ho la tua stesa abitudine,quando cucino i biscotti ne realizzo in quantità industriale che in buona parte va poi in dono in sacchettini di cellophan, e non è trascorso poi molto tempo dall’ultima volta.
    A presto!

  2. evvai kja…ma che andiamo di pari passo? quando tu cucini tonno, io l’ho appena mangiato…quando ti metti a biscottare, anche io sto togliendo la teglia dal forno!!!! empatia? sempre lei?

  3. Benissimo. Stasera vorrei proprio essere una dei destinatari dei tuoi deliziosi sacchettini. Mi aiuterebbero, forse.

  4. Cara kja,che passione i biscotti!!! Io ne preparo a chili in prossimità del Natale e, come ho già scritto in un mio post, li regalo a parenti e amici.Raccolgo con entusiasmo ogni nuova ricetta da sperimentare. Il profumo che lasciano nell’aria poi…il mio gentile consorte dice che anch’io, dopo numerose infornate, profumo di biscotto (e mi sembra un bellissimo complimento).Glò

  5. Il profumo di biscotti quando rientri a casa è una delle cose per le quali vale la pena vivere!!!
    Ottima ricetta, avrei sostitutito lo zucchero con del malto di riso… a parte questo i biscotti fatti in casa sono un attentato alla mia gola! Non voglio mai assaggiarli ma alla fine non mi bastano mai!

  6. visto che sei appassionata di biscotti ti chiedo un consiglio: ho tanta cocco in scaglie e vorrei farci un dlce tipo biscotti o torta morbida o non so che, leggero e saporito. Mi sai dare qualche suggerimento? Un bacio e grazie:)

  7. Approvo anche io l’idea di fare regalini biscottosi…
    a Natale è un must… e mi sembra che venga molto apprezzato!!
    un bacetto!

  8. Rosso fragola: ciao,per me é una vera e propria terapia dell buon umore!

    Miss piperita: devi provare assolutamente, danno molta soddisfazione!

    Gaia: mi sa di si! un bacio cara.

    Diamanterosa: traspare un tono mesto dalle tue parole, spero che non ti sia successo niente di grave. una carezza.

    Gloricetta: é vero, é vero; alla fine si profuma di zucchero e biscotti, soprattutto sulle guance. Inutile dire che per me a Natale é uguale, ma anche a maggio se mi viene voglia mi metto all’opera 😉

    Elisa: ciao, spero che il fine settimana sia stato piacevole! :-*

    Mattop: il malto pe rme é attualmente uno sconosciuto, ne ho parlato una volta con Gaia, ma poi non l’ho cercato. So solo che é più salutare, ma non so ad esempio se se ne deve usare più o meno dello zucchero come quantità. Tu dove lo acquisti?

    Francesca: cavolo ora non ho sottomano una ricetta, ma é cocco fresco o secco? Cerco se trovo qualcosa.

    Tulip: ciao, vedo che é una moda diffusa, fare qualcosa con le proprie mani e donarlo é un gesto bellissimo.

  9. Non uso mai lo zucchero neanche quello di canna o grezzo e non conosco le proporzioni con il malto, vado ad occhio sinceramente… ma penso sia un poco più dolcificante del miele, in ogni caso mi metto alla prova raramente con i dolci, non sono una mia “materia” li magno molto volentieri però!

  10. ha dimenticavo, il malto si trova nei negozi di biologici e al Naturasi a milano, sono presenti diversi punti vendita.

  11. kja il malto di riso dolcifica meno dello zucchero e anche del miele di cui ha la consistenza, per cui come dosi ce ne vorrebbe un po’ di più però in quel tipo di ricette non l’ho mai usato nemmeno io!

  12. sì è secco, ma solo se hai una ricetta a portata di mano, tanto sto già cercando io. Grazie Kja:)

  13. Nirvana
    Si, una delle mille varianti. Io li ho fatti piccolini ma la prossima volta li faccio taglia gigante, circa 8-9 cm, come ho visto a NY :)

  14. Pingback: Biscotti con gocce di cioccolata « Scambio di ricette famigliari

Lascia una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *